sabato 7 maggio 2016

RECENSIONE 'Ti regalo l'amore' di Alessandra Paoloni

Ti regalo l'amore
TRAMA
Single da poco e disoccupata, Clelia trascorre le sue giornate tra serie TV in streaming e lunghe sedute di relax sul divano. Ma la sua vita monotona cambierà quando, per il suo trentesimo compleanno, riceve in regalo un viaggio organizzato dalla Doppio di Cuori, un’agenzia italiana di meetings & holidays. Ad accompagnarla nel suo viaggio ci sarà Darryl, un ragazzo bello, gentile e anche misterioso. Il feeling tra i due è destinato a tramutarsi in qualcosa di più profondo. Infatti, nell’assolata campagna umbra e all’ombra dei monumenti della città di Perugia, nascerà una storia sensuale e tenera al tempo stesso. Clelia crede finalmente di vivere la sua favola ma la realtà, sempre in agguato, busserà ben presto alla sua porta…
RECENSIONE
“Ti regalo l’amore” è il nuovo libro romance di Alessandra Paoloni, pubblicato dalla Newton Compton nel dicembre 2015 e precendentemente pubblicato come self dalla stessa autrice. Alessandra Paoloni è una scrittrice emergente ricordata per il suo primo libro nel cassetto “Un solo destino (Prima Generazione)”.
“Clelia non sapeva che il suo regalo di compleanno l’aveva osservata per tutto il tempo da sopra il tavolo della cucina, tra un pacchetto di patatine al ketchup e una bottiglia semivuota di vino bianco”. La storia di Clelia comincia con il giorno del suo trentesimo compleanno tra un bicchiere di Coca-Cola e le scarpe col tacco che le dolevano ai piedi. Quel giorno aveva lasciato che le sue amiche scegliessero per lei tutta la festa e persino il suo abbigliamento. Ma mai si sarebbe aspettata che quel regalo di compleanno racchiusa in una semplice busta bianca potesse contenere qualcosa che le avrebbe stravolto la vita: un viaggio organizzato dalla Doppio di Cuori, agenzia di meeting and holiday, in compagnia di un ragazzo che la accompagnerà nel suo viaggio. Una volta aver salutato tutti ed essere rimasta sola, si collega al sito dell’agenzia e risponde ad una serie di domande sul suo tipo di uomo ideale e sceglie la location: l’Hotel Castello dei Contessori nella periferia di Perugia immerso nella magnifica campagna umbra nel verde della natura.
“Darryl. Chi l’aveva battezzato in quel modo? I ragazzi almeno avevano la facoltà di scegliersi lo pseudonimo, o Erminia li battezzava a sua scelta non appena uscivano dal laboratorio sotterraneo, che Clelia aveva preso a immaginare fosse sotto i loro piedi?”
 “Prima o poi la sua sfiga perenne le avrebbe picchiettato le dita insolenti sulla spalla e si sarebbe rifatta viva”. Non tanto sfiga, ma fortuna !!
immagine x recensione
immagine2








Clelia è una ragazza semplice, amante delle serie tv e dei libri di R.R. Martin. Presta troppa attenzione ai particolari e alle singole parole, è convinta che la sfiga sia una persona che la perseguita e che non la lasci mai sola. La ragazza non si aspetta nulla e tantomeno un viaggio che le possa stravolgere la vita. Ma le cose non sembrano andare mai per il verso giusto fino a quando Clelia scopre quel segreto che tutti avevano celato sin dall’inizio. Quale segreto vorrete sapere? A voi la lettura di questo libro…
“Aveva cercato cosi tanto l’amore da non saperlo più riconoscere. Amore. Qualcuno forse sa quando è troppo presto, o troppo tardi, per parlare d’amore?” Forse si…o forse no! Chi lo sa.. Leggetelo per sapere di più !!!
Il romanzo è una lettura scorrevole e semplice. La storia si comincia ad apprezzare da quando Dante bussa alla porta di Clelia. Apprezzati sono anche gli altri personaggi, i quali tra menzogne e mezze verità non si sarebbero mai aspettati come si sarebbe conclusa la storia di Clelia.
VOTO: 4/5
Raffaella

Nessun commento:

Posta un commento