venerdì 8 luglio 2016

Presentazione "LO SPECCHIO NERO" di NATASCIA LUCHETTI



TITOLO: Lo specchio nero

AUTRICE: Natascia Luchetti

EDITORE: Cavinato Editore

PAGINE: 455 (formato cartaceo)

DATA DI PUBBLICAZIONE: 15 Dicembre 2015

GENERE: gotico

PREZZO ebook: 5,99

PREZZO cartaceo: € 25,00

SINOSSI:

Astrid Hekkinen è una ragazza disillusa. E’ abituata a guadagnarsi la vita mettendo da parte le fantasie dei sogni. Non crede molto in quello che non vede almeno fino a quando non inizia a provare un’attrazione inspiegabile per l’enigmatico cantante chitarrista dei Child of Decadence: Aleksandr Latvila. Astrid si stupisce del fatto che proprio lui inizi a seguirla con un interesse inaspettato quasi ossessivo. La cosa strana è che lei non viene infastidita da quella presenza costante. Inizia ad amare quello sguardo che la cerca di continuo. Dietro il suo viso di ragazzo splendidamente umano si cela l’essenza del Male più puro. L’Abaddon, il guardiano dei Pozzi degli Inferi, è tornato tra i vivi e aveva ricominciato a lasciare dietro di se una scia di morti inspiegabili delle quali attribuisce la responsabilità ad un giovane del luogo che ha avuto la sola sfortuna di ritrovarsi nel luogo sbagliato al momento sbagliato. La polizia non riesce a spiegarsi la dinamica di tali crimini, così, attirato dal mistero, il ricercatore Eirik Niemi informa il luminare di parapsichiatria Mattew Nashbridges del caso. Il professore, specializzato nello studio di manifestazioni paranormali, decide di andare a fondo della vicenda, sfidando il cinismo della scienza che tende a dare una spiegazione anche laddove non c’è. Ha bisogno di sapere la natura della creatura che ha distrutto la sua vita, creatura che poi si definirà nella figura di Abaddon. Solo successivamente si scopre che la presenza di Abaddon si deve all’intervento di Jarvi Raatinen, proprietario di un piccolo bar sito ad Espoo che diversi anni prima è entrato in contatto con le forze del Male senza volerlo. L’uomo infatti, reduce dalla perdita della sua amatissima moglie, decide di dedicare la sua vita alla figlioletta Taina, ancora molto piccola. Durante i lavori di ristrutturazione della sua abitazione, Jarvi trova all’interno della cantina una serie di pagine strappate, scritte a mano su fogli di pesante pergamena. Senza sapersene spiegare il motivo, Jarvi viene ferito ad un dito e una goccia di sangue cade su quegli antichi fogli. Da essi prende vita un pesante libro antico che si rivela essere il Grimorio, il libro degli incantesimi di un’antica strega di nome Helga. L’influenza nefasta dell’anima di quest’ultima, plagia la mente dell’uomo e poco a poco lo costringe a togliere il sigillo che proibisce al figlio, Abaddon, di riottenere il suo corpo originario. Il proposito di Helga è di utilizzare il potere del suo figlio dannato per estendere il regno di Lucifero fino al dominio totale del mondo dei vivi, ma per fare ciò deve ridurlo in fin di vita in modo da renderlo controllabile. Lo sbocciare della storia d’amore tra Astrid e Aleksandr non viene soltanto minacciato dalla vecchia Helga. Dopo il suo primo fallimento, infatti sorgono dalle tenebre altre creature persino più forti di lei, tra le quali Lilith, la madre della Stregoneria nonché prima sposa del Diavolo. Abaddon deve essere sconfitto a tutti i costi. A sostegno di questa imposizione, non vi sono soltanto le schiere del Male ma anche un piccolo gruppo di combattenti immortali raggruppati sotto il nome di Ordine di San Michele. L’Ordine deve a tutti i costi evitare una guerra tra Bene e Male e per farlo ha la necessità impellente di distruggere l’oggetto della disputa.

   link d'acquisto:                       pagina facebook:
amazon       facebook


ESTRATTI


«E allora? Ci sono sacrifici che vanno fatti per dimostrare qualcosa in cui nessuno crede. Anche se morirai lì, verrai ricordato come l’uomo che ha sfatato ogni pregiudizio sull’esoterismo.» «Che consolazione, professore! » «E’ un onore morire per una tesi sostenuta da anni. E’ tutta la vita che aspetto di documentare un elemento come questo. Fino ad ora ho assistito solo ad innocue apparizioni, ho studiato luoghi e frammenti di storia infestati dalla presenza di streghe e vari adoratori del Male. Ho seguito ogni singolo indizio sulla presenza di creature magiche, ma mai ho assistito alla forza poderosa di un’entità simile. Alloggiare in questa tua topaia, Eirik, ha il suo vantaggio. Chi lo avrebbe mai detto che proprio quassù, fra laghi e ghiacci, avrei trovato un simile tesoro.»
Mattew Nashbridges




La caratteristica delle guerre è che non hanno né un inizio né una fine. Si affievoliscono e tornano ad avanzare come il bagliore di una fiamma che anche se si smorza mai si estingue. Il conflitto è alla base di ogni cosa, anche dell’essere umano stesso che lascia combattere il Bene e il Male che si trovano all’interno del suo stesso cuore, per questo il desiderio di felicità, come quello di distruzione convivranno sempre senza mai annullarsi a vicenda. La danza mortale tra di essi muove le fila delle vite degli uomini e travolge esistenze, le annienta, le crea, le modifica. Possiamo chiamarlo Tempo, Destino, Caso, sta di fatto che non è altro che la prigione che noi stessi ci cuciamo addosso. Come Astrid ritornò a casa quella sera e ricominciò a vivere, così ogni uomo è morto e rinato nel tentativo di ritrovare ciò che quelle catene hanno strozzato, senza lasciare che nemmeno un momento fosse passato e caduto nell’oblio. E’ questo ciò che manda avanti l’umanità attraverso quello che si vede e non si vede. Molti lo chiamano amore, altri lo chiamano desiderio di vendetta, altri incapacità di rassegnazione, io lo chiamo vivere fino alla fine.


TEASER




BIOGRAFIA AUTRICE
Natascia Luchetti è nata nel Marzo del 1988 e vive a Polverigi, un paesino della provincia di Ancona. Sin dai tempi del liceo si è avvicinata alla letteratura gotica, horror e fantasy, prediligendo le produzioni dell’Ottocento inglese sia in prosa che in poesia. Ha iniziato a scrivere poesie in lingua inglese che tuttavia non ha mai pubblicato. Proprio da una di queste nasce la bozza de “Lo Specchio Nero”, ultimato soltanto dieci anni dopo, facendone il primo di una trilogia.
Nel 2015 ha scritto La trilogia gotica dello Specchio Nero (Lo Specchio Nero, La Strega dei Corvi, Il Risveglio della Fenice, editi : Cavinato Editore International) .
La letteratura non è l’unica passione di Natascia, infatti lei ha una passione sfrenata sia per la musica metal che per i videogames.

Raffaella

Nessun commento:

Posta un commento