martedì 2 agosto 2016

RECENSIONE "Uccidimi" - #3 Blood Bonds serie di CHIARA CILLI

Buon giorno lettori, oggi Maddalena ci parla in anteprima di Uccidimi, terzo romanzo della serie dark contemporanea Blood Bonds di Chiara Cilli, l'ultimo che vedrà protagonisti Henri Lamaze e Aleksandra Nikilayev. Ho amato ed odiato i protagonisti nel corso della loro trilogia. Mi sono immedesimata nelle parti, ho cercato di comprendere i "perchè" di tanti comportamenti, arrivando alla conclusione che non a tutto c'è una risposta. Vi ricordate dove eravamo rimasti con "Distruggimi"? Quel finale tanto atteso e tanto odiato? Bene. Il terzo ed ultimo romanzo parte proprio da quel momento: dal "rapimento" di Alek da parte del famigerato re Aleksej.


TITOLO: Uccidimi
AUTRICE: Chiara Cilli
SERIE: #3 Blood Bonds serie
DATA D'USCITA: 31 Luglio 2016
EDITORE: self publishing
GENERE: dark romance
AMBIENTAZIONE: Romania
NARRAZIONE: pov femminile e maschile alternati in prima persona alternati
CATEGORIA: odio/amore
FINALE: si cliffhanger
COPPIA: Henri Lamaze, rapitore di Aleksandra, Aleksandra Nikolayev, ragazza rapita da Henri.






TRAMA

Non avrei mai immaginato che la mia vita sarebbe finita così. Non avrei mai creduto che la mia vita sarebbe dipesa dalla sua. Ero pronta a morire per mano dell'uomo che mi aveva distrutto. Ero pronto a uccidere la donna che si era presa tutto me stesso. Ma la mia sofferenza non è ancora terminata. Ma me l'hanno portata via. Sta venendo a riprendermi, lo sento. Me la riprenderò, a qualsiasi costo. E questa volta non potrò fermarlo. E questa volta non fallirò. A meno che non sia io a ucciderlo.
**Attenzione** Romanzo Dark contemporaneo
Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente, linguaggio forte e rapporti sessuali di dubbio consenso o non consensuali. Non adatto a persone sensibili al dolore e alla schiavitù.

RECENSIONE



Non ho intenzione di spoilerarvi molto dal momento che questa storia deve essere letta senza conoscerne i contenuti, lasciandosi trasportare dalla fantasia dell'autrice. Una fantasia che mi ha lasciata a pensare e ripensare ad Alek ed Henri. La nostra protagonista affronterà delle prove fisiche e mentali che sarebbero capaci di stendere il più coraggioso degli esseri umani. E tutto questo pur di non sottostare al volere del re e del suo campione Cade. Basta una semplice scelta, delle semplici parole per porre fine a quel dolore, ma Alek, nonostante l'odio per Henri e nonostante la voglia di essere libera, non è disposta a tradite la propria ossessione. Perché lei sa che Henri la vuole distruggere, la vuole uccidere. Ha bisogno di eliminarla per iniziare a vivere. Henri la cerca, la rivuole.
recensione uccidimi di chiara cilli
È sua. Ha bisogno di lei. Ha bisogno di distruggerla e di odiarla, perché intuisce che sta iniziando a provare un qualcosa che non dovrebbe assolutamente provare: mancanza. Gli mancano i suoi occhi, la sua tenacia e determinazione a sfidarlo e ad odiarlo. Ragion per cui è disposto anche a chiedere aiuto alla Regina pur di rimpadronirsi della propria crudele ossessione. Sanno di essere distruttivi insieme, ma persi da separati. Ci ritroviamo davanti ad un aspetto dell'amore corrotto e carnale. Uno sguardo, un tocco e milioni di parole non dette fanno da sfondo al loro primo incontro dopo la separazione forzata e la quasi morte di Alek per mano del suo aguzzino, Henri. È adrenalina allo stato puro, panico più totale, eccitazione palpabile e passione pura. Siamo di fronte ad un incontro dalla forza distruttiva e costruttiva. Il cielo e la terra. Il sole e la luna. La vita e la morte. L'amore e l'odio. Mentre il primo romanzo si concentra maggiormente sull'aspetto carnale del rapporto ed il secondo su un aspetto più psicologico, il terzo ed ultimo romanzo è un insieme di entrambe le parti, con l'aggiunta di un qualcosa in più.
recensione uccidimi di chiara cilli
Sarà la comprensione dei loro sentimenti? Sarà solo odio? O qualcosa di diverso? Il finale per quanto risulti "forte" è quello che più ritenevo giusto. Ci sono amori nati per avere un lieto fine, altri sono creati per comprendere che anche l'amore ha un lato oscuro e malvagio che pochi conoscono. I nostri protagonisti lo proveranno sulla propria pelle, ustionandosi in maniera tale che quelle cicatrici siano il promemoria di una passione distruttiva e punitiva. Non so esce interi da questa storia ed io ne sono la prova. Che posso dire di più oltre che fare i miei complimenti a Chiara e alla sua capacità di stupirmi ogni volta. Non ti smentisci mai e non vedo l'ora di leggere di un altro fratello Lamaze.

Maddalena


1 commento:

  1. Grazie immensamente per questa bellissima recensione, Maddalena :D ♥

    RispondiElimina

Post più popolari