martedì 2 maggio 2017

Presentazione MAGGIO 2017 S.E.U. Autori Emergenti


Eccoci qui per la nuova presentazione di altri quattro libri di autori che hanno aderito all’Associazione di scrittori emergenti S.E.U., segnalandovi che dal 18 al 22 maggio si terrà il Salone del libro di Torino e potrete trovare anche l’Associazione allo stand Q10 nel padiglione 3, con tanti autori che si alterneranno per vendere i libri e conoscere i lettori.






Titolo: Giulia Alicante
Autore: Chiara Perina
Editore: 13Lab Edition LTD
Genere: Real fantasy
Formato: Cartaceo ed ebook
Pagine: 1046

http://www.13labedition.co.uk/13lab/home/152-giulia-alicante.html

Trama

Yuliana è la secondogenita di Fiderin, signore di Salkar, una delle più ricche città del Mahat. È una ragazza giovane, cresciuta tra le mura del castello insieme a sua sorella Sansierei e a Gavril, un lontano cugino da anni segretamente innamorato di lei. Balli, cavalcate, lezioni di scherma, di poesia: la sua, in fondo, è una vita felice. Non sa che un destino più grande pesa su di lei. Prima di morire, nel darla alla luce, sua madre ha sognato una ragazza con i suoi stessi occhi che avrebbe varcato il fuoco della porta fra i mondi, mentre nel buio risuonavano grida di guerra: un sogno che, come ogni altro, può rivelare una parte del futuro. La porta è una magia antica: da secoli la gente del Mahat ha imparato a invocarla, per raggiungere l’Aldear, l’oltremondo. Il mondo delle automobili, dei computer, dell’acqua corrente. Un mondo che è insegnato in ogni scuola. Un confine che Yuliana non ha mai avuto il coraggio di oltrepassare. Eppure, una notte, sogna un ragazzo: occhi verdi, capelli neri, la facciata del Politecnico di Milano. I loro sguardi s’incontrano, per un attimo, e lei si rende conto di essere destinata a salvarlo.

Estratto

La mia famiglia si strinse intorno a me: per la prima volta capii di essere parte di qualcosa. Qualunque destino ci aspettasse, non avrebbe potuto dividerci.
Fu strano, vivere quei momenti.
Le giornate scorrevano veloci, più brevi di un soffio di vento. Mi allontanavo di nascosto attraverso il giardino, fermandomi a contemplare gli ultimi raggi che accarezzavano le fronde degli alberi prima di tramontare dietro le colline. Osservavo il cielo, quella luce rosata che sembrava sfumare in un'infinità di colori, sentendomi all’improvviso molto sola.
Stavo cambiando. E avevo paura. Paura di perdere me stessa, in quel mondo così lontano.
Mille volte avevo sognato di andarmene, per correre incontro alla mia vita, al mio destino, ma soltanto in quei giorni capii che quel viaggio, come ogni altro viaggio, avrebbe avuto il suo prezzo.




Titolo: Io ti libererò
Autore: Jessica Maccario
Genere: Romantic suspense
Formato: Cartaceo ed ebook
Pagine: 173


https://www.amazon.it/Io-ti-liberer%C3%B2-Jessica-Maccario-ebook/dp/B018QU1TIC

Trama

Sally lavora al “The Secret Pub”, un locale con una clientela abituale, nascosto ai più. Fa parte di un gruppo musicale un po’ speciale, con un obiettivo ben preciso: divertire i clienti e rendere più piacevole la loro serata. Sally si esibisce con una maschera dipinta sul viso, un modo per nascondere la propria identità e sentirsi libera almeno per un giorno a settimana. Finché una sera, una pallottola passa a pochi centimetri da lei e una figura si dilegua nell’oscurità della notte. C’è qualcun altro che la osserva in mezzo alla folla, un uomo attraente di nome Sean, che dice di conoscere suo padre e la costringe a rivelargli la verità sul suo lavoro. Perché continua a seguirla? Che ruolo ha e perché sembra conoscere anche il suo assassino?
Mentre degli uomini le danno la caccia tra le vie di Londra, il pericolo si fa sempre più grande. Chi c’è a capo dell’inseguimento? Sally non sa più di chi fidarsi. È giusto affidarsi a uno sconosciuto da cui si sente attratta, al punto da svelargli il suo passato che per anni ha cercato di dimenticare?

Estratto

Brigante fu più rapido di lui, spiccò un salto e atterrò sulla schiena della ragazza. Lei cadde sull’asfalto singhiozzando e non fece nulla per proteggersi quando il cane fiutò i suoi vestiti e la bloccò sotto le sue zampe. Non reagì mentre Richard sfilava i sacchettini dalla tasca interna del vestito né si ribellò quando lui le tolse la mascherina rossa dal viso, unica protezione rimasta.
«Sally, bambina mia» Richard si perse in quegli occhi così familiari e al tempo stesso così estranei. Si era drogata da poco, aveva lo sguardo vacuo e spento, la mente confusa e sembrava piuttosto debole, come se non mangiasse da giorni. A vent’anni si era ridotta come uno straccio. Come hai fatto a diventare così? Come ho potuto permetterlo?
Brigante ringhiò, ricordandogli la sua ricompensa. Allora Richard estrasse un pacchetto, sfilò un pezzo di prosciutto e glielo lanciò. Poi si chinò su di lei e le accarezzò piano i capelli.
«Sapevo che saresti tornata qui, ti piaceva così tanto questa festa da piccola» mormorò e con le dita percorse il suo viso rigato dalle lacrime. «Mi dispiace di non essere arrivato prima.»
«Papà...»
Sally era sempre riuscita a scappare via, veloce come una gazzella, ma stavolta Richard sentiva che era diverso: questa volta voleva essere trovata. La prese tra le braccia, incapace di confortarla e con un unico desiderio nel cuore: che la sua bambina tornasse a vivere.



Titolo: La Cospirazione degli Involuti
Autore: Max Penna
Genere: Fantascienza
Formato: Cartaceo ed ebook
Pagine: 246

https://www.amazon.it/Cospirazione-degli-Involuti-Max-Penna-ebook/dp/B00MP3PDZM

Trama

Un'antica macchina del tempo si prepara a stravolgere la vita e le certezze di Michele, trasportandolo indietro di 200 anni, in una società evoluta, etica e tecnologicamente molto avanzata. Un mondo ben diverso da quello tramandato dalla memoria storica. Un'occasione unica per scoprire una cultura affascinante e coinvolgente, ma anche per conoscere capacità straordinarie quali telepatia e telecinesi. Il protagonista scoprirà, però, una sconcertante verità: lui è un involuto e, come tale, non potrà tornare al suo tempo fino a quando non evolverà. Ma non è il solo. Come lui, una piccola parte degli abitanti della Terra non è consapevole delle proprie capacità. Sono gli Involuti, una minoranza accolta dal resto della popolazione senza alcuna discriminazione, in attesa del loro salto evolutivo. Ma qualcuno trama affinché il mondo possa involvere per tornare sotto il controllo di pochi potenti. Michele si avventurerà, allora, nei meandri del tempo, estirpando le sue credenze per superare ogni suo limite e sviluppando doti incredibili persino per il popolo evoluto. Ma per salvare quella consapevolezza dovrà necessariamente affrontare il più grande dei paradossi temporali.

Estratto

Marica non riusciva a trattenere le lacrime al pensiero di non rivederlo più. Lo conosceva da poco, ma aveva qualcosa di unico che l'aveva colpita indelebilmente. Michele avrebbe voluto fare qualcosa. Sapeva però che non c'erano soluzioni.
Adesso più che mai.
Il trascorrere della sua vita nel passato poteva rivelarsi più pericoloso di una bomba atomica per lui. L'idea di sparire nel nulla non era assolutamente piacevole. Non poteva rimanere. Doveva andare. Era già stato fortunato fino a quel momento.
L'incoscienza dell'ignoranza era stata bilanciata da una incredibile fortuna. La prima cosa che aveva fatto quando era arrivato in questo periodo storico era stato proprio interagire con i suoi parenti del passato. Una piccola modifica alla storia, nel momento sbagliato, avrebbe potuto cancellarlo dalla faccia della terra, all'istante. L'amore era forte, ma l'istinto di sopravvivenza lo era altrettanto. Avrebbe dovuto cercare qualche alternativa, ma quale poteva essere? Portare Marica con lui nel futuro? Così da costringerla a cambiare completamente tutto il suo stile di vita? Non sarebbe stato un bel regalo per lei. Lei avrebbe avuto sicuramente una vita migliore nel suo tempo. Non poteva fare nulla.




Titolo: Il bambino di nessuno
Autore: Rita Volponi
Editore: Viola editrice
Genere: Thriller sociale
Formato: Cartaceo
Pagine: 174


http://www.violaeditrice.it/prodotto/il-bambino-di-nessuno/

Trama

"Un libro scomodo. Thriller psicologico, oscuro e drammatico in cui le storie, sapientemente orchestrate e dosate, si intrecciano e si scontrano. Un tema di fondo che brucia l'anima, vero e crudo. Una storia di tante storie che abitualmente ci stravolgono. Di quelle storie di vita che vogliamo dimenticare presto, e lo facciamo continuamente. Le ascoltiamo, ci indigniamo, e il tutto dura non più di cinque minuti. Ma qui, su un terreno non nostro, governato dalle leggi dell'autrice, siamo costretti ad affrontarle. Il male dell'uomo è qui, nella più crudele e incomprensibile delle sue espressioni. È un testo che disarma il nostro Io, costantemente intento a difenderci dai temi troppo angosciosi per essere affrontati dalla coscienza del Sé. Leggere queste righe raggela l'anima, ma il percorso educativo che ci viene imposto ha il valore della conoscenza e della consapevolezza, che solo attraverso un giro all'inferno può essere raggiunto". (Alessandro Terradura)


Estratto

Il bambino era seduto a terra e nascondeva il visino tra le mani. I suoi vestiti erano sporchi, i capelli arruffati e pieni di fili d’erba. Non parlava, non piangeva e non si muoveva; teneva solo gli occhi ostinatamente chiusi. Il piccolo non voleva contatti con il mondo esterno. 
Un piccolo randagio, un buffo incrocio tra un pincher toy e un barboncino, si era fermato allo stesso tronco e, dopo aver fatto i propri bisogni, si era accucciato accanto a lui, mansueto e pacioso. Il piccolo cane aveva deciso che quel bambino tutto solo aveva bisogno di un compagno, e chi meglio di lui che era solo al mondo? 
Il bambino si accorse di una presenza e, con gli occhi che facevano capolino tra le mani, si guardò attorno, lo vide, ed ebbe un balzo: “Perché stai qui? Non vedi che non ho nulla da darti? Io ho più fame di te e non ho niente, ma proprio niente. Quindi vattene via, voglio stare solo”. 
Per tutta risposta il piccolo cane, strusciando con la pancia a terra e assumendo la buffa postura di una ranocchia, gli si avvicinò, tirò fuori una lingua esagerata per un cane così piccolo, poi, scodinzolando felice, gli leccò la manina. Il piccolo, sentendosi leccare ritirò bruscamente la mano, poi, sopraffatto dall’emozione, abbracciò il cane in un atto di disperata solitudine.



Infine, vi segnaliamo il calendario delle interviste di maggio, che si terranno su un evento su Facebook raggiungibile dalla pagina https://www.facebook.com/SEUScrittoriEmergentiUniti.
Gli autori presenteranno il loro libro e risponderanno alle domande.

4 maggio dalle 21 alle 22:

Elide - Le tentazioni dell'ispettore Dallolio
Alessio Del Debbio - Anime contro
Franca Turco - Lusinda e la candela incantata

11 maggio dalle 21 alle 22:
Elisa Biffi - Solo sulle tue gambe
Jessica Maccario - Io ti libererò
Cristiano Pedrini - Le regole di Hibiki

25 maggio dalle 21 alle 22:


Chiara Pedrino - Giulia Alicante
Laura Santella - Lucifer

Nessun commento:

Posta un commento