venerdì 30 giugno 2017

COVER REVEAL "Un sasso nell'oceano" - #1 Bleeding Stars di A.L. JACKSON

E con grande gioia vi annuncio l'arrivo in Italia di A stone in the sea tradotto in Un sasso nell'oceano, primo volume della Serie Bleeding stars dell'autrice bestseller del New York Times e di USA Today A.L. Jackson. Il romanzo è stato tradotto da una traduttrice e sarà disponibile sulla piattaforma online a partire dal 10 Luglio. Siete pronte a conoscere il sexy bad boy e frontman Sebastian Stone? Noi sì e non vediamo l'ora!!


DATA D'USCITA ebook: 10 Luglio 2017

TITOLO: Un sasso nell'oceano
TITOLO ORIGINALE: A stone in the sea
SERIE: #1 Bleeding Stars
AUTORE: A.L. Jackson
EDITORE: self publishing
GENERE: rosa contemporaneo
Pagine: 380
Prezzo Ebook: 3,99
SINOSSI

Lui non voleva niente...
Finché non ha scoperto che lei aveva tutto da offrire.
Sebastian Stone, frontman dei Sunder, si caccia sempre nei guai. I problemi lo seguono ovunque vada.
Con i suoi precedenti, avrebbe dovuto sapere che Shea Bently sarebbe stata un problema. Ma la dolce e innocente ragazza del Sud era l'unica cosa che riusciva a vedere. L'unica cosa che voleva vedere.
Adesso annegano entrambi in un mare di desiderio, affondando irrimediabilmente in un mondo di lussuria, e la loro passione si rifiuta di lasciarli risalire a galla per respirare.
Per quanto lui voglia che le cose tra di loro funzionino, Shea ha un tormentato passato alle spalle, uno da cui è intenzionata a fuggire a tutti i costi. Tuttavia, alcuni segreti non muoiono mai.
Se il passato di Shea venisse riportato alla luce, potrebbe distruggere il mondo di Sebastian. Quest'ultimo deve decidere se vale la pena sfidare la corrente per lei o se dovrebbero semplicemente affondare come un sasso nell'oceano.

Serie Bleeding Stars:

#1 Un sasso nell'oceano
#2 Drowning to breathe
#3 Where lightning strikes
#4 Wait
#5 Stay
#6 Stand

ESTRATTO

Mi fermai a un paio di tavoli per consegnare i drink, presi l'ordinazione di un gruppo di giovani donne che aveva unito due tavoli per poter contenere la loro combriccola, e lasciai vagare lo sguardo per la mia sezione per assicurarmi di
non essermi persa nessun cliente. I miei occhi si posarono sulla figura solitaria seduta in disparte sul divanetto nell'angolo più lontano della stanza. Non c'era l'ultima volta che avevo fatto il giro dei tavoli.
Muovendomi a zig zag tra la calca di gente, avanzai verso di lui. Per qualche ragione, i miei passi divennero più lenti man mano che mi avvicinavo. Portava un berretto nero e aveva la testa abbassata, la sua attenzione fissa sul telefonino, il cui schermo luminoso risaltava nell'oscurità. I miei occhi furono attratti dalle sue  mani  grandi  e  forti  che  reggevano  il  costoso  dispositivo;  sembravano possenti  proprio  come  la  sua  presenza.  Indossava  una  camicia  a  maniche lunghe, con i polsini arrotolati sugli avambracci in maniera disinvolta, rivelando un intricato tatuaggio inciso sulla pelle.
La curiosità si accese dentro di me.
All'improvviso, desiderai  di  stargli  più vicina,  solo per poter distinguere il disegno. Anche  se  le  persone  che  venivano  qui  appartenevano  ad  ogni  tipo  di estrazione sociale – giovani e vecchi, musicisti country e rockettari, motociclisti e uomini d'affari – lui sembrava comunque spiccare, troppo pieno di vitalità per far parte dei confini di queste mura. E non avevo ancora visto il suo viso.
Alzai mentalmente gli occhi al cielo. Datti un contegno, Shea.
Tirando un respiro,  mi  ricomposi  e mi  avvicinai  lentamente al  divanetto a forma  di  ferro  di  cavallo  su  cui  era  seduto.  Con voce  abbastanza  alta  da sovrastare la musica e il  frastuono di voci,  gli  rivolsi  il  mio saluto standard.
«Salve! Benvenuto al Charlie's.»
Le sue mani si strinsero maggiormente intorno al cellulare quando udì le mie parole,  e sembrò impiegare un'eternità per  sollevare la testa,  come se stesse contemplando se rivelare o meno la sua identità.
E quando lo fece, quasi desiderai che non l'avesse fatto.
Per un euforico secondo, il tempo si fermò e mi persi nel volto più bello che avessi mai visto. Non era perfetto, e forse questo era il problema. Le sue labbra carnose erano leggermente sghembe da un lato,  gli  zigomi  alti  e definiti,  la mascella severa e squadrata e ricoperta da una barba di tre giorni. Una cicatrice gli tagliava il sopracciglio destro, facendolo apparire più calante su quel lato, e c'era traccia di un altro sfregio sotto al mento.
Ma era la durezza che ardeva nei suoi strani occhi grigi che mi tolse il fiato dai polmoni.
No, non era perfetto.
Soltanto bellissimo e cupo, e un po' spaventoso.
Il mio cuore prese a battere forte e non potei evitare di fare un passo indietro, sorpresa, quando un lento fremito di attrazione formicolò sotto la mia pelle – come piume che mi sfioravano ovunque – prima di stabilirsi e palpitare nel mio basso ventre. Forse era passato troppo tempo da quando avevo permesso ad un uomo di toccarmi, perché d'un tratto persi il contatto con la mia piccola realtà.
La realtà dove gli uomini non provocavano una simile reazione in me, perché non ero così ingenua da andare in cerca di quel tipo di dolore straziante.
No, non avevo un sacco di priorità o preoccupazioni.
Ne avevo solo una.
Non potevo permettermi di flirtare o divertirmi, non come le donne normali della mia età.  Non potevo rischiare di affrontare i  problemi  che un ragazzo Come lui avrebbe sicuramente causato.

L'AUTRICE

A.L.  Jackson è un'autrice bestseller  del  New York Times e di  USA Today.
Scrive emozionanti e sensuali storie d'amore che hanno per protagonisti ragazzi che amano essere un po' "cattivi".
Le sue serie di successo sono The Regret Series, Closer to You e la recentissima Bleeding Stars.
Quando non scrive,  la si  può trovare a rilassarsi a bordo piscina con la sua famiglia, a sorseggiare cocktail con le sue amiche e, naturalmente, con il naso
immerso in un libro.

Nessun commento:

Posta un commento