lunedì 30 maggio 2016

RECENSIONE 'Non sarà un'avventura' di Whitney Gracia Williams



























TRAMA:

Lei mi ha mentito…
Ha infranto l’unica regola su cui non transigo: l’onestà. Onestà completa e totale. Vorrei davvero che fosse un’altra. Vorrei che fosse una donna qualunque per me, una che non mi scuote nel profondo, una che posso scartare facilmente come è accaduto con tante altre prima di lei.
Ma non è così.
Sono attratto da lei come non lo sono mai stato in vita mia: sono del tutto rapito, stregato. Ma purtroppo il mio passato sta lentamente tornando a galla e presto sarà sotto gli occhi di tutti. Dovrò trovare il modo di lasciarla andare.
Non potrà mai essere mia.


SECONDO VOLUME DELLA SERIE SPLENDIDO DUBBIO


RECENSIONE:


Il primo volume della serie mi aveva lasciata con l'amaro in bocca, Andrew sposato? Non riuscivo a crederci, e ora? 
Non so se sia peggio che sia sposato o quello che ho scoperto con questo secondo volume. 
L'autrice è tremendamente brava a tenere il lettore appeso ad un filo ed anche in questo libro non si è smentita.

Appeso ad un filo, oltre al lettore, c'è Aubrey. Come si fa a desiderare così tanto una persona che non fa altro che respingerti e usarti?

Leccandomi la pelle, sospirò: «Non ti è mancato che ti scopassi?» «È stato solo due volte». Sussultai
quando le sue mani mi accarezzarono le cosce. «Non bastano per sentire la mancanza…». Mi diede un morso e si scostò per guardarmi. Il respiro mi venne meno appena scivolò con due dita dentro di me muovendole su e giù. «Sembra proprio che ti sia mancato…». Affondò, facendomi gemere.


Ma Aubrey non sa che il peggio deve ancora venire, Andrew l'ha umiliata, respinta, le ha fatto sentire il sapore di una relazione per poi stracciare tutto quello che finalmente stavano costruendo.

In questo volume ci sarà il ritorno del passato di Andrew e Aubrey che nel passato ci ha già vissuto abbastanza.

Tutti i nodi stanno venendo al pettine, Andrew ha sempre decantato la sua sincerità e trasparenza, ma sarà davvero così cristallino o anche lui ha le sue bugie? 

«Cosa stai dicendo?» «Sto dicendo che devi prendere
tutte le tue cose così posso portarti a casa, e d’ora in poi tu sei la mia praticante e io il tuo
capo. Per me sarai la signorina Everhart e per te sarò Mr Hamilton». «Andrew…». «Mr. Hamilton. Cazzo». Si precipitò verso di me e afferrò le sue cose, le lacrime le rigavano il viso. «Vaffanculo. VAFFANCULO. Questa è l’ultima volta che ti comporti da schifo con me». Corse fuori dall’appartamento, sbattendo la porta alle sue spalle. 

In una serie dove nulla è ciò che sembra e le bugie regnano sovrane, Andrew e Aubray troveranno il loro lieto fine? 

Manca un ultimo volume, spero esca prestissimo, i libri sono corti e (per ora) hanno tutti un finale che scopre un' altro nodo, spero vivamente che il prossimo libro faccia uscire alla luce tutti i dubbi e le menzogne, perchè oltre ad essere curiosissima, tifo per Aubrey.

Era la terza volta quella settimana
che passava la notte a casa mia, ed era inutile anche fingere che mi dispiacesse. Non sapevo cosa stesse succedendo, ma mi aveva definitivamente catturato. Si stava insinuando in ogni mio pensiero, e malgrado gli sforzi per tentare di tornare in me, per ricordare a me stesso che poteva trattarsi solo di una cosa passeggera, lei penetrava sempre di più nella mia vita. 

VOTO: 5/5.
Sabrina


Nessun commento:

Posta un commento