martedì 13 settembre 2016

CINQUANTA SFUMATURE DI NERO: TRAILER E PRIME PAGINE DEL POV DI GREY 2


Ciao readers, oggi finalmente dopo tanta attesa è uscito il primo trailer di Cinquanta sfumature di Nero, il secondo capitolo della saga di E.L. James.
A distanza di pochi mesi dall'uscita del film il 9 Febbraio 2017, la James ci ha deliziato nel giorno del compleanno di Anastasia (10 settembre) con due pagine del nuovo pov di Christian Grey. L'uscita di questo secondo pov non è ancora stata stabilita e noi del blog The reading's love abbiamo avuto il piacere di tradurre per voi questo breve estratto offerto dalla James.


Poster ufficiale italiano di Cinquanta sfumature di Nero




TRAILER IN INGLESE
DI CINQUANTA SFUMATURE DI NERO



TRAILER IN ITALIANO
DI CINQUANTA SFUMATURE DI NERO







ESTRATTO INGLESE DI GREY 2




TRADUZIONE ESTRATTO GREY 2

Giovedì 9 Giugno 2011
Sono seduto. Aspetto. Il mio cuore sta battendo furioso. Sono le 5:36 e fisso attraverso il vetro oscurato della mia Audi, il portone del suo palazzo. So che sono in anticipo, ma ho aspettato questo momento tutto il giorno.
Sto per vederla.
Mi sposto sul sedile del retro della macchina. L’atmosfera diventa soffocante, e sto provando a rimanere calmo, l’aspettativa e l’ansia mi stanno contraendo lo stomaco e mi comprimono il petto. Taylor se ne sta seduto sul sedile del guidatore, fissando dritto di fronte a sé, muto, all’apparenza composto come suo solito, mentre io riesco a malapena a respirare. È irritante.
Dannazione. Dov'è lei?
Lei è all'interno – all’interno della Seattle IndependentPublishing. Situato oltre un largo, marciapiede aperto, il palazzo è malandato e ha bisogno di essere rinnovato. L’effetto ghiacciato sulle finestre si sta staccando e il nome della compagnia è inciso malamente sul vetro. Gli affari dietro quelle porte chiuse potrebbero essere di una compagnia di assicurazioni o di una ditta di contabilità: non stanno esponendo la loro merce. Bene, quello è qualcosa che posso rettificare quando ne assumerò il controllo. La SIP è mia. Quasi. Ho firmato l’accordo preliminare.

Taylor si schiarisce la gola e i suoi occhi incontrano i miei nello specchietto retrovisore.
“Aspetterò fuori, signore,” dice, sorprendendomi, e salta fuori dalla macchina prima che io possa fermarlo. Forse è più contagiato dalla mia tensione di quanto pensassi. Sono così ovvio? Forse anche lui è teso. Ma perché? Mi scappa un sospiro. Lui ha avuto a che fare con i miei continui sbalzi d’umore questa settimana e so che non sono stato facile da gestire.

Oggi è stato diverso. Un giorno pieno di speranza. È il mio primo giorno produttivo da quando lei mi ha lasciato, o così mi è sembrato. L’ottimismo mi ha spronato ad affrontare le mie riunioni con entusiasmo ed è stato rovinato soltanto dal mio costante bisogno di controllare l’orologio. Dieci ore fino a che la vedrò.
Nove. Otto. Sette...
La mia pazienza è stata messa alla prova dall’orologio che ha continuato a ticchettare avvicinandomi sempre più al mio ricongiungimento con Miss Anastasia Steele.

E adesso che sono seduto qui, solo e in attesa, la determinazione e la sicurezza di cui ho goduto tutto il giorno si è volatilizzata.

Forse lei ha cambiato idea.

Ci sarà una rappacificazione? O questo è  solo un passaggio gratis per Portland?

Controllo il mio orologio di nuovo.



5:38
Merda. Perché il tempo scorre così lentamente?
Contemplo l’idea di mandarle un’email per farle sapere che sono qui fuori, ma appena armeggio col mio cellulare, mi rendo conto che non voglio staccare gli occhi dal portone del palazzo. Nella mia mente scorro le sue ultime email. Le conosco a memoria; tutte quante amichevoli e concise ma senza il segnale del fatto che io le sia mancato.
Forse io sono davvero solo un passaggio gratis.
Allontano quel pensiero e fisso la porta d’ingresso, sperando che appaia.
Anastasia Steele, sto aspettando.
Le porte si aprono e il mio cuore va immediatamente su di giri, ma subito si calma per la delusione. Non è lei.
Dannazione.
Lei mi ha sempre fatto aspettare. Un sorriso privo di ironia distende le mie labbra: l’ho aspettata da Clayton, all’Heathman dopo il servizio fotografico e dopo che le ho inviato i libri di Thomas Hardy.
Tess...
Mi chiedo se li abbia ancora. Lei voleva ridarmeli; voleva donarli in beneficenza.
“Non voglio niente che mi ricordi te.”
L’immagine di quando mi ha lasciato appare nella mia mente; la sua tristezza, il suo volto pallido turbato dal dolore e dalla confusione. È indesiderata e dolorosissima.
Io l’ho resa così infelice. Ho portato le cose troppo oltre, troppo in fretta. E la cosa mi tormenta di rimorso. La disperazione mi è diventata così familiare da quando se n’è andata. Chiudendo gli occhi provo a concentrarmi, ma mi sto confrontando con la mia più profonda, oscura paura: che lei abbia incontrato qualcun altro. Che lei stia condividendo il suo piccolo letto bianco e il suo bellissimo corpo con qualche fottuto estraneo.
Dannazione. Sii positivo, Grey.
Non andare lì con la testa. Non tutto è perduto. La vedrai tra poco. I tuoi piani stanno procedendo. La riavrai indietro. Aprendo gli occhi, fisso il portone d’ingresso attraverso il vetro oscurato dell’Audi che adesso riflette il mio umore. Altre persone escono dal palazzo, ma non ancora Ana.
Dov'è lei?
Taylor passeggia fuori guardando attraverso il portone. Cristo, sembra nervoso quanto me. Che diamine gli prende?
Il mio orologio dice 5:43. Lei sarà fuori da un momento all'altro. Prendo un respiro profondo e mi sistemo i polsini, poi provo a raddrizzare la mia cravatta solo per ricordare che non ne sto indossando una. Merda.
Passandomi la mano attraverso i miei capelli, provo a respingere i miei dubbi ma loro continuano a tormentarmi. Sono solo un passaggio gratis? Le sono mancato? Mi rivuole indietro? C’è qualcun altro? Non ne ho idea.
Questo è peggio di quella volta che l’ho aspettata al Marble Bar, e l’ironia non mi sfugge. Pensavo che quello fosse stato il più grosso accordo che avessi mai negoziato con lei.
Aggrotto le sopracciglia - non è andata come mi aspettavo.
Niente va mai come programmo con Miss Anastasia Steele. Il panico mi tormenta lo stomaco ancora una volta. Oggi, negozierò l'accordo più grande.



La rivoglio indietro.
Lei ha detto che mi amava…
I miei battiti cardiaci accelerano mentre l’adrenalina invade il mio corpo.
No. No. Non pensarci.
Stai calmo, Grey. Concentrati.
Rivolgo un’altra occhiata all’ingresso della Seattle IndependentPublishing e lei è lì, sta camminando verso di me.
Cazzo.



Mr Grey e Miss Anastasia al ballo





Momento extra nella versione ufficiale di Instagram


TRAILER UFFICIALE DI INSTAGRAM
al seguente link:


STILL UFFICIALI DEL FILM









Lo staff di The reading's love

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari