venerdì 25 novembre 2016

RECENSIONE "Danza per me" di EMILY PIGOZZI

Ciao readers, oggi vi parlo della seconda pubblicazione dell'autrice Emily Pigozzi con la collana YouFeel della Rizzoli. Danza per me è uno di quei romanzi soffici, dolci e soavi che come una ballerina ti entra nel cuore a punta di piedi.


TITOLO: Danza per me
AUTRICE: Emily Pigozzi
DATA D'USCITA: 30 Settembre 2016
EDITORE: Rizzoli collana YouFeel
GENERE: erotico
NARRAZIONE: pov femminile e pov maschile alternati in prima persona
TARGET: romance, danza
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Bianca, ballerina all'Accademia della Scala; Max, uomo misterioso che Bianca incontra su un treno.




SINOSSI

Lei non conosceva il linguaggio della passione, lui le avrebbe insegnato i passi per raggiungere la felicità.
Fin da bambina Bianca ha un sogno: diventare una famosa ballerina classica. Per questo studia duramente all’Accademia della Scala. Nella sua vita sembra non esserci posto per l’amore, il suo corpo è solo uno strumento per la danza. Ma un giorno, in seguito a un provino andato male, una delle sue insegnanti le spiega che il suo modo di ballare è corretto ma meccanico, senza sentimenti. Delusa e piena di dubbi, Bianca decide di partire e per caso, complici un treno guasto e un black-out, conosce Max. Giovane, bellissimo ed enigmatico, per Bianca è naturale confidargli i suoi problemi e le sue paure. Max le fa una proposta: sparire con lui per pochi giorni. Le insegnerà il gusto dell’amore e della sensualità. E subito dopo i due dovranno salutarsi, per non rivedersi mai più. Ma non sempre la vita va come previsto, spesso lo spettacolo è diverso dalle prove. Dopo quei pochi giorni nulla è più come prima: Bianca e Max si ritroveranno invischiati in una spirale di passione e di desiderio dalla quale sembra impossibile uscire, per quanto la vita provi a dividerli per sempre.
Un romanzo delicato e sorprendente, una passione che sboccia in punta di piedi e diventa un maestoso e sensuale passo a due.

RECENSIONE

Quando leggete un romanzo avete mai avuto quella sensazione di fluttuare nell'aria, di essere incantati da ciò che il romanzo riesce a trasmettervi e da ciò che riesce a lasciarvi nel cuore? "Danza per me" è uno di quei romanzi soffici, dolci e soavi che come una ballerina ti entra nel cuore a punta di piedi.



Bianca è una sognatrice: fin da piccola a piccoli passi ha scelto di percorrere con costanza e determinazione la strada della danza. Con  l'entrata nell'Accademia della Scala, il prestigioso teatro di Milano Bianca ha dimostrato tutta la sua abilità e maestria puntando sempre in alto.
Ma tutto questo non è bastato a renderla all'altezza di una ballerina professionista perché i suoi movimenti meccanici non esprimono sentimento, il suo volteggiare leggiadro come una farfalla in piena libertà non suscitano emozioni, il suo viso è statico e non esprime quell'ardore e quell'entusiasmo che dovrebbe trasmettere allo spettatore.
E' come se Bianca non avesse uno scopo o una persona per cui danzare e non mettesse anima e corpo in ciò che esegue.
Ma il destino decide che proprio su quel treno dopo quel black-out la vita di Bianca debba sfiorarsi con quella di Max.
Max è un uomo misterioso, travolgente e sensuale che farà scoprire a Bianca la vera essenza del piacere, la catapulterà in una nuova dimensione effimera svelandole i piaceri dei sensi e dell'anima. Tutto ruota intorno a quelle due notti trascorse all'insegna del piacere e a quelle successive che cambieranno le prospettive di entrambi i protagonisti.
Lui le insegnerà la passione e le farà provare sensazioni mai provate prima di allora, la travolgerà in anima e corpo e le darà un motivo per cui danzare; lei lo esporrà allo scoperto, coglierà i frutti dei suoi insegnamenti e delle sue emozioni e gli darà un motivo per cui vivere.
Proprio come un fiore che sboccia dopo aver superato le avversità del rigido clima invernale, Bianca schiude il proprio cuore genuino e incontaminato donandogli vita e amore.
A passi di danza Max entrerà nella sua vita, la sconvolgerà e la rafforzerà.
Nonostante la carica erotica di sfondo, nel romanzo si ritrova una componente romantica molto forte che predomina sulle altre. La narrazione dal punto di vista di Bianca con all'alternarsi di alcuni pov dal punto di vista di Max  la curiosità esorta il lettore ad avanzare con la lettura poiché il mistero di Max si fa sempre più fittizio e interessante e solo alla fine il lettore scopre la sua verità.
Con la dolcezza, la passione e la determinazione nell'inseguire il suo sogno, l'autrice ci dona un romanzo dalle note leggiadre e seducenti.

Un bacio,
Raffaella


1 commento:

Post più popolari