martedì 15 novembre 2016

RECENSIONE "Là dove finisce il mare e comincia l'orizzonte" di ERIKA STELLITANO




SINOSSI

Un romanzo introspettivo basato su un dialogo immaginario, ma verosimile, tra un uomo e una donna innamorati che però sono condannati all'incomunicabilità. Sullo sfondo si delineano le principali tematiche pirandelliane che ne hanno ispirato la scrittura: dalla frammentazione dell'essere, all'umorismo, alla soggettività della realtà, alla celeberrima "maschera". 
 RECENSIONE


Buonasera amici,
Sono qui ad esporre il mio parere sulla mia ultima lettura. Parlo del romanzo di Erika Stellitano: “ là dove finisce il mare e comincia l’orizzonte”.



Protagonisti della storia sono Daniel e Claudia.
Un’amicizia, una passione e un unico dolore: separazione. Non solo dettata dalla lontananza, ma dal terrore di Daniel di non essere capace di amare Claudia come lei davvero merita.. Claudia, ancorata ancora al passato, non riesce a comprendere come Daniel abbia potuto prenderla in giro. Tenterà di salvarlo dalla solitudine, ma come si fa a salvare qualcuno che non è disposto a farsi aiutare? 
All’inizio non capivo il comportamento di Daniel nei confronti della nostra protagonista e forse ancora non mi è del tutto giustificato, ma andando avanti con la lettura s’intuisce sia il motivo reale di questo allontanamento che di certe scelte prese.
Romanzo ricco di contenuti. La scrittrice ha utilizzato un linguaggio scorrevole nei dialoghi, ma un po’ meno nelle descrizioni. Sono stati affrontate varie tematiche in maniera impeccabile e con cognizione di causa. Due personaggi paradossalmente opposti. Confusione, stordimento, paura e solitudine fanno da cornice alla vita di Daniel. Coraggio, tenacia e amore rendono Claudia la combattente per eccellenza, l’eroina della storia. L’amore ti salva, in qualsiasi circostanza.

Maddalena

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari