lunedì 23 gennaio 2017

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Voglio noi" di ELISA GENTILE

Ciao readers, oggi vi parlo in anteprima di Voglio noi, il nuovo romanzo di Elisa Gentile in uscita oggi con la Newton Compton. Un romance contemporaneo i cui protagonisti alternano un sentimento di odio, un sentimento burrascoso che lentamente si trasforma nel sentimento puro di amore. Personaggi imperfetti nelle loro imperfezioni a cui affezionarsi risulta molto semplice, soprattutto quando di mezzo c'è un piccolo bimbo paffutello di nome Axel in grado di conquistare il cuore dei lettori.

TITOLO: Voglio noi
AUTRICE: Elisa Gentile
DATA D’USCITA: 23 Gennaio 2017
EDITORE: Newton Compton
GENERE: romance contemporaneo
NARRAZIONE: pov femminile e pov maschile in prima persona alternati
CATEGORIA: amore/odio
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Celeste, ragazza madre che lavora part-time in un supermercato e come spogliarellista in un night club; Matteo, vicino di casa di Celeste.





SINOSSI

Celeste ha poco più di vent’anni ed è la madre di Axel. Ma Celeste è anche Cleo, ovvero la ragazza che lavora part-time in un supermercato e vive una storia d’amore molto passionale con un ammiraglio della Marina inglese. E infine, Celeste è Blue, una spogliarellista in un locale che si chiama Sublime… Matteo ha quasi trent’anni, ha lasciato Bologna per sfuggire al suo passato e si è trasferito a Vignola, dove vive insieme alla sua compagna, Lea. A loro Celeste lascia Axel quando la notte lavora al Sublime. Matteo la disprezza per questo. Durante l’addio al nubilato di un suo amico, il ragazzo scopre che Celeste e Blue sono la stessa persona. A questo punto, l'astio nei suoi confronti si trasforma in vero odio, prima di lasciare spazio a un sentimento travolgente che mai avrebbe pensato di poter provare… 

RECENSIONE

Celeste è una madre single che ama suo figlio Axel più di qualunque cosa al mondo. Lui è stato la sua salvezza e la luce in una vita fatta di oscurità. Fin dalla sua nascita ha cercato di dargli il meglio, di accudirlo nel meglio delle sue possibilità e di non fargli mai mancare amore e affetto. Da qualche mese è fidanzata con Shannon, un marine inglese dall'aspetto rude e affascinante che le dona piacere e che non le fa mai mancare nulla.
Pur di offrire il meglio al figlio, oltre al lavoro part-time in un supermercato della città, di notte diventa Blue, una spogliarellista acclamata e trasgressiva del night club Sublime.
Indossando una maschera che cela il suo viso e un abbigliamento sexy molto attraente, balla e seduce i clienti del night club intorno ad un palo.
Non è di certo vincolata a svolgere questo lavoro ma è disposta a tutto per dare un futuro migliore ad Axel e non fargli mai mancare nulla. Durante questo lavoro notturno lascia suo figlio nelle mani di Lea e Matteo, due perfetti sconosciuti che vivono al piano di sopra.
Quando però Celeste comincia a scontrarsi con Matteo, che stanco del mancato ruolo genitoriale che svolge, non perde occasione di ammonirla e di mettere in dubbio le sue adempienze nei confronti di Axel.
Matteo non è a conoscenza della doppia identità di Celeste e né del suo lavoro al Sublime. Nelle notti ad accudire Axel, Matteo impara a stringergli le sue manine candide e piccine, a giocare con lui e a volergli bene. Matteo desidera solo il bene e la tranquillità per lui, un bene che lui stesso durante la sua infanzia non ha mai conosciuto. E quando scopre che durante le ore notturne fa la spogliarellista al Sublime il suo odio diventa più accecante.
L'odio e il disdegno che Celeste e Matteo provano nei confronti dell'altro, aumenteranno sempre più fino a diventare insostenibili e a coinvolgere anche i loro rispettivi compagni.
Ben presto però questo sentimento di odio si trasformerà in qualcosa di più vivo, forte e inarrestabile: una passione accecante, dolorosa e ardente come le fiamme divampanti del fuoco.
Matteo è un personaggio incontrollabile, burbero ma fondamentale. Ha una storia e un passato difficile alle spalle con il quale deve fare i conti e convivere nel presente.
Quando i suoi occhi e il suo cuore incontrano quelli di Axel tutto il mondo intorno a lui cambia e la voglia di dargli tutto il bene che possiede diventa incontenibile. Rivede se stesso in Axel, un bambino sperduto, desideroso di affetto e amore, di avere due genitori che lo amino incondizionatamente.
Esternamente il suo rapporto con Lea sembra perfetto ma in realtà non è quello di cui entrambi hanno bisogno: i problemi e i litigi che nascono tra di loro non vengono risolti discutendo o trovando un punto di unione ma solo e unicamente con il sesso, un sesso appagante che non risolve i problemi, bensì li accantona in un angolo buio, sempre pronti lì a venire alla luce e a distruggere tutto.
Matteo possiede un rapporto violento con il sesso: usa il sesso per riversare le sue paure, i suoi sbagli, i suoi sensi di colpa che lo divorano e gli rendono difficile l'esistenza.
E anche il primo contatto con Celeste non è uno dei migliori: la odia cosi tanto, odia il suo lavoro, odia le sue inadempienze nei confronti di Axel, odia che Axel sia con loro piuttosto che con la madre. Il loro rapporto inizialmente burrascoso lentamente comincia a prendere forma, a cambiare aspetto finché senza accorgersi cominciano ad amarsi senza riserve.
Pagine e pagine che scorrono, che hanno il potere di riversare nel lettore il dolore dei protagonisti, le loro paure, ma anche l'amore e la passione che li lega.
Ho amato Axel, un piccolo bambino indifeso che desidera amare ed essere amato senza riserve, senza dubbi e senza tempo. Mi sono innamorata della capacità dell'autrice di attribuirgli un'intelligenza spiccata e rara, data la sua tenera età. Ho amato ogni piccola parola che usciva dalla bocca di Axel, ogni contatto con il mondo esterno, ogni gesto, anche il più insignificante. La sua dolcezza unica e la sua tenerezza mi hanno fatto commuovere, la sua prontezza nel difendere la mamma, di proteggerla. Axel e Celeste sono una cosa sola, si amano e si proteggono a vicenda.
L'alternanza dei due pov aiuta a conoscere in fondo i due protagonisti, a conoscere le loro sofferenza, le scelte di Celeste dettate dal buon senso e dalla maturità di donare al figlio tutto ciò che può dargli. Non è una prostituta, non l'ho mai considerata tale; è una donna coraggiosa in grado di assumersi le sue responsabilità, di essere disposta a tutto per Axel, anche se tutto ciò va contro la sua dignità, una donna fragile nelle sue imperfezioni e bramosa di amore.
Anche questa volta la Gentile è riuscita a creare un mix perfetto, una storia difficile da comprendere ma giusta e simile al mondo d'oggi più di quanto possiamo pensare.
Personaggi imperfetti nelle loro imperfezioni a cui affezionarsi risulta molto semplice, soprattutto quando di mezzo c'è un piccolo bimbo paffutello di nome Axel in grado di conquistare il cuore dei lettori.

Raffaella


1 commento:

Post più popolari