mercoledì 15 febbraio 2017

RECENSIONE "Il giardino dei profumi perduti" di JAN MORAN



SINOSSI

Quando Danielle Bretancourt lascia la Polonia a bordo di un transatlantico di lusso, salutando suo marito e la sua amata nonna, non immagina che la sua vita sta per cambiare per sempre. Danielle ha un dono speciale: riesce a creare dei profumi perfetti. La sua famiglia ha prodotto profumi per centinaia di anni e lei intende portare avanti la tradizione. L’anno è il 1939, e la dichiarazione di guerra nel continente europeo minaccia la sua famiglia, sparsa nei diversi paesi. Viaggiando attraverso Londra e Parigi e poi verso la Polonia occupata, Danielle cerca disperatamente i suoi cari, aiutata dall’affascinante Jonathan Newell-Grey, giovane capitano della Marina. Nonostante le innumerevoli difficoltà, riuscirà a trovare alcuni dei suoi familiari e a fuggire in America, povera e senza risorse, per iniziare una nuova vita. Una volta a Los Angeles, potendo contare solo sulla sua determinazione e il suo talento, una nuova sfida la attende: conquistare con i suoi profumi la raffinata élite di Hollywood.

RECENSIONE

Un romanzo delicato che affronta le perdite e le conquiste, la caduta e la forza di combattere e di coraggio.
Danielle è un’aristocratica parigina e una profumiera brillante dalle eccellenti qualità, sposata con un nobile tedesco.
Vivono in Polonia con il loro figlio Nicky e possiedono una grande azienda di famiglia. Cosa potrebbe andare storto in una vita così idilliaca? Siamo agli inizi della Seconda guerra mondiale, la guerra delle vite innocenti spezzate, della malvagità e dell'odio umano. A Danielle le viene portata via tutta la vita che aveva costruito fino ad allora: la casa, il lavoro, la famiglia e il futuro.
Ma proprio quando tutto sembra davvero perduto la nostra protagonista non si arrende e combatte per poter essere di nuovo libera e felice. E' proprio qui che vediamo emergere il suo carattere battagliero, coraggioso e forte che va al di sopra tutto il resto. Quando fugge in America con il minimo indispensabile che è riuscita a salvare sembra trovare di nuovo la felicità sentimentale, ma scopre che le delusioni sono ancora dietro l’angolo e la sua lotta per salvare il suo amore dovrà continuare. Nel frattempo Danielle riesce a costruirsi una solida attività di sarta e profumiera per l’élite di Hollywood donando con la sua maestria stabilità economica alla madre, alla nipotina e alla figlia. Danielle ci insegna a non arrenderci mai, a lottare per ciò in cui crediamo, a lavorare duramente per avere le ricompense che ci spettano e ad avere fiducia in se stessi. Conoscerà nemici, amici e amanti, storie di speranza e di storie di fine, in un’Europa condannata alla guerra e in un’America scintillante creano un romanzo audace e pieno di suspense che vi farà piangere, vi divertirà, vi trascinerà in realtà lontane e sconosciute e vi farà venire voglia di indossare il vostro profumo preferito, quello che vi fa sentire a casa. Perché l’altro vero protagonista è lui, il profumo. Quello creato per un'occasione importante, quello che trasmette amore e passione, quello che vi trasmette odore di casa e di famiglia.

Raffaella

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari