lunedì 10 aprile 2017

RECENSIONE "Come fuoco sulla pelle" di DEBORA C. TEPES

Salve readers, oggi Sabrina vi parla del nuovo splendido libro di Debora C. Tepes, Come fuoco sulla pelle. Un altro incantevole libro scritto da una penna unica. Ringrazio l'autrice per la splendida possibilità e non mi resta che presentarvi Tiago e Selena.


TITOLO: Come fuoco sulla pelle
SERIE: #3 Dangerous Souls
AUTORE: Debora C. Tepes
DATA D’USCITA: 10 Aprile 2017
EDITORE: self publishing
GENERE: rosa contemporaneo/ New Adult
NARRAZIONE: pov femminile  e maschile alternati in prima persona
AMBIENTAZIONE: Los Angeles
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Tiago, salvatore di Selena; Selena, ragazza immigrata.




SINOSSI

Tiago
Sono il fuoco che incendia i corpi e travolge i cuori.
Sono il sesso proibito.
Gusto avidamente la vita, la divoro.
Il ricordo dei suoi occhi neri come la notte mi perseguita, è impresso nella mia mente.
Lei è stata il mio mondo e oggi è la mia promessa infranta.
Lei mi odia e il suo rifiuto mi sta uccidendo.
Voglio che sia mia.
Voglio farmi perdonare.

Selena
Sono una promessa dimenticata, una ragazza distrutta, abbandonata al suo destino.
Sono ferita, contaminata, deteriorata.
Quel ricordo, conficcato tra cuore e mente, mi fa sopravvivere.
Lui mi tiene per mano e mi protegge: è il mio salvatore.
Lui mi abbandona e mi spezza.
Ora lo detesto, lo respingo, non voglio perdonarlo.
Eppure il mio corpo arde solo per lui.
Eppure il mio cuore batte solo per lui.
«E che cosa voglio davvero?» chiede a bassa voce.
Le prendo il mento tra le dita, costringendola a piantare i suoi occhi nei miei.
«Vuoi queste mani sul tuo corpo, la mia bocca che divora la tua, vuoi sentirmi dentro di te, vuoi che ti infuochi con un solo sguardo. No es asì, Selena?».

RECENSIONE

Tiago era solo un bambino quando con la sua famiglia e la sua piccola amica, è scappato da Tijuana, città del Messico a bordo di un camioncino di frutta per attraversare il muro ed arrivare sulle coste di Santa Monica. Il piccolo ricorda molto bene quel viaggio, fatto di sudore e dolore. Da quel giorno sono passati molti anni e ancora, Tiago, si chiede che fine abbia fatto la sua amichetta. Quella bambina che è stata fermata prima di poter salire sul furgoncino e a cui ha promesso di tornare a prenderla. Ma Tiago non è mai tornato e Selena, la piccola bambina lasciata da sola in mani orribili si è trasformata in una guerriera, si è armata di un' armatura fatta di coraggio e ha provato a sopravvivere, più che vivere. Di professione fa la prostituta, toccata tutti i giorni da mani orribili, disgustose. Selena cerca ogni minuto della sua esistenza a cercare un modo per evadere da quel mondo ed oltrepassare il muro su quel dannato furgoncino, perché ci deve essere un furgoncino anche per lei, li fuori. E arriva. Dopo tanti, tantissimi anni, Selena riesce a scappate dal suo mercenario, l'uomo che la sfrutta ed a scappare via.
Come per Tiago, il viaggio è opprimente, angosciante e pericoloso. Selena si risveglia in un centro di accoglienza, coperta di ferite e lividi, sotto il falso nome di Maria. E qui, per me, ha avuto inizio il vero e proprio libro.
L'incontro tra Tiago e Maria (alias Selena), è stato come l' inizio di un fuoco d' artificio. Loro non sapevano chi avevano davanti ma è come se le loro anime e il loro cuore sapessero chi erano. Come se si fossero riuniti. La scrittrice mi ha letteralmente sciolta, ogni loro tocco mi ha fatta squagliare in un brodo di giuggiole. Tiago è un volontario del centro di accoglienza e rimane folgorato da Selena, piccola e piena di lividi. Ovviamente i due sono cambiati, non solo fisicamente. Tiago è un ragazzo libertino, senza catene. Ama le donne e le donne amano lui. Selena invece è un riccio, chiusa, sola, tremendamente rinchiusa in quel guscio protettivo che per Tiago non sarà facile entrarle dentro, soprattutto per la fama che ha. Due caratteri opposti, uniti da un passato orrendamente crudele. L'attrazione tra i due ragazzi è come esplosivo tra le mani, una carica erotica senza eguali. Che si trasformerà in qualcosa di più potente quando scopriranno le Loro reciproche identità. Selena odia quel bambino che le ha promesso di proteggerla e poi l' ha abbandonata al futuro più orribile che si possa immaginare.
Odia il pensiero di essere attratta da quel corpo che ha avuto troppe donne per poterle contare e odia se stessa per quest' attrazione così profonda. A parer mio, si sono amati da sempre, dovevano solo avere il tempo di capirlo. Tiago e Selena sono una trama unica.
L'autrice è stata in grado di trattare un argomento così delicato in modo naturale, senza spingere sul drammatico/teatrale, né rovinando la storia ma ne ha fatto un' arma, ha arricchito la trama con i loro passati delicati. Un libro che parla di seconde possibilità e di redenzione.
L'autrice mi ha completamente lasciata spiazzata, una scoperta bellissima. Consiglio assolutamente questo libro, dalla scrittura scorrevole e lineare, alle descrizioni presenti ma mai pesanti. I dialoghi sono fatti alla perfezione, i momenti erotici hanno una carica sensuale assolutamente ad alte temperature. Selena e Tiago mi sono entrati dentro, odio dover lasciare i personaggi quando me ne sono innamorata. Spero di leggere ancora di loro, o di qualche altro personaggio.

Sabrina

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari