giovedì 27 aprile 2017

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Quando tutto il mondo dorme" di LISA HENRY & J.A. ROCK

Salve readers, oggi Angela vi parla in anteprima dell'uscita gay romance di domani della Triskell Edizioni dal titolo Quanto tutto il mondo dorme di Lisa Henry & J.A. Rock. Non sai mai cosa ha in serbo per te la vita, a volte degli in e altre degli out, altre volte ancora è come se tu non meritassi di vivere: lo sa bene Daniel Whitlock che è stato macchiato dalla gravissima condanna di essere un assassino. Nessuno crede che quella fatidica sera, lui non abbia partecipato direttamente al crimine, finché Joe Belman, il giovane poliziotto di Logan, una cittadina del Sud Carolina entra nella sua vita e gliela stravolge per sempre.

TITOLO: Quando tutto il mondo dorme
TITOLO ORIGINALE: When all the world sleeps
SERIE: no serie, autoconclusivo
AUTORE: Lisa Henry & J.A. Rock
DATA D’USCITA: 28 Aprile 2017
EDITORE: Triskell Edizioni
GENERE: contemporaneo m/m, BDSM
NARRAZIONE: 2 pov maschile alternati in terza persona
AMBIENTAZIONE: Logan, contea di Orangeburg, Carolina del Sud
CATEGORIA: thriller
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Daniel, ex carcerato e sonnambulo; Joe, poliziotto.



SINOSSI

Daniel Whitlock è terrorizzato all’idea di addormentarsi. E non senza motivo: è sonnambulo, e non ha coscienza o memoria delle proprie azioni. Incluso l’aver incendiato la casa di Kenny Cooper, con lui dentro, dopo che Kenny lo ha pestato brutalmente solo perché gay. Tornato nella piccola cittadina di Logan dopo aver scontato la sua pena in carcere, Daniel si isola in una casa nel bosco e ogni sera si incatena al letto.

Come gli altri abitanti di Logan, il poliziotto Joe Belman non crede all’assurda linea difensiva di Daniel. Ma dopo averlo salvato da un incendio di rappresaglia, scopre che il giovane potrebbe non essere quello che tutti pensano, ovvero un assassino, un bugiardo, un pazzo drogato. Bel si impegna a tenere sotto controllo Daniel ogni notte, per il bene della popolazione. Lo trova affascinante, ma cerca di ignorare questi sentimenti.

Eppure, a mano a mano che Bel viene attirato nel mondo oscuro di Daniel, scopre che gli piace avere il controllo. E abbandonarsi a Bel dona a Daniel la sola pace che abbia mai conosciuto. Ma i demoni non lo lasciano stare, e avrà bisogno che il poliziotto li uccida una volta per tutte. Sempre che lui sia disposto a rischiare ogni cosa per stare al suo fianco.

RECENSIONE


La paura fa parte di noi sin dalla nascita, un po’ come la felicità, anzi forse la paura fa parte dell’altra faccia della felicità: è un sentimento negativo che ti rende insicuro e ti può portare oltre l’oblio facendoti vedere il buio più nero. Ma questa paura può essere sconfitta, se sei un combattente riuscirai a farcela anche da solo, a farti aiutare da qualcuno prima che sia troppo tardi oppure avrai un po’ di fortuna a incontrare qualcuno proprio quando credevi di non potercela fare.
Daniel Whitlock soffre di uno strano sintomo di sonnambulismo: durante la notte si muove dormiente per casa o per la città, facendo cose strane che durante il giorno non farebbe mai, è come se diventasse un’altra persona. Questo disturbo si è presentato quando era appena un bambino, ma i suoi genitori non hanno mai avuto le possibilità né tanto meno hanno provato a fare qualcosa per lui, anzi sembravano proprio non riconoscerlo come figlio.
La sua vita continua tranquilla finché le persone che vivono intorno a lui non scoprirono che è gay; non è facile nelle grandi città essere omosessuale, figuriamoci in una piccola cittadina del Sud Carolina ed è ancora peggio invaghirsi della persona sbagliata. Kenny era la promessa del football al liceo, prima di rompersi il ginocchio, uno per il quale tutti impazziscono e parlano bene, anche se magari non possiede un bel carattere. 
Daniel praticamente era solo, aveva una famiglia che cercava più di evitarlo che di aiutarlo, non ha mai avuto amici veri, ma ebbe una relazione importante con un ragazzo al college che lo introdusse al BDSM perché l’unico modo per Daniel di dormire era quello di provare dolore tanto da non riuscire ad essere sonnambulo durante la notte.
Purtroppo però dopo essere stato lasciato da Marcus, Daniel fa ritorno a Logan e qui un giorno Kenny e la sua banda sorprendono Daniel solo e lo picchiano talmente tanto da costringerlo a rimanere mesi con ecchimosi su tutto il corpo. Ma se le cicatrici hanno il potere di scomparire esternamente, in qualche modo rimangono sempre nel cuore e nella mente, indipendentemente dalla loro grandezza. Una sera il dolore è stato talmente forte da sopportare che la sua parte dormiente si risveglia senza il suo consenso diretto e appicca il fuoco alla casa di Kenny che successivamente a causa di quell’incidente muore. Daniel viene arrestato la mattina seguente, ma poi la giuria lo dichiara non colpevole accertando il fatto che durante la sera del misfatto lui era sonnambulo.

“Faceva bene parlare a qualcuno
che ascoltasse davvero.”

Joe Belman è uno dei poliziotti di Logan, ha una famiglia normale e due genitori che nonostante tutto hanno cercato di dare molto ai loro tre figli. Joe, per i conoscenti Bel, ha quattro anni in meno di Daniel e nonostante questa differenza d’età nessuno dei due è mai stato indifferente all’altro, anche se dopo il crimine che ha compiuto Daniel nei confronti di Kenny, Bel da poliziotto si chiede continuamente come fosse possibile non essere puniti dalla giustizia.
Bel comunque riesce ad osservare in prima fila come sia diventata la vita di Daniel dopo quell’avvenimento tragico: Daniel viene evitato da tutti in città, scrutato male dalle persone e molte volte viene preso di mira da quelli che erano amici di Kenny. Quando Daniel salva Bel dalla sua casa in fiamme, Bel si rende conto che Daniel ha scontato la sua pena e che non è l’uomo che tutti credono che sia: Daniel è molto di più e lui ha tutte le intenzioni di scoprirlo, tenendolo sotto controllo durante la notte. 
Quando tutto il mondo dorme ti insegna che esistono le seconde possibilità di rimescolare le carte della propria vita se si ottiene il giusto aiuto e di ripartire da zero al di là della condanna che ricevi dalla gente. Daniel ha sofferto e pagato così tanto per ciò che ha fatto che se ne è fatto una colpa per anni e lo farà per il resto della sua vita, ma non può comunque tornare indietro e impedirsi di fare ciò che ha fatto. Magari se qualcuno in quei momenti gli fosse stato davvero vicino, lui non avrebbe mai fatto tutto ciò, ma a volte ci sono cose inspiegabili che facciamo perché spinti da sentimenti troppo potenti che prendono il sopravvento su di noi. Ho adorato Daniel perché la paura, l’angoscia e il suo dolore lo ha trasmesso anche a me. Bel invece è stato l’esempio di appoggio morale che tutti dovrebbero avere accanto, è riuscito a stargli accanto nonostante il suo sonnambulismo che a volte destabilizzava anche lui. Ma alla fine di tutto ciò è riuscito con l’aiuto dell’amore a salvare l’uomo che ama. 

“Perché con te ero sveglio, ero vivo.
Con te sono coraggioso.”

Nel romanzo viene usato a volte un linguaggio crudo che potrebbe non piacere a tutti i lettori, ma la lettura è scorrevole e l’argomento del BDSM non è così tanto presente come avevo immaginato. Ho ammirato come le autrici siano riuscite a trattare senza troppe esagerazioni questo argomento che oggigiorno è trattato eccessivamente in molte opere.
Daniel e Bel sono due personaggi che meritano di essere letti e conosciuti, perciò andate oltre le apparenze. Non ve ne pentirete!

Angela



Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari