domenica 7 maggio 2017

RECENSIONE "Always love forever" di PAOLETTA MAIZZA

Buona domenica readers. Oggi Raffaella vi parla del romance Always love forever di Paoletta Maizza uscito nel Settembre dello scorso anno con la casa editrice Lettere Animate e primo volume della Serie Wizzigirls. La storia, narrata sotto forma di un diario personale in cui vengono riversati pensieri ed eventi, racconta la storia di uno spazzato della vita di Penelope, una donna insicura, ironica, a volte scontrosa ma sincera. Comincerà tutto il giorno del suo trentesimo compleanno quando si ritroverà davanti al ritorno del suo arrogante ex fidanzato Simon e alla dichiarazione inaspettata del suo migliore amico Tony. Chi dei due sceglierà?


TITOLO: Always love forever
SERIE: #1 Wizzigirls Series
AUTORE: Paoletta Maizza
DATA D’USCITA: 19 Settembre 2016
EDITORE: Lettere Animate
GENERE: rosa contemporaneo
NARRAZIONE: pov femminile in prima persona
AMBIENTAZIONE: Londra
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: si cliffhanger
COPPIA: Penelope, aspirante scrittrice; Simon, ex fidanzato di Penelope; Tony, migliore amico di Penelope.





SINOSSI

Penelope, una donna che ha appena compiuto trent’anni e due uomini, uno il suo ex ancora innamorato e l’altro, l’amico da sempre cotto di lei. Una donna testarda, spiritosa e ironica capace di cambiare la sua esistenza con un sorriso. Ma chi dei due pretendenti la conquisterà? Nella Londra caotica e in una romantica campagna inglese, una storia d’amore avvincente, fuori dal comune e piena di tante sorprese che lasceranno il lettore col fiato sospeso fino all’ultima riga.

RECENSIONE

La vita è composta da scelte, giuste o sbagliate, alcune che cerchi e altre che ti vengono a cercare. Non le hai scelte e neppure le vorresti, ma arrivano inaspettatamente e dopo non sei più uguale, non sei più quello di prima. A quel punto le soluzioni sono due: o scappi per sempre o le affronti. Qualsiasi decisione tu prenda in bene o in male ne uscirai sicuramente cambiato.
La storia di Penelope è fatta da numerose scelte, scelte che per quanto possano sembrarle insignificanti, sono in grado di cambiare e sconvolgere la sua vita. Always love forever si articola come un diario in cui la protagonista riversa in prima persona tutto ciò che avviene nella sua vita.
Penelope vive nella scintillante e caotica città londinese, è una donna indipendente che ha il sogno nel cassetto di diventare una scrittrice. Fin da piccola è sempre stata appassionata della lettura e della scrittura e nel tempo libero si diletta nel creare storie e riversarle sulla carta. E' molto emotiva e nella maggior parte delle situazioni si autocommisera e reagisce d'istinto. Ha la caratteristica di sbagliare di continuo, di fare scelte sbagliate che la portano a compiere altrettante scelte sbagliate. Molte volte i suoi pensieri non coincidono con le azioni e solo dopo aver sbagliato si rende conto di ciò che ha compiuto. E' una di quelle donne che arrossiscono ancora quando le viene posto un complimento, una di quelle donne che ride di cuore e di occhi.
Una delle caratteristiche negative che possiede è di essere molto indecisa, molte volte confusa, dubita di ogni decisione, di ogni gesto, di ogni cosa le capita. Non è umano avere dubbi? Ognuno di noi si pone degli interrogativi, commette delle azioni e poi si interroga se ciò che ha commesso è stato giusto o positivo. In questo diario Penelope riversa tutti i suoi pensieri, tutto ciò che le torna alla mente e tutto ciò che le accade intorno. L'assenza di una migliore amica a cui confidare tutto, ha fatto si che il suo diario fosse il suo migliore amico, l'unico confidente a cui rivelare ogni interrogativo ed ogni soluzione. Questo la aiuta a sentirsi più sicura, a prendere coscienza degli eventi negativi e positivi in cui si ritrova. E' una donna intelligente, sincera, molte volte scontrosa ma è sempre se stessa. Non sa fingere, anche a costo di ferire qualcuno dice sempre ciò che pensa, non ha peli sulla lingua ed è questo l'elemento che la contraddistingue da tutti gli altri protagonisti.
E' divertente e ironica e non manca nel ribadire la sua passione per il caffè e le ciambelle.
Il suo essere scontroso è dovuto ad una delusione passata causata dall'abbandono di Simon, il suo vero primo amore. Pensava che tutto ciò che aveva con lui fosse qualcosa di reale, di vero ma in realtà si è sbagliata. Lui si è dimostrato una persona completamente diversa, incurante dell'amore che Penelope richiedeva.
La storia comincia il giorno del trentesimo compleanno della protagonista che dopo una serie di drammi e sfortunati eventi si ritrova a spegnere le candeline e a desiderare di trovare il vero amore. E proprio in quel giorno rivede Simon il quale dopo una lunga assenza, ritorna deciso nel riconquistarla e convinto che Penelope sia ancora innamorata di lui. Penelope è sconvolta e furiosa nei suoi confronti per la sua completa presunzione nel ritornare ma in un certo qual modo è ancora vittima della sua bellezza e del suo carattere che continuano a plagiarla e a convincerla che lui la ami più di prima e meglio di prima. Ma a fare la sua entrata sarà il suo migliore amico Tony che dopo anni di amore silenzioso con coraggio le rivela di essere da sempre innamorato di lei. Penelope non crede a tutto ciò, sembra quasi uno scherzo del destino nel porle davanti due uomini e compiere una scelta ardua. L'affabilità e la semplicità di Tony la portano a conoscere il suo lato dolce e delicato ma sarà pronta per tutto questo? Sarà convinta nel voler lasciare andare per sempre Simon?
Le sue decisioni la portano a rivelare una parte nascosta di una persona che le è sempre stata accanto, una persona che credeva fosse sua amica e che in realtà si rivela una perfetta nemica. Una serie di beffarde coincidente, di incidenti maldestri e di decisioni sbagliate la porteranno a rivalutare la sua vita, a cercare di migliorarla e a non lasciarla più andare.
La lettura risulta ironica e divertente, la vivacità e la goffaggine della protagonista rende il tutto frizzante e allegro.
Grazie alla scrittura coinvolgente si entra fin dal primo istante nella storia: con lei si vive ogni dramma, ogni evento catastrofico, ogni delusione e ogni evento inaspettato. Penelope esprime in modo genuino la convinzione che noi donne abbiamo dell'amore, la speranza di sentirci realizzate e di sentirci amate anima e corpo, la corsa verso la perfezione che in realtà non esiste e che ci porta a commettere sbagli su sbagli, le incertezze che ci portiamo dentro e che riversiamo in ogni nostra scelta. In realtà Penelope è una donna fragile che si è costruita delle mura pericolanti che possono franare da un momento all'altro e ha bisogno di una roccia solida che la sostenga e le dia il sostegno morale che necessita. Scoprirete due facce opposte dell'amore: quello dolce e presente e quello arrogante e prepotente.
Per quale dei due tiferete?
Ho apprezzato la voglia di lottare, di scegliere nonostante i ripensamenti futuri, di aspettare che il destino faccia la sua corsa e riveli la realtà delle persone. Penelope ha il bisogno di prendere nelle mani la sua vita, di ricostruirla, di trovare la sua felicità e viverla integralmente. E chissà anche di trovare il vero amore che la supporterà e che la amerà per tutta la vita.

Raffaella

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari