martedì 2 maggio 2017

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Ogni singola cosa" di MONICA BRIZZI

Ciao readers, oggi Angela vi parla in anteprima del romanzo rosa contemporaneo Ogni singola cosa di Monica Brizzi in uscita domani in self publishing.
In una cittadella sul lungomare toscano si districa la storia di Rebecca Ferrari, ragazza ventottenne che ha passato un'adolescenza turbolenta, ma che è riuscita a superare e ad andare avanti, e quella di Samuel Baroni, uomo trentaquattrenne a cui non piace parlare di sentimenti, ma che riesce comunque a dare tanto di sé.
A volte si deve andare oltre le apparenze…

TITOLO: Ogni singola cosa
SERIE: no serie, autoconclusivo
AUTORE: Monica Brizzi
DATA D’USCITA: 4 Maggio 2017
EDITORE: self publishing
GENERE: rosa contemporaneo
NARRAZIONE: pov maschile e femminile alternati in prima persona
AMBIENTAZIONE: Toscana
CATEGORIA: ironico/ seconde possibilità
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Rebecca, agente immobiliare e foodblogger; Samuel, proprietario alberghiero e imprenditore.



SINOSSI

Rebecca Ferrari adora il mare. Non c'è niente al mondo che ami quanto tornare ogni anno dai suoi amici. Tutto il resto, invece, non le interessa granché, specialmente la gente, ed è difficile che qualcuno le vada a genio. È sicura che con Samuel Baroni, il proprietario dell’hotel più in della zona, le cose non saranno diverse. Rebecca sa che è un imprenditore abituato ad avere tutto e a non prestare attenzione agli altri. I modi bruschi e la mancanza di tatto ne fanno uno squalo, nel suo lavoro, e lei non vuole averci niente a che fare. Questo, almeno, è ciò di cui si convince prima di conoscerlo.

Scontrosi, ribelli, fintamente educati, nervosi, distanti, freddi. Samuel e Rebecca sanno benissimo che tipo di persona sono. Quello che non sanno, è quanto abbiano bisogno l'uno dell'altra.

RECENSIONE


Nel lungo cammino della nostra vita, può capitarci di prendere per un momento un sentiero sbagliato e di perderci, ma con la giusta volontà e l’aiuto delle persone che ci stanno accanto tutto può risolversi.

“Il mare ha il potere di ridurre
la percezione di ciò che volteggia nell’aria.
Il rombo di una macchina,
la suoneria di un cellulare,
le grida dei bambini.
Ha il potere di liberare
da qualsiasi altra impressione.
Sarà la luce che gli si staglia contro,
la forma delle nuvole riflessa sull’acqua,
i granelli di sabbia che si attaccano alla pelle.”

Rebecca Ferrari non ha avuto un’adolescenza facile: l’insicurezza, l’incapacità di non riuscire a gestire situazioni difficili e la paura di non essere mai abbastanza, l’hanno portata a farsi del male diventando anoressica e bulimica. L’unica cosa in cui è riuscita a realizzarsi è lo studio. Un estate all’età di diciannove anni, i suoi genitori decidono di portarla in vacanza in una cittadella marittima, sul lungomare toscano ed è qui che grazie alle persone che incontra riuscirà a ritrovare se stessa.
Nonostante ciò di quel periodo difficile le è rimasto solo il nomignolo di “Principessa dei Ghiacci” affibbiatole dai suoi amici e genitori. Ma col passare degli anni tutto è cambiato. Ora Rebecca ha ventotto anni e anche se prova quasi un odio contro le persone che la circondano, cerca sempre di nasconderlo e di dimostrarsi gentile per lo stretto necessario di concludere gli affari immobiliari. Il suo hobby nel frattempo è diventato quello di gestire un blog dove scrive ricette sfiziose create da lei. Nella vita si può cambiare nei migliori dei modi. Per quanto riguarda la sua situazione sentimentale ha deciso di fare un fioretto: non essendosi mai innamorata veramente nemmeno del ragazzo con cui ha vissuto la sua prima volta, si ripromette che la prossima volta dovrà innamorarsi dell’uomo con cui deciderà di avere una storia.

“Essere la Principessa dei Ghiacci
quando gli altri sono gli Abitanti di Sole è facile,
ma con il Signore degli Inferi la situazione cambia.”

La scelta ricade sul bel Samuel Baroni, un trentaquatrenne imprenditore immobiliare. La famiglia di Samuel ha deciso di costruire un albergo proprio nella cittadella marittima nonostante la gente del posto non veda di buon occhio né la nuova costruzione né la fama del donnaiolo.
Samuel è molto simile a Rebecca, è ombroso, non gli piace parlare molto e non sa esprimere i suoi sentimenti. Inizialmente c’è quasi una rivalità tra i due: essendo figli di imprenditori devono proteggere il proprio territorio, ma al loro primo incontro all’inaugurazione dell’albergo, è come se una scintilla li colpisse.

“La sensazione che provo adesso
è diversa da quelle che ho vissuto finora.
Avere un pensiero fisso,
ritrovarmi per un’intera settimana
a pensare a un uomo con cui ho trascorso una sola notte,
tra l’altro senza nessun contatto, mi disarma.
Mi fa sentire insicura e attaccabile da tutti i lati.
E non riuscire a frenare queste sensazioni
nemmeno con la cucina mi sconvolge.”

L’estate trascorre nei migliori dei modi: Rebecca inizia ad incontrare Samuel più spesso, lui la cerca e si racconta; lei è un po’ contraria, difficilmente si lascia andare, ma comunque qualcosa di sconosciuto le nasce nel cuore. Samuel non è quello che tutti credono, è diverso e anche se Rebecca non vuole dimostrarlo, le piace molto. Rebecca però scopre Samuel in una situazione compromettente e tutto si azzera portando sofferenza ad entrambi. Ma questo episodio permette a Rebecca di aprirsi e di confidarsi.
Questo libro è stata una lettura molto piacevole, inizialmente credevo che fosse la solita storia, lui ricco, bello e arrogante e lei che cade ai suoi piedi. Ma non è così, anzi è totalmente diversa, condita con un pizzico di ironia che l’autrice ha inserito rendendola una contemporanea commedia romantica bellissima.
Rebecca è una ragazza che ha sofferto, a volte mi è sembrata troppo paranoica, ma poi ho immaginato di essere al suo posto e non saprei mai come reagire in certe situazioni; alla fine riesce a lasciarsi andare tra le braccia dell’amore.
Samuel invece è un bel personaggio, diverso dal solito e tutto da scoprire, l’unico fatto che non mi è piaciuto, è stato quando si è lasciato andare a quel fatto compromettente. Personalmente ritengo che certe situazioni si potrebbero evitare.
Detto questo, vi consiglio la lettura di questa storia che vi sorprenderà e vi farà rimanere il sorriso sulle labbra.

Angela



Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari