giovedì 11 maggio 2017

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Tutto l'amore che mi manca" di EMILY HENRY

Ciao readers, oggi Raffaella vi parla in anteprima dell'uscita di oggi della Newton ComptonTutto l'amore che mi manca di Emily Henry. Il romanzo è un intreccio fra uno sci-fi, Young Adult e un paranormale che narra la storia di Natalie, una ragazza che nell'ultima estate prima di partire per l'università avrà il compito di cambiare il suo destino e quello di Beau grazie alle intricate visioni, alla comparsa della "nonna" e all'aiuto di una speciale psicanalista. Perché l'amore è il filo conduttore di ogni cosa, consente di cambiare la vita di una persona, dare una seconda possibilità e offrire la propria vita per la persona che si ama.


TITOLO: Tutto l'amore che mi manca
TITOLO ORIGINALE: The love that split the world
SERIE: autoconclusivo
AUTORE: Emily Henry
DATA D’USCITA: 11 Maggio 2017
EDITORE: Newton Compton
GENERE: sci-fi, Young Adult
NARRAZIONE: pov femminile in prima persona
AMBIENTAZIONE: Kentucky (Stati Uniti)
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Natalie, ragazza speciale che ha delle visioni; Beau, ragazzo misterioso.



SINOSSI

L’estate che Natalie trascorre nella sua piccola città del Kentucky, prima di partire per il college, inizia in un modo magico. Almeno fino a quando la ragazza non comincia a vedere cose strane. All’inizio sono solo delle fugaci visioni: la porta di casa è rossa invece che del solito colore verde, al posto di un negozio di fiori, appare una scuola materna. Quando la città sparisce per ore e al suo posto compaiono dolci colline e animali che pascolano, Natalie si rende conto che qualcosa non va. A un certo punto riceve anche la strana visita di un personaggio che lei chiama “nonna”, che le dice: «Hai tre mesi per salvarlo». La notte successiva, sotto le luci del campo da football del liceo, Natalie incontra un bel ragazzo di nome Beau, e allora è come se il tempo si fermasse e non esistesse più nulla. Nulla, tranne Natalie e Beau.


RECENSIONE

Tutto l'amore che ci manca è uno dei libri che più ho atteso quest'anno: una trama originale, una storia unica che per gli amanti, come la sottoscritta, di romanzi speciali e non convenzionali che vanno oltre le regole e la fantasia può affascinare e coinvolgere. E di fatto ha superato tutte le mie aspettative. Il romanzo è un intreccio tra uno sci-fi, un paranormale e un Young Adult ed è proprio per il non adattamento del romanzo in un genere specifico che l'ho amato ancora di più. Esso parte con inizio alquanto misterioso, successivamente la storia si complica rivelando man mano un tassello di puzzle alla volta fino a completare il quadro completo.
Natalie, la protagonista del romanzo, è una ragazza che ha un futuro luminoso in una delle prestigiose università degli Stati Uniti, una famiglia che la ama e che sostiene le sue scelte.
E' l'ultima estate che trascorre nella sua città del Kentucky prima dell'inizio dell'università e dovrebbe prepararsi a questo nuovo passo che le aprirà le porte del futuro. Ma non può. Non può perché i suoi incubi sono tornati, le visioni sembrano far apparire e scomparire la sua città e lei è l'unica che sembra accorgersene. Ad essi si aggiungono anche le visite della "nonna".
Nelle prime pagine ci viene presentato un personaggio chiave, la "nonna" che nella storia assumerà un ruolo fondamentale aiutando la protagonista a risolvere il mistero.
La "nonna" è un personaggio che negli anni appare a Natalie raccontandole di volta in volta storie antiche dei nativi americani, storie di fede e di insegnamento. Ma nell'ultima visita la "nonna" le rivela un messaggio molto importante: «Hai tre mesi per salvarlo». Ma chi è in realtà la nonna? Perché appare solo a lei? Cosa vuol dire questo messaggio? E chi è la persona che deve salvare?
Natalie è confusa, ha poco tempo a disposizione e di certo le visioni non la aiutano. Quando però incontra un bellissimo ragazzo di nome Beau, le cose cominciano ad accadere rapidamente e il tempo tra le sue braccia sembra che si sia fermato intorno a loro. Natalie comincia a sperimentare cambiamenti improvvisi nello spazio e nel tempo, le visioni cominciano a succedersi una dietro l'altra confondendo e stravolgendo la visione della realtà.
La storia pian piano comincia ad assumere un ritmo più serrato, il lettore comincia a dedurre ciò che potrebbe accadere e il susseguirsi di un colpo di scena dietro l'altro vi incatenerà al romanzo.
Adoro la protagonista femminile, penso che dopo questo romanzo Natalie abbia occupato un posto speciale nella lista delle protagoniste femminili più coraggiose. La sua caratteristica consiste nel non perdere mai l'attenzione sulla missione che deve compiere. La sua ricerca  più una scoperta di se stessa, del suo passato, del suo presente e del suo futuro: tutto è concatenato e lei rappresenta il punto focale in cui tutto si collega e tutto ha inizio. Anche Beau è un personaggio coraggioso, un sostegno morale e fisico per Natalie; arriva inaspettatamente nella vita di Natalie e la stravolge così tanto da cambiare le sorti del suo destino.
Anche se i protagonisti non rappresentano un'immagine perfetta, prevalgono le qualità di ciascuno di loro: l'autrice però non cerca di far emergere le loro qualità, ma piuttosto di farli brillare da soli. Il romanzo è ricco di positivismo, le sensazioni e le emozioni si sentono reali e sicuramente si allontana dai soliti cliché.
L'attenzione è rivolta alla storia d'amore fra Natalie e Beau, due anime complementari destinate ad incontrarsi in eterno e ad amarsi oltre il tempo e lo spazio.
Il romanticismo narrato risalta su tutti gli altri elementi ed è proprio l'amore ad essere il filo conduttore della storia, la bellezza dell'amore e il suo potere è un qualcosa di meraviglioso che non potrà mai essere spiegato. E' qualcosa che deve essere sentito dentro, nei meandri del cuore. Perché l'amore consente di cambiare la vita di una persona, dare una seconda possibilità e offrire la propria vita per la persona che si ama. L'amore è eterno e la sua mancanza può essere autodistruttiva.
Sono rimasta affascinata dalla scienza e dalla psicologia affrontata, dalle spiegazioni scientifiche della psicanalista Chan  e dagli enigmi che si tende a rivolvere quando non potranno mai essere spiegati. L'universo è un mistero e come esso lo è anche la vita di tutti gli esseri viventi che popolano la Terra.
Il rapporto di Natalie con gli altri personaggi della storia contribuisce a lasciare di ognuno un messaggio: l'amore incondizionato della sua famiglia, l'accettazione di Rachel, la comprensione e gli sbagli di Matt, il sostegno e l'amicizia di Megan ed infine ma non per ultimo il pilastro e l'amore incondizionato di Beau che la fa sentire speciale ed unica.
Al termine della storia spiega alcune cose ma lascia altri interrogativi. Ciò che mi è piaciuto è proprio ciò che non viene spiegato poiché siamo noi ad attribuirgli un significato.
L'autrice è una narratrice incredibile e la storia è talmente creativa e fantasiosa da avermi attirata ancora di più.
Il modo in cui è stata sviluppata la trama e il modo in cui ogni tassello è stato svelato è stato qualcosa che non mi sono nettamente immaginata. Ho adorato le storie dei nativi americani, una potente e profonda storia tramandata di secolo in secolo che racchiudono il potere delle parole e del significato nascosto in ognuno di esse.
Mi sono informata e ho scoperto che la casa di produzione filmografica Lionsgate ha acquistato i diritti del libro per farne un vero e proprio film. Speriamo arrivi presto sui nostri schermi!
Alla prossima,

Raffaella

Nessun commento:

Posta un commento