venerdì 19 maggio 2017

RECENSIONE "Una nuova vita" di J.S. PARKER

Salve readers, oggi Angela vi parla di un libro precedentemente pubblicato su Wattpad che ha riscosso un notevole successo e che il mese scorso è stato pubblicato sulla piattaforma online. Parliamo del romanzo rosa contemporaneo m/m Una nuova vita di J.S. Parker.
In un gelido inverno milanese dei giorni nostri, il giovane e impacciato Sam si trasferisce in città per lavorare a “Il Cavaliere”, uno dei più rinomati e antichi ristoranti della città dove farà la conoscenza di Marco, il primo sommelier. E sarà per merito di Marco che la vita di Sam prenderà una svolta inaspettata.


TITOLO: Una nuova vita
SERIE: autoconclusivo
AUTORE: J.S. Parker
DATA D’USCITA: 24 Aprile 2017
EDITORE: self publishing
GENERE: contemporaneo m/m
NARRAZIONE: pov maschile in prima persona
AMBIENTAZIONE: Milano
CATEGORIA: seconde possibilità, mistero
FINALE: si cliffhanger
COPPIA: Sam, aiutante sommelier; Marco, sommelier.

SCHEDA LIBRO QUI




SINOSSI

Sam è un ventunenne timido ed impacciato, che ha da poco fatto i conti con la sua omosessualità. Trasferitosi a Milano per lavoro, Sam si vedrà catapultato in un mondo fatto di lusso, eleganza e buone maniere. "Il Cavaliere" è uno dei più antichi e rinomati ristoranti della città, luogo di ritrovo del mondo della finanzia e della ricca borghesia milanese. Qui Sam, assunto inizialmente come aiuto cameriere, si troverà presto a diventare commis dell’affascinante e tenebroso Marco, il primo sommelier del ristorante. Da subito Sam percepisce una strana attrazione per quel ragazzo scontroso e taciturno, dall’aria apparentemente impenetrabile. Lo ammira da lontano, ne studia gli atteggiamenti e inizia ad essere inconsciamente affascinato dal suo mondo. Pian piano, tra Marco e Sam nasce una strana amicizia che, col passare del tempo, si trasformerà in qualcosa di più profondo. Senza neppure accorgersene, Sam finisce nel baratro di una relazione malata – la voragine oscura – permeata di misteri ed ombre. Chi è realmente Marco? Quale segreto nasconde? E soprattutto, che legame esiste tra lui e i Plincher, la potente famiglia milanese, cliente affezionata del ristorante?

RECENSIONE



Nella vita i trasferimenti sono molto importanti poiché ci aiutano a crescere, a fare nuove esperienze sia lavorative che di sviluppo interiore e qualche volta aiutano a farci superare momenti negativi del passato.
Sam è un giovane ventunenne orfano di padre, vive solo con la madre e lavora sin dall’età di sedici anni come cameriere per aiutarla con le spese. Ha l’aspetto di un ragazzino ingenuo, ma in realtà possiede una grande forza d’animo che lo aiuta anche a prendere la decisione di trasferirsi. Lo fa a Milano, dove Giorgio, il proprietario del ristorante "Il Cavaliere" ha bisogno di un commis de rang ovvero un aiuto cameriere. Sam accetta e seppur addolorato nell'abbandonare sua madre, è consapevole del fatto che sia la cosa migliore da fare in quel momento della sua vita.
Sam viene catapultato in un mondo totalmente diverso da dove ha lavorato precedentemente: "Il Cavaliere" è uno dei ristoranti più antichi e rinomati della città dove arrivano persone dell’alta borghesia e ricchi finanzieri. 
Fa conoscenza di nuovi colleghi e con alcuni stringerà subito amicizia, ma uno di questi, precisamente il primo sommelier del ristorante lo intriga più di tutti.
Marco è un ragazzo di qualche anno più grande di lui, resta sempre per i conti suoi tanto che per i colleghi si dimostra antipatico a causa di un carattere irascibile soprattutto quando un estraneo entra nella sala dei vini, la parte off limits del ristorante dove solo il primo sommelier e il suo aiutante possono entrare per prendere le cose necessarie.
Per un furto di alcune bottiglie di vino, Marco farà licenziare il suo aiuto sommelier, lasciando scoperto quel ruolo che assegnerà successivamente a Sam, l’ultimo arrivato e l’unico poi che riesce a reggere le frecciatine del primo sommelier e le sue parole a volte sprezzanti.
Sam è totalmente inesperto nel campo dei vini e del sommelier, fino a quel momento si è sempre ritenuto praticamente astemio, ma comunque non si arrende e cerca di imparare tutto ciò che Marco gli insegnerà.
Una sera Sam farà la conoscenza della famiglia più affezionata al ristorante, i Plincher. Il ragazzo noa subito che Marco ha un legame con quella famiglia tra le più benestanti e più conosciute di Milano.

“Mi sarei fatto male.
Sarei precipitato nella voragine oscura
e non avrei avuto più vie di scampo.
Lo sapevo. Ne ero cosciente,
ma non riuscivo a retrocedere,
perché una forza, ancora più grande,
mi costringeva nella direzione opposta.”

Ed è proprio grazie a quella famiglia che accadranno molte cose, la prima è l’avvicinamento di Sam e Marco: Erman, il capo famiglia dei Plincher invita il sommelier e il suo aiutante per una serata importante nella loro villa, durante la quale dovranno servire dei vini.
Sam inizialmente è restio a partecipare, ma poi accetta il lavoro e questo permetterà a lui di entrare più a stretto contatto con Marco che non solo gli insegnerà le basi per poter diventare un sommelier a tutti gli effetti ma gli farà effettuare molte degustazioni di vini per riuscire a riconoscerli con il gusto oltre che con l’olfatto.
Col passare del giorni e del tempo insieme a Marco, Sam sarà sempre più incuriosito del suo modo di essere; anche se severo e arrogante lui sente e sa che sotto quella corazza in realtà si nasconde altro.
Marco però confonde, a volte si lascia andare con Sam altre volte diventa crudele, soprattutto quando il ragazzo cercherà di conoscerlo di più facendogli domande e intromettendosi nella sua vita. Sam però non riesce a farne a meno, ormai è troppo coinvolto da Marco e in ballo c’è anche il suo cuore: non gli importa se lui cercherà di tenerlo lontano da se, Sam avrà coraggio e riuscirà a distruggere piano piano quel muro che Marco tiene alzato tra di loro.
Ci saranno tanti personaggi secondari, alcuni da amare e altri da odiare, ma comunque tutti saranno importanti per lo sviluppo della storia. Si avvicenderanno molte cose che terranno viva la curiosità di scoprire cosa accadrà alla fine. Alcune divertenti, altre tristi, gelosie, cattiverie e litigi talmente rabbiosi che verso il finale sembrerà quasi che i due protagonisti non riusciranno ad avere un finale felice, ma non sarà così, perché fortunatamente l’amore è grande, forte e riesce ad andare oltre le decisioni che magari si prendono con la testa.
Ho già avuto il piacere di leggere questa storia su Wattpad tempo fa e di rimanere talmente entusiasta che suggerii all’autrice di considerare l’idea della pubblicazione perché questo libro è un piccolo gioiello che merita di essere conosciuto. Sono felice che alla fine si sia decisa a pubblicarla e a dare ai Sarco (Sam e Marco) la possibilità di farsi conoscere da un pubblico maggiore.
Consiglio questo libro perché non è il solito romanzo m/m che vi aspettate, l’autrice ha dato molto più importanza ai sentimenti dei personaggi. Si legge in modo fluido, tutto è raccontato dal punto di vista di Sam con descrizioni precise, ho trovato qualche errore ma tuttavia la storia è molto coinvolgente e emozionante che non ho potuto evitare di innamorarmi una seconda volta.
Non sto più nella pelle per l'attesa del seguito che spero arrivi presto!

“Il passato si stava progressivamente prosciugando,
mentre il futuro si profilava davanti ai miei occhi,
confuso e incerto. Eppure sgombro di quelle nuvole
che mi avevano soppresso fino a quel momento.”

Angela


Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari