sabato 29 luglio 2017

RECENSIONE "Aspettavo solo te" di A.I. CUDIL

Ciao readers, oggi Sabrina vi parla del nuovo libro di A.I. Cudil, Aspettavo solo te, pubblicato in self pochi giorni fa. In questo nuovo libro troviamo una storia d'amore che dura da tanti anni, da molto prima che i personaggi lo sapessero. Pauline e Stefan sono due anime che si incontrano da giovani e continuano a cercarsi da adulti. Una storia d'amore genuina e insaziabile.

TITOLO: Aspettavo solo te
SERIE: no serie, autoconclusivo
AUTORE: A.I. Cudil
DATA D’USCITA: 26 Luglio 2017
EDITORE: self publishing
GENERE: rosa contemporaneo
NARRAZIONEpov femminile e maschile alternati in prima persona
AMBIENTAZIONE: Francia
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Pauline, medico in carrieraStefan, poliziotto sotto copertura.




SINOSSI

Pauline ha un brillante futuro che l’aspetta. Dopo anni di studio e di sacrifici è riuscita a realizzare il suo sogno e diventare medico. Chi l’avrebbe mai detto che un giorno sul tavolo operatorio avrebbe ritrovato il suo vecchio amico d’infanzia che per tanto tempo l’aveva fatta soffrire? Come ci si comporta con un uomo che credeva un delinquente e che invece ora scopre essere un gendarme della polizia giudiziaria ferito in un’operazione sotto copertura?

Stefan ha lottato tutta la vita, ha commesso molti errori ed è caduto troppe volte. Ma si è sempre rialzato e ora ha trovato il suo equilibrio. Fa il lavoro perfetto per lui ed è sereno, almeno finché tra la mascherina e la cuffietta del medico che lo assiste ritrova gli occhi azzurri e sorpresi di Pauline. Ce l’ha fatta! La sua piccola pestifera amica d’infanzia si è trasformata nella donna che ha sempre voluto essere.

Quello che Stefan non sa è che Pauline è da sempre invaghita di lui e che le ha provate tutte pur di dimenticarlo.
Quello che Pauline non sa è che Stefan non si è mai considerato alla sua altezza e l’ha sempre pensata irraggiungibile.
E se fosse arrivato il momento di smetterla di nascondersi e di provare a conoscersi davvero? Perché la vita riserva sempre delle sorprese e forse entrambi la persona giusta l’hanno già incontrata, devono solo afferrarla e tenerla stretta.

RECENSIONE

Buongiorno readers, oggi voglio parlarvi del nuovo libro di A.I. Cudil. Chi non conosce quest'autrice? Si è fatta amare con i suoi personaggi e le sue trame scritte in modo impeccabile. Già dalla trama di Aspettavo solo te, mi aspettavo un capolavoro, e così è stato. Pauline è una ragazzina che, da piccolina, ha una cotta per il cattivo ragazzo del suo gruppo di amici. Il libro ha degli sbalzi temporali per spiegare appieno e far capire l'intensità e i sentimenti dei due ragazzi. E' una storia iniziata molto prima che i due ragazzi si rendessero conto dei propri sentimenti. Mentre Pauline è una giovane ragazza ligia alle regole e ben educata, Stefan è un ragazzo che non si stanca mai di cacciarsi nei guai. Pauline crescendo diventa un medico e perde le tracce di Stefan.

Quando, una notte, Pauline è in servizio all'ospedale dove lavora, le chiedono di correre urgentemente in sala operatorio perché è arrivano un uomo ferito da arma da fuoco. La donna sa bene come muoversi e cosa fare in quelle situazioni, quando in sala operatoria l'uomo la chiama per nome, riconosce l'amico d'infanzia. Pauline già immagina in che guaio si sarà cacciato Stefan per finire così in sala operatoria ma quello che scopre la sconvolge. Stefan è un poliziotto sotto copertura. Basta risse, stupidaggini e cattive strade. Pauline e Stefan erano amici da piccoli e saranno amanti da adulti. E' una storia che va oltre il sesso tra i due, Pauline e Stefan sono due anime che si ritrovano e non vogliono più perdersi.
Un amore che dura da una vita, prima con i sentimenti di due bambini che scappano, poi come due ragazzini che a volte non si sopportano e per finire come adulti che devono affrontare tutto il contorno della loro storia per stare insieme. Il libro è scritto bene, quando ci sono sbalzi temporali l'autrice lo scrive chiaramente senza mettere in confusione il lettore. La scrittura è lineare e semplice. Le scene di sesso non sono prevalenti, ma l'autrice preferisce dare spazio ai sentimenti dei protagonisti più che puntare sull'atto sessuale in sé ed è una cosa che apprezzo molto. L'autrice riesce a creare un'empatia fantastica tra personaggi e lettore che ti fa affezionare al libro e sentire vivi i personaggi. Lo consiglio vivamente, come tutti i libri dell'autrice.


Sabrina

Nessun commento:

Posta un commento