lunedì 3 luglio 2017

RECENSIONE "La pratica rende perfetti" di JAY NORTHCOTE

Buongiorno readers, oggi Sabrina vi parla di un libro m/m ironico e dolcissimo: La pratica rende perfetti ovvero Practice makes perfect di Jay Northcote, terzo volume autoconclusivo della serie Housemates edito Quixote Translation che può essere letto indipendentemente dai precedenti. Dev è un ragazzo solitario e molto molto nerd, tutto il contrario di Ewan, solare e divertente. Possono due persone totalmente diverse finire a fare un patto... di sesso?

TITOLO: La pratica rende perfetti
TITOLO ORIGINALE: Practice makes perfect
SERIE: #3 Housemates, autoconclusivo
AUTORE: Jay Northcote
DATA D’USCITA: 15 Giugno 2017
EDITORE: Quixote Translation
GENERE: rosa contemporaneo m/m
NARRAZIONEpov maschili alternati in prima persona
AMBIENTAZIONE: Inghilterra
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Dev, giovane ragazzo nerd; Ewan, vicino di casa di Dev.



SINOSSI

Fare esperienza con il ragazzo della porta accanto sembra un'idea grandiosa… finché i confini non si sfumano.
Dev, uno studente di fisica del primo anno decisamente geek, non ha nessuna esperienza sessuale ed è deciso a cambiare la situazione il più in fretta possibile. Dopo un brutto inizio nella residenza del campus, sta cominciando il trimestre estivo con dei coinquilini diversi e un nuovo piano d'azione.
Ewan vive nella porta accanto. È giovane, libero e single, e non vuole che le cose cambino. Quando delle circostanze imbarazzanti li fanno incontrare si offre di aiutare Dev in camera da letto in cambio di ripetizioni di matematica, e lui coglie l'occasione al volo.
Mettono il segno di spunta alle righe della lista di Dev, ma quello che era cominciato come un perfetto accordo senza conseguenze si trasforma in qualcosa di più complicato, man mano che i loro sentimenti reciproci cominciano a crescere. Se intendono trasformare le loro lezioni sul sesso in  qualcosa di più permanente devono prima capire che cosa provano l'uno per l'altro, prima di arrivare alla fine della lista di Dev.
Questo è il terzo libro della serie Housemates. Ma è una storia autoconclusiva, e si può leggere anche da solo.

RECENSIONE

Buongiorno readers, oggi voglio parlarvi di un libro m/m che mi ha fatto battere il cuore, in un periodo un po' così.
Dev è un ragazzo che studia fisica al primo anno, purtroppo per lui non è andato nei modi migliori. Decisamente gay affermato, solitario e decisamente geek (termine inglese per indicare una persona con un eccessivo entusiasmo in un certo campo di interesse, soprattutto per quanto riguarda il campo tecnologico-digitale) viene spesso preso di mira.
Purtroppo la situazione diventa insostenibile quando gli scherzi iniziano ad essere pesanti (a dir poco.)
Quando finalmente riesce a trasferirsi in un'altra abitazione, con coinquilini decisamente diversi, Dev capisce che magari può essere felice anche lui.
Dev è un personaggio particolare, lo definirei terribilmente fragile. Un ragazzo smilzo, occhiali, la passione per la tecnologia e una lista delle cose da fare ogni giorno, è una persona metodica, dentro gli schemi.
Quando incontra Ewan, non riesce a non pensare alla sua bellezza, ma lui è solo il vicino di casa. Ewan è giovane, un anno più grande di Dev, single per scelta e non vuole assolutamente cambiare idea. Quando per sbaglio, il pacco imbarazzante di Dev (non vi svelerò mai cosa), viene dato all'indirizzo sbaglio e viene preso da Ewan, inizia la vera trama. Ewan apre il pacco perché credeva fosse per lui e quando vede il suo interno... diciamo che la situazione è assolutamente esilarante.
Quando il ragazzo va a ridarlo a Dev, la situazione è terribilmente ambigua e ho provato imbarazzo per Dev. Tuttavia ci vuole un'altra spinta ai due, che se prima si salutavano e basta, ora l'imbarazzo è sovrano. Ewan è iscritto ad una chat gay e trova lì anche Dev. Non può fare altro che correre dal vicino e dirgli che quella chat non era proprio un posto per bene. Le cose non vanno proprio così, Ewan si propone di fargli da maestro, di fargli conoscere i lati della sua sessualità a Dev sconosciuti. Dev d'altro canto gli promette delle ripetizioni di matematica.
Iniziano delle settimane interessanti, Ewan e Dev hanno chimica, complicità e tenerezza.
I loro incontri iniziano con delle lezioni e finiscono con passione e dolore. Perché col passare del tempo il patto diventa sempre più difficile da mantenere e sempre più facile andare oltre al limite. Ewan è una persona ironica, solare, quasi il contrario di Dev e quando capisce che vuole qualcosa di più che incontri occasionali, forse è Dev che questa volta non vuole nulla di serio.
Un libro emozionante, dolce, ironico soprattutto. Alla fine l'amore ci trova sempre, nonostante le difficoltà e i limiti che una persona si pone e questo libro ne è la prova. A molti non piace il genere, ma continuerò a sostenere che provare non costa nulla e quindi, ancora una volta, vi consiglio un libro m/m tremendamente ironico e romantico. Un connubio perfetto.

Sabrina

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari