giovedì 7 settembre 2017

RECENSIONE "Tutte le stelle del cielo" di ANGELA CONTINI

Ciao readers, oggi Alessia vi parla di Tutte le stelle del cielo di Angela Contini, secondo romanzo della serie iniziata da Tutta la pioggia del cielo, uscito nel Maggio scorso con Newton Compton. I protagonisti sono diversi e anche la trama si svolge senza particolari riferimenti al primo romanzo, quindi potrebbe anche essere letto subito, ma vi consigliamo vivamente di leggere entrambi. In questa storia troviamo Kyle, un ragazzo problematico che si trasferisce (contro la sua volontà) nella tranquilla cittadina di Pretty Creek, e Katherine, una mamma single con tante responsabilità e una vita abbastanza complicata.

TITOLO: Tutte le stelle del cielo
SERIE: #2 Tutta la pioggia del cielo, autoconclusivo
AUTORE: Angela Contini
DATA D’USCITA: 4 Maggio 2017
EDITORENewton Compton
GENERE: rosa contemporaneo
NARRAZIONEpov maschile e femminile alternati in terza persona
AMBIENTAZIONE: Pretty Creek, Vermont (Stati Uniti)
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Kyle, ragazzo problematico, nipote del fioraio di Pretty Creek; Katherine, mamma single con una vita alquanto complicata.



TRAMA

La vita di Kyle Hawkins è alla deriva. Quando viene arrestato per guida in stato d’ebbrezza, possesso di stupefacenti e molestie, il padre lo spedisce a Pretty Creek, nel Vermont, ad aiutare il nonno che ha un negozio di fiori. La provincia è l’inferno per Kyle che, senza amici, va nell’unico pub della cittadina a ubriacarsi; proprio lì lavora Katherine Hutchinson, la vicina di casa del nonno con mille problemi, innamorata di Kyle da sempre. Sarebbe meglio per entrambi stare lontani, ma Kathy è ancora attratta dal ragazzino di quattordici anni a cui ha dato il primo bacio, mentre l’attaccamento di Kyle alla ragazza diventa un modo per scacciare i suoi demoni... 



RECENSIONE


Il primo amore non si scorda mai… e se il destino vi permettesse di rincontrare il vostro primo amore, cosa pensate che potrebbe accadere?
Kyle è un ragazzo molto problematico che, a causa di una grave perdita, sta attraversando un momento molto difficile che lo ha portato a condurre una vita sconsiderata e ad affogare i suoi dispiaceri nell’alcol. Dopo l’ennesima serata conclusa alla centrale di polizia, il padre di Kyle decide di mandare il figlio a Pretty Creek, dove suo nonno gestisce un negozio di fiori. Kyle ovviamente, vede la cosa come una punizione e alla prima occasione si reca nel pub del paese per bere. Il caso vuole che lì lavori Katherine, l’altra protagonista della storia, una giovane donna che, abbandonata dal padre di suo figlio, si divide tra i suoi doveri di genitore e le cure alla madre fortemente depressa. Kathy non ha mai dimenticato Kyle, il ragazzino quattordicenne a cui ha dato il primo bacio, ma adesso si ritrova davanti un uomo tanto bello quanto dannato.
Kyle, infatti, non riesce a superare la morte del fratello, di cui si incolpa; vive in un’autoimposta infelicità, credendo di non meritare alcuna gioia dalla vita.
Katherine si ritrova molto attratta dalla bellezza di Kyle e dal ricordo del suo primo amore, ma allo stesso tempo molto spaventata dai demoni che il ragazzo si porta dietro.
Kyle, invece, trova in Katherine la sua ancora di salvezza: il motivo che lo spinge ad affrontare il suo dolore e risolvere i suoi problemi con l’alcol. Ma il suo percorso di guarigione è tanto difficile da sembrare quasi impossibile da portare al termine. Kyle dovrà raggiungere il fondo del baratro in cui si trova, prima di riuscire a risalire a galla.

«Prima di te vivevo perché respirare è un atto involontario. Dopo la morte di Austin è stato così. Mi sono sempre detto che quella era la mia punizione, una sorta di soggiorno permanente in una specie di purgatorio. Non ero felice e questo bastava a darmi l’illusione che stessi pagando per il mio egoismo. Dopo di te… be’ dopo di te ho cominciato a respirare perché volevo farlo. Ogni volta che ti incrociavo si accendeva in me una scintilla di vita. E… Dio… ho cominciato a essere felice. Così, dal niente. Mi hai sempre fatto questo effetto, anche da ragazzina. Insieme alla gioia cresceva la disperazione. Si può essere in paradiso e all’inferno nello stesso momento? Sì. Succede quando hai il cuore a pezzi. Austin è morto perché io ho sempre pensato più a me stesso che a chiunque altro e a me sembra di vivere una vita che dovrebbe essere la sua. Non ne ho nessun diritto».

Purtroppo entrambi capiscono che non possono stare bene insieme, se prima Kyle non risolve i suoi problemi. L’amore, quello con la A maiuscola, riuscirà a salvare un ragazzo dai demoni del passato? Kyle e Katherine combatteranno per raggiungere la loro meritata felicità?
Devo ammettere che sono rimasta estremamente colpita da questo libro. Non conoscevo questa serie, ma appena finito di leggere questo volume sono andata di corsa a procurarmi il precedente e sono impaziente di leggere il prossimo, non tanto per i collegamenti tra le varie storie (che ripeto sono trascurabili) ma perché credo di essermi perdutamente innamorata dello stile di questa autrice. Il suo linguaggio ricercato ma scorrevole, il modo in cui riesce a mantenere il lettore attaccato alla pagina, la costruzione dei personaggi, i flashback del passato dei due protagonisti, la capacità di trasmettere emozioni attraverso le parole… tutto… mi è piaciuto tutto! Da inguaribile romantica, quale sono, non posso che consigliare questo romanzo a tutte coloro che amano il genere… e perché no… anche a chi preferisce altro. Non sempre una descrizione super-dettagliata di una scena di sesso è necessaria per trasmettere la passione e l’amore che c’è tra due protagonisti. A volte basta solo saper scrivere bene… ma questa è solo una mia piccola riflessione.

Ps: se non si era ancora capito… Angela hai una nuova fan!

Alessia


1 commento:

  1. Wow! Sono senza parole. Grazie di cuore per questa straordinaria recensione!

    RispondiElimina

Post più popolari