domenica 10 giugno 2018

RECENSIONE "Non dirgli che ti amo" di Deborah Fasola

Buongiorno lettori, oggi Raffaella ci parla di Non dirgli che ti amo dell'autrice Deborah Fasola, uscito lo scorso anno in self. La protagonista Viviana è una donna sempre sorridente che ad un certo punto della sua vita scopre di avere un cancro. Per il poco tempo che le resta, decide di realizzare il suo più grande sogno: diventare madre. Su internet conosce Cristian, un tipo paffutello e dolce che prova interesse per lei. Ma Viviana non ha fatto i conti con Kevin, il fratello di Cristian, un tipo arrogante e opportunista che le darà filo da torcere… 

TITOLO: Non dirgli che ti amo
SERIE: autoconclusivo
AUTORE: Deborah Fasola
DATA D’USCITA: 19 Novembre 2017
EDITORE: self publishing
GENERE: rosa contemporaneo
NARRAZIONE: pov maschile e femminile in prima persona
AMBIENTAZIONE: Roma
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Viviana Serra, donna che scopre di avere un cancro; Cristian Giuliani, uomo conosciuto in rete; Kevin Giuliani, fratello di Cristian.



TRAMA



Viviana vive una vita tranquilla a Roma, circondata dall'affetto dei suoi cari e riuscendo a realizzare i sogni della sua infanzia. Ben presto la sua routine viene sconvolta da una notizia inaspettata che, in seguito a dei controlli medici che le diagnosticano un male incurabile, la vedrà mettere in discussione desideri e speranze future, primo fra tutte quello di diventare madre. Il tempo a sua disposizione è poco e istintivamente fa una cosa che non avrebbe mai preso in considerazione altrimenti: iscriversi a un sito di incontri. Proprio online conosce Cristian, che sembra provare una sorta di interesse nei suoi confronti. La ragazza gli aprirà in parte il suo cuore e, sebbene Cristian non conosca realmente i suoi piani, giorno dopo giorno si innamorerà di lei. Purtroppo Viviana non ha fatto i conti con la famiglia di lui, soprattutto con il fratello, che sembra aver compreso il suo doppiogioco e che interviene prepotentemente nella sua vita, sconvolgendogliela più di quanto non lo sia già.
Un romance drammatico che sa di amore e di speranza.
Un amore impossibile.
Una storia di vita vera e di sofferenza, ma al tempo stesso romantica e intensa.


RECENSIONE

non dirgli che ti amo deborah fasola
Viviana Serra è esattamente come appare: bella, determinata, cerca sempre di sorridere, vive al massimo delle energie, ha un lavoro che la appaga e si circonda dell'affetto della sua famiglia e dei suoi pochi amici fidati. La sua quotidianità procede a gonfie vele finché inaspettatamente una notizia terribile sconvolge la sua vita. Scoprire di avere il cancro è il momento più devastante della sua vita, sapere di avere poco tempo e di doverlo sfruttare al massimo diventa il suo unico obiettivo. All’improvviso deve rivedere tutti i suoi piani e le sue priorità. Il suo più grande sogno è quello di diventare madre e così munita di un computer, decide di iscriversi ad un sito di incontri per trovare il padre del futuro nascituro. Al suo annuncio risponde Cristian Giuliani, un tipo dolce, simpatico e imbarazzato - forse il tipo di uomo che Viviana non guarderebbe mai per strada  - che ride ad ogni sua battuta. Viviana e Cristian si conoscono ed entrano in confidenza, lei gli rivela solo una parte della verità e lui accetta la sua proposta. Ma Viviana non ha fatto i conti con Kevin, il fratello di lui. Kevin è un tipo arrogante, egoista, opportunista, impertinente e a tratti crudele. È l’esatto opposto del fratello: mentre Cristian è dolce e premuroso, lui è insolente ed è abituato ad avere ogni donna ai suoi piedi. Ma di certo non ha fatto i conti con Viviana, la futura bellissima cognata che sembra nascondere qualche segreto e che rispondendogli per le rime, non si lascia intimidire dalla sua arroganza.
non dirgli che ti amo deborah fasola
Non dirgli che ti amo è un romanzo drammatico, diverso dalle precedenti opere di Debora Fasola. È un romanzo che non solo affronta il tema del cancro ma è anche un inno alla vita, un inno a combattere contro la malattia, a non arrendersi mai, a capire che ci sono persone accanto a noi che ci possono aiutare e sostenere. Non dobbiamo affrontare sempre tutto da soli. A volte abbiamo bisogno di qualcuno con cui condividere la sofferenza, i timori, le preoccupazioni, a non farci sempre carico di tutta la rabbia che abbiamo dentro. In questi momenti di sconforto ci si chiede perché la malattia ha colpito proprio me e non un’altra persona. Beh, la malattia non si può prevedere, non si può scoprire in anticipo chi colpisce. Arriva e basta e noi dobbiamo essere pronti a combattere e a non arrenderci mai. Un altro messaggio che ho apprezzato tanto è il desiderio di Viviana di diventare madre. Credo che molti la considerano una scelta sbagliata e quasi assurda. Io farei la stessa scelta di Viviana, sceglierei di mettere al mondo un bambino, anche se mi rimane poco tempo da vivere. Non è una scelta sbagliata, anzi credo che sia la scelta più coraggiosa che una donna può compiere. Un bambino può darci la forza per combattere la malattia, ci insegna ad amare, ci dà una ragione per cui vivere. Un bambino non è mai uno sbaglio, anzi è una speranza, una benedizione. Deborah ci mostra che l'amore è imprevedibile, arriva quando meno ce lo aspettiamo, nonostante tutti i progetti e tutti i piani. Per quanto cerchiamo di programmarla, non seguirà mai il piano che abbiamo stabilito per lui.
non dirgli che ti amo deborah fasola
E noi dobbiamo accoglierlo così come viene, dolce, arrogante, potente, con tutte le emozioni e le imperfezioni che racchiude. Viviana mi è piaciuta sin dall'inizio: adoro la sua forza, la sua determinazione di realizzare il suo sogno di madre, anche se quel cancro le fa perdere le speranze. Dare alla luce un figlio diventa il suo scopo della vita che le rimane, amarlo e poterlo crescere il più possibile. Cristian è un tipo dolce ma non è il suo prototipo di uomo. Lei vuole un amore passionale e travolgente che le entri dentro come la forza di un uragano, lei vuole provare tutte quelle emozioni forti di un vero amore, vuole che le emozioni scavino in lei, affondino radici solide. Kevin mi ha affascinato sin da subito. Con quel suo cipiglio arrogante, con quella prepotenza e forza d'animo che solo un vero uomo può avere, riesce ad entrare nel cuore di Viviana e anche nel mio! Mi sono divertita molto nel leggere le loro battute, le loro continue sfide con gli occhi e con le parole. Passione, dolcezza, ironia, speranza e romanticismo sono le colonne portanti di questo romanzo tutto da leggere!


Raffaella


Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari