giovedì 11 ottobre 2018

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Birthday girl" di Penelope Douglas

Buongiorno ragazze, Sabrina ci parla in anteprima di Birthday Girl, il forbidden romance di Penelope Douglas uscito oggi con la Newton Compton. Tenetevi forte! Oggi torna Penelope Douglas con un libro formidabile! Scommetto che molte di voi già lo conoscono e come me lo stavano aspettando dall'anno scorso! Sedetevi e prendete un bel respiro prima di immergervi nella storia di Jordan e Pike.


TITOLO: Birthday girl
TITOLO ORIGINALE: Birthday girl
SERIE: autoconclusivo
AUTORE: Penelope Douglas
DATA D’USCITA: 11 Ottobre 2018
EDITORE: Newton Compton
GENERE: forbidden romance
NARRAZIONE: pov maschile e femminile in prima persona
AMBIENTAZIONE: America
FINALE: no cliffhanger
PROTAGONISTI: Pike, padre di Cole; Jordan, fidanzata di Cole.




TRAMA

Jordan non aveva un posto dove andare, quando Pike l’ha accolta in casa. Pike è stato sempre gentile e premuroso. Per la prima volta dopo tanto tempo, lei si è sentita al sicuro. Jordan sa bene che lui, anche se non lo dice, vuole proteggerla. Lo vede nei suoi occhi la mattina, a colazione. E quando lui rientra, la sera, Jordan sente il cuore battere più forte. Ma sa che deve smetterla di pensare a lui. Perché Pike è libero, ma lei è impegnata. Pike ha accolto Jordan in casa, cercando di rendersi utile. Ma non poteva immaginare che le cose sarebbero diventate così complicate. Pensa continuamente a lei e ogni volta che si incrociano in corridoio rimane senza fiato. Ma non può avvicinarsi, dovrebbe togliersi quel pensiero dalla testa. Eppure più passa il tempo e più Jordan diventa parte di lui. Una parte che non sarà mai libero di amare. Non perché ha solo diciannove anni. Ma perché è la ragazza di suo figlio.

RECENSIONE


Buongiorno readers, oggi è un grande giorno! Un giorno che aspetto più o meno da un anno, forse di più. Birthday Girl è finalmente tra le mie mani! Ragazzi non so descrivere l'emozione che provo, la gioia, la felicità. Penelope Douglas è un mito per me, ogni suo libro mi apre un mondo, mi fa vivere mille vite e le amo tutte allo stesso modo. I suoi personaggi, le dinamiche, lo svolgimento.
Penelope Douglas è un'artista, una maga e questo libro non fa eccezione. Jordan è una giovane ragazza, lavora in un locale per mantenersi e adora la sua libertà. I suoi genitori sono separati e lei è scappata via da quel mondo di bugie. È andata a vivere con Cole, il suo fidanzato. Jordan è matura per la sua età. Vuole una vita sicura, una casa, un marito e tra qualche anno un figlio. Di lei me ne sono innamorata fin da subito. Jordan è aria, libera e indipendente. Uno spirito pieno di ilarità e vita. Cole al contrario è immaturo, pensa agli amici, a bere, a divertirsi. Jordan non è mai nei suoi pensieri. Quando vanno ad abitare insieme, la situazione peggiora. Solo Jordan porta a casa i soldi, che servono per le spese della casa e non avanzano mai. Cole ovviamente è già tanto se si fa vedere in casa. Il giorno del diciannovesimo compleanno di Jordan, Cole si dimentica di lei e la ragazza decide di andare al cinema, l'unico luogo che la rilassa. Con la luce soffusa, i dolcetti per il suo compleanno e un film conosce Pike. Pike è un uomo di trentotto anni. La vita gli ha donato un figlio che lo odia e una ex moglie decisamente cattiva. Quando incontra quella ragazza al cinema, una piccola luce gli riscalda il petto. Non sanno che sono legati da Cole e per una serata entrambi si divertono, non pensano a niente, liberi.
Pike è un'animo buono. Bello, attraente, ha sempre cercato di fare il bene del figlio, nonostante l'odio di quest'ultimo. Quando incontra Jordan e successivamente vanno a vivere insieme, causa l'immaturità di Cole, la luce nel petto si fa sempre più ampia. Jordan è la luce di Pike. Il libro è scritto in modo impeccabile, speravo non finisse mai. La storia che nasce tra Pike e Jordan è profonda, piena di passione e amore. Un amore rispettoso, un amore impossibile. I personaggi secondari, come gli amici di Pike o il capo di Jordan mi hanno fatto morire dal ridere. Per quanto riguarda Cole, nonostante per circa il 70% del libro l'ho odiato profondamente, verso la fine devo dire che è nata una simpatia anche per lui. Per quanto riguarda sua madre invece, resta solo odio. Il finale è fantastico, una cosa che amo dell'autrice - tra le tante cose che amo - sono i suoi finali. Sono ancora talmente coinvolta che non so se quello che ho scritto abbia un senso ma leggetelo. Se conoscete l'autrice sapete che è una garanzia. Ora, cara Penelope Douglas, torna dalle serie Devil's night e Fall Away!


Sabrina



Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari