giovedì 14 luglio 2016

RECENSIONE "Oceano in te" di STARLA WAR


TITOLO: Oceano in te
AUTRICE: Starla War
DATA D’USCITA: 9 Giugno 2016
EDITORE: self publishing
GENERE: New Adult
NARRAZIONE: pov femminile e pov maschile in prima persona
CATEGORIA: d/s ; BDSM
FINALE: si cliffhanger
COPPIA: Anna Livi, commessa in una libreria; Giordano Costa, ricco imprenditore.





SINOSSI

L'amore a volte porta più tormento che pace.
Anna Livi vive la vita che ha scelto. Le bastano le piccole sicurezze di cui si è circondata per essere felice: quattro chiacchiere con gli amici, le uscite serali con il fidanzato, il suo posto di lavoro come commessa in una libreria. Dopo un trauma che ha subito, la ragazza ha la certezza che questo sia il meglio a cui può aspirare, un'esistenza semplice, senza rischi né ombre.
Non ha preventivato però l'arrivo di Giordano che, come un oceano profondo ed oscuro, è pronto ad inghiottirla in una passione che sovrasta ogni cosa.
Anna fa poco e niente per ribellarsi, non ne è in grado ma soprattutto lei vuole quell'uomo con tutta se stessa. Lo perdona ogni volta che la fa soffrire, riesce a passare sopra le rivelazioni sconcertanti riguardo la sua vita e lo ama. Lo ama come non ha mai fatto. Senza difese e senza barriere.
A tutto però c'è un limite e per lei arriva quando comprende che la loro storia non potrà mai avere un lieto fine, che le favole sono solo nella sua mente e che, purtroppo, ha il dovere di dire addio al suo grande amore.
Giordano si trova di fronte ad un bivio. Potrà lasciar tornare Anna alla sua vita oppure combattere per lei, per la passione e per il sentimento profondo che condividono.

RECENSIONE


Siete al vostro primo New Adult? Vi consiglio di leggere altro. Con questo romanzo non si scherza, non è adatto per chi non è in grado di apprezzarlo nella sua globalità e di comprendere tra le righe il messaggio che l'autrice ha voluto affrontare e trasmettere al lettore.  Io l'ho apprezzato, ma tanto! Non vi racconto la storia perché sapete che la trama è fin troppo chiara e che non amo raccontare spoiler.
Oltre a racchiudere già nella trama degli elementi che personalmente adoro, Oceano in te è descritto in maniera vera, cruda, a volte violenta e altre volte molto dolce, e per le stesse ragioni avrete la possibilità di amarlo o odiarlo.
Adesso entriamo più nel vivo di questo libro: ovviamente abbiamo un protagonista maschile che domina per la maggior parte del romanzo, un uomo dall'aspetto impeccabile, enigmatico, all'apparenza perfetto ma rozzo e crudele nel profondo. Non viene raccontato molto di lui, del suo passato si sa poco e niente, ma attraverso il suo linguaggio rude e le sue azioni brusche è possibile capire il suo status e gli obblighi a cui deve attenersi. Ma nulla gli vieta di inseguire il suo cuore, di arrendersi ai suoi sentimenti e di coronare i suoi desideri.
Ho apprezzato molto la protagonista femminile che si è rivelata fragile per la maggior parte del romanzo, schiava dell'amore per Giordano, ma quando stava per toccare il fondo ed era sull'orlo del precipizio, riesce insieme ad una persona "molto speciale"- di cui non vi rivelerò l'identità - a riprendere in mano la sua vita e a cercare di rimediare alle scelte sbagliate che ha commesso. Ci sono stati momenti in cui il dolore di Anna lo sentivo nel petto, il dolore psicologico, che la attanagliava e che l'ha distrutta fisicamente e mentalmente, è stato come viverlo insieme a lei, in prima persona. E' strano come certi libri possano rispecchiare la sofferenza e la disperazione della vita reale, di come l'amore possa portarci a compiere scelte sbagliate di cui in momenti di sconforto, ci pentiremo amaramente, il cuore verrà ridotto in mille pezzi e ricomporre tutto sarà pressoché difficile. Ma penso che se non avessimo compiuto proprio quelle scelte sbagliate, avremmo avuto il rimpianto, il dubbio di una scelta che probabilmente si sarebbe rivelata successivamente giusta per se stessi. A volte bisogna soffrire molto, bisogna combattere con le unghie per ottenere ciò che si vuole, combattere a denti stretti, non arrendersi mai. Ma quando si entra in quel vortice di dolore e sofferenza che logora l'anima, non si può far altro che accoglierlo nel proprio cuore. Bisogna essere preparati e pronti a rialzarsi. Si sa che a volte durante la risalita si possono trovare vari ostacoli che possano impedire la rinascita ma bisogna mettercela tutta, bisogna infondersi tutto il coraggio possibile, abbandonare le paure e andare avanti. Perché la vita non si ferma li, la vita è un dono prezioso e non c'è tempo da perdere, bisogna rimboccarsi le maniche e proseguire per la propria strada. Ci saranno cicatrici, ferite chiuse e altre ancora aperte ma la prodezza e la soddisfazione alla fine del cammino saranno considerevoli.
Oceano in te è uno di quei libri che, nonostante la lunghezza, mi ha convinto in toto. E' scritto molto bene e lo stile è azzeccatissimo: la prima persona di entrambi i protagonisti ha fatto si che si potesse entrare a 360 gradi nella narrazione e nelle loro menti.
La cosa che mi ha catturato è l'eleganza e l'accuratezza nello stile dell'autrice con cui ha descritto e affrontato certi argomenti.
Giordano è il protagonista maschile che più ho odiato e che far venir voglia di strangolare tanto quanto di abbracciare quando un semplice "sì" vi farà sciogliere proprio come Anna. Giordano viene descritto quasi come un insensibile, un uomo pieno di sé, a volte egocentrico ed egoista. Afferma di amare Anna ma, nel tempo che hanno trascorso insieme, non ha fatto altro che prenderla in giro, darle farle speranze, illuderla per qualcosa di irraggiungibile.
Anna è una donna molto vulnerabile, ha bisogno di quell'amore che la sappia travolgere completamente, che le sappia dare tutto o niente. Ha sofferto molto in passato per un episodio che l'ha sconvolta e di cui ha cicatrici permanenti che le ricordano questa maledetta vicenda che vorrebbe dimenticare a tutti i costi.
A quel punto vorreste gridargli di mandare tutto a monte, di dimenticare tutto quanto e abbracciare quella donna cosi bisognosa di affetto e vi sentirete di mancare dentro quando tutto questo non accadrà.
Giordano e Anna sono due anime che si collidono, insieme si distruggono e paradossalmente si curano: amore, odio, sconforto, disperazione, speranze, illusioni, rabbia, rassegnazione, vendetta.. tutto questo in un unico libro che vi terrà incollati inevitabilmente fino all'ultima pagina.
Insomma se siete fan degli New Adult, di certo non potete perdervi questo romanzo e spero che  presto potremo leggere il seguito.

L'amore non dovrebbe portare tristezza,
le favole mi hanno insegnato che in qualche modo si arriva sempre al lieto fine,
che il cattivo di turno viene punito e
che il principe e la principessa vivono felici e contenti.
La vita reale, invece, è come una ghigliottina pronta a mozzare speranze e serenità.
Non risparmia mai, almeno non me.

Baci, Raffaella.
   


  

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari