venerdì 12 agosto 2016

RECENSIONE "Io ti appartengo" - The Indebted series #1 di PEPPER WINTERS


TITOLO: Io ti appartengo
TITOLO ORIGINALE: Debt inheritance
SERIE: The Indebted series #1
AUTRICE: Pepper Winters
DATA D’USCITA: 10 Settembre 2015
EDITORE: Newton Compton
GENERE: dark erotic romance
NARRAZIONE: pov femminile e maschile alternati, prima persona
CATEGORIA: d/s
FINALE: si cliffhanger
COPPIA: Nila Weaver, sarta e stilista rapita dalla famiglia Hawk; Jethro Hawk, creditore.


SINOSSI

Bestseller del New York Times e di USA Today «Tu sei una mia proprietà. Ho un documento che lo dimostra. È innegabile. Tu sarai mia fin quando non avrai pagato il tuo debito». La famiglia di Nila Weaver è obbligata a rispettare un patto di sangue stretto in tempi antichi con la famiglia Hawk e, in quanto primogenita, la ragazza sconta ancora le colpe degli antenati. I secoli bui sembrano essere passati, ma i debiti non sono stati cancellati. E Nila ha poca possibilità di scegliere il suo futuro. Jethro Hawk, ultimo primogenito dei creditori, affascinante quanto agghiacciante, riceve Nila in eredità per il suo ventinovesimo compleanno. La sua vita gli apparterrà finché lei non avrà pagato il debito secolare. Jethro può fare di lei quello che vuole, senza porsi limiti, e Nila non può difendersi, né sperare in alcun aiuto. Può solo obbedire.
La vita di lei gli appartiene e lui potrà farne quello che vuole.

RECENSIONE


Care amiche, Pepper Winters è la regina indiscussa del dark romance. E' il suo primo libro che leggo e di sicuro non sarà l'ultimo. Molto spesso i libri che vengono definiti dark romance presentano delle sfumature di dolcezza e di romanticismo, ma posso affermare con assoluta certezza che questa serie non può essere paragonato minimamente a uno di quei libri. "Io ti appartengo" è un romanzo tetro, crudo e deliziosamente peccaminoso. Si può attestare che con i romanzi della Winters ci si può aspettare l'inaspettato. Non si sa mai come un determinato avvenimento può evolversi. E' tutto quanto contorto, imprevedibile ed emozionante. La prima emozione che ho provato nel leggere questo romanzo è stato il terrore. Terrore per tutto ciò che può accadere, agghiacciante fino alle ossa. E' un dark con un tocco inquietante.

Ho letto numerose recensioni positive a 5 stelle e non nego di aver avuto delle aspettative molto più alte per questo libro, ma nel complesso è stato di mio gradimento.
Se avete letto la trama sapete benissimo che l'intera serie gravita attorno ad un debito di seicento anni prima commesso dalla famiglia Weaver nei confronti della famiglia Hawk.  Per un unico errore la famiglia Weaver aveva condannato a morte sicura le primogenite donne della propria famiglia. Gli Weaver, come sottoscritto e dichiarato dai primi antenati, devono offrire volontariamente come vittima sacrificale, generazione dopo generazione, ogni primogenita finché non pagheranno tutte il proprio debito.
Sembra che il debito contratto non possa mai estinguersi e che le primogenite siano le uniche vittime a pagarne le conseguenze e che mai nessuno dei discendenti si sia mai ribellato a tale debito. Ai giorni odierni troviamo Nila Weaver, una figlia molto amata e sorella gemella di Vaughn, cresciuta da un padre iperprotettivo e avente un fratello possessivo e un'immensa ricchezza a disposizione.

Si scopre che la libertà che Nila aveva agognato da tempo non è altro che una maledetta illusione. Lei era in debito, promessa ad una lunga vita di servitù prima che lei nascesse e mai destinata a proseguire il suo scintillante sogno di stilista.
Jethro, ultimo primogenito maschio della casata Hawk, riceve Nila in eredità al compimento del suo ventinovesimo compleanno ed è pronto a ripercuotere il debito. Attraverso un ricatto, la costringe ad allontanarsi durante la serata di presentazione della collezione di Nila tenutasi a Milano per portarla nella sua tenuta in Inghilterra dove inizierà a pagare il suo debito.
Jethro è un antieroe freddo e calcolatore, esercita il potere finanziario sulla famiglia, rendendo Nila prigioniera e impotente nelle sue grinfie. Ho sperato e continuato a cercare in Jethro un barlume di umanità e un briciolo di positività ma sfortunatamente non l'ho trovato. E' stato cresciuto in una famiglia in cui le emozioni erano considerate una debolezza, in cui il potere e la ricchezza erano gli unici mezzi per ottenere tutto.

Durante il pranzo di benvenuto ho trovato il personaggio di Jethro molto più debole del previsto a causa del potere che il padre esercita su di lui; avrei preferito poter leggere una maggiore possessività nelle sue azioni nei confronti di Nila la quale viene descritta come una co-proprietà nelle mani dell'intera famiglia Hawk di cui tutti i maschi della famiglia possono spassarsela a turno. Ho nutrito e riservato odio per il padre di Nila a causa del suo mancato coraggio e temerarietà tipica di un vero padre di famiglia. L'unico che sembra tenere molto a Nila è il suo fratello gemello.
Ho ammirato la forza d'animo di Nila, la sua determinazione per non essere schiacciata dal potere degli uomini malati e depravati. Mi è piaciuto il modo con cui ha cercato di mantenere intatta la sua integrità per tutto il tempo sapendo di accontentare le loro richieste disgustose. Questa situazione difficile la costringe ad alzarsi in piedi e ad affilare le unghie per combattere e dimostrare la sua ferocia. Spero di leggere e scoprire più del misterioso Kile.
La parte più entusiasmante e accattivante sono le scene in cui Nila e Jehro si lasciano andare alla lussuria e alla sensualità estrema ornate dalla voglia di possesso da parte di Jethro.

Il cliffhanger è molto intenso, il finale ci lascia con l'amaro in bocca e la voglia di scoprire molto di più.
"Io ti appartengo" è stata una lettura estremamente emozionante, perfidamente audace e cruda arricchita da vicende contorte, originali e seducenti. E' una storia ricca di segreti, mistero, colpi di scena e molta ma molta suspance e curiosità che spesse volte vi lascerà in bilico. La manipolazione e il controllo catturano il lettore e li rende prigionieri di ogni pagina e attenti ad osservare gli indizi per questa storia enigmatica. Il segno di questo romanzo è proprio quello di rendere irrequieto il lettore e di scuoterlo e spaventarlo per il suo sadismo.
In alcune scene ho avuto brividi e pelle d'oca per la crudeltà che subisce Nila.
Per come è articolata la storia, vi accorgerete che si svolgerà nell'arco di meno 24 ore e alla fine vi renderete conto di aver letto molto di più.
Il romanzo è molto scorrevole, lo stile di scrittura mi è piaciuto molto e per chi ama il genere vi consiglio di leggerlo per farvi un'idea e per poter entrare nella mente dei personaggi.



VOTO 3.5/5
Raffaella

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari