giovedì 29 settembre 2016

RECENSIONE 'L'alchimista Innominato' di Anonima Strega


SINOSSI

E se i promessi sposi fossero vissuti nella Firenze del Trecento?

Se Lucia fosse stata una filatrice a favore dei diritti delle lavoratrici?
Se l’Innominato si fosse dedicato alla ‘conversione’ del metallo in oro?

Firenze, 1348. La filatrice Lucia è promessa al lanaiolo Lorenzo de’ Tramaglini, ma il notaio ser Roderico ha scommesso che la sposerà. Nonostante il vantaggioso cambio di programma, Lucia oppone resistenza al progetto del notaio, che minaccia di screditarla agli occhi della legge a causa delle sue idee politiche. Per rinviare le nozze, Roderico organizza il rapimento della ragazza e chiede aiuto all’Innominato, un nobile despota che si nasconde nelle campagne di Fiesole grazie alla sua protezione, per la quale riceve in cambio favori di natura criminale. Nel frattempo, però, la vita isolata e gli studi stanno portando l’Innominato su un’altra strada. La crisi di coscienza e il conflitto con la prigioniera gli offrono spunto sulla ‘conversione’ del metallo in oro letta alla luce di una tradizione arrivata dalla via della seta: l’unione con la compagna predestinata per compiere insieme la Grande Opera, la trasformazione dell’energia sessuale nel corpo dell’adepto, per risalire all’armonia perduta. Ma questo non rientra nei piani di Roderico.


RECENSIONE

Per chi conosce Anonima Strega sa che le sue opere sono concentrare su l'occulto e la magia, su uno sfondo di mistero e irrealtà. L'alchimista Innominato da una svolta alle sue opere, Anonima strega si concentra su un Romance-Storico da brividi. Ispirata da I Promessi Sposi, capolavoro Manzoniano, ne ha preso i personaggi e ne ha fatto un capolavoro.

Nella bella Firenze del trecento, Lucia è una giovane donna senza dote, promessa sposa di Lorenzo, umile lanaiolo. Non lo ama certo, ma potrebbe amarlo, no? Lorenzo purtroppo ha un rivale, Ser Roderico, potente e viscido notaio di Firenze. Peccato che a Lucia le attenzioni di Ser Roderico non suscitano di certo sentimenti dolci e passionali. 

Alla vigilia delle nozze, dopo svariate minacce a Ser Roderico non resta che fermare il matrimonio con un' ultima scaltra malvagia mossa: Rapire Lucia e darla 'ospite' all'Alchimista Innominato. Mai scelta fu più sbagliata, no? 

Lucia, che ne I Promessi Sposi era docile e domata, nella versione di Anonima Strega è un personaggio audace, combattivo, forgiato grazie alla sua cultura -sa leggere, cosa che all'epoca non è scontata, ed ha fama di sapere- e all'amicizia di Gertrude -ex suora con idee molto libertine-. 

La Scrittrice ha saputo ambientarsi e ambientare i personaggi all'epoca e al luogo, i dialoghi sono perfetti, le descrizioni minuziose e affascinanti. 

Quando Lucia arriva nella dimora dell'Alchimista che la storia prende una vera e propria svolta, la convivenza difficile e conflittuale porterà a enormi sorrisi ma non toglierà nulla alla componente misteriosa, marchio inconfondibile della scrittrice. L'alchimista non accetta di prendere Lucia per paura nei confronti di Ser Roderico, ma solo ed unicamente per i suoi scopi, le serve una donna, per completare il suo esperimento - Anonima Strega non ha rinunciato nemmeno in questo romanzo alla sua nota magica, ed ha fatto bene.-

Lucia e L'Innominato saranno pedine e protagonisti in questo nuovo libro stupefacente, sensuale e romantico. 

Anonima Strega ha scritto una grande storia, sul filo di un classico indelebile.





ANONIMA STREGA si occupa da sempre di tematiche legate all’occulto. Preferendo tutto quanto concerne l’universo femminile neopagano, è di conseguenza al contempo molto romantica, anche se l’oggetto dei suoi desideri esce spesso dalle righe, così come i personaggi delle sue storie: i romanzi “Spettabile Demone” e “Il Diavolo e la Strega”, la trilogia “Le spose della notte”, e racconti disseminati per vari blog. In una vita precedente ha già avuto a che fare con i libri, ma i vaghi ricordi sono perlopiù negativi, e per libertà di movimento si dichiara disinteressata a qualsiasi proposta editoriale. Il suo antro è situato in un luogo nascosto, custodito da una gatta nera d’angora e una coppia di anziani troll norvegesi. Da lì dispensa consigli magici attraverso anonimastrega.blogspot.it

Mi scuso profondamente con l'autrice per il disastroso ritardo.

SABRINA

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari