lunedì 3 ottobre 2016

RECENSIONE "Il maestro del gioco" di PORTIA DA COSTA

Ciao readers, oggi vi parlo de "Il maestro del gioco" di Portia Da Costa pubblicato il 29 Settembre dalla Newton Compton. Nonostante il suo stile eccentrico e perverso, questo romanzo vi trasporterà in una Old Britain trasportata nel tempo ai giorni nostri fatta di pizzi e merletti, del tè delle cinque e di un'atmosfera dolce e rosa con le mille sfumature di erotismo

TITOLO: Il maestro del gioco
AUTRICE: Portia Da Costa
DATA D'USCITA: 29 Settembre 2016
EDITORE: Newton Compton
GENERE: contemporary romance
NARRAZIONE: pov femminile e pov maschile in terza persona alternati
TARGET: erotico
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Jess, impiegata in una compagnia di assicurazione; Ellis, miliardario vedovo.




SINOSSI

Jess Lockhart è arrivata a ventinove anni ancora illibata, ma ciò non significa che non sia interessata agli uomini. Anzi, è proprio l’opposto: sogna di trovare l’uomo perfetto che possa soddisfare ogni suo desiderio. Il nuovo capo, l’affascinante miliardario Ellis McKenna, sembrerebbe essere quello giusto. È anche chiaro che entrambi sono fisicamente attratti l’una dall’altro. Tuttavia, un tragico passato ha segnato Ellis, che si è ripromesso di non avere più relazioni sentimentali serie e durature. E Jess, dopo aver permesso a Ellis di sedurla e aver preso un posto speciale nel suo cuore e nel suo letto, saprà convincerlo a lasciarsi andare all’amore?

RECENSIONE

Jess Lockhart è rimasta orfana  in tenera età ed ha vissuto insieme alla sorella della nonna e quando quest'ultima si è ammalata gravemente ha dovuto prendersi cura di lui e ha rinunciato ai suoi sogni. Jess ha una grande passione, il disegno, a cui dedica il suo tempo libero e nonostante la sua verginità, ha il sogno di innamorarsi di un uomo che la ami e con il quale intraprende intensi rapporti sessuali.
Ed è proprio il sogno di questo uomo ideale che le ha impedito finora di andare con altri uomini poiché le aspettative sono alte rispetto alla realtà.
Nel giorno in cui decide di lasciarsi andare e di seguire i suoi istinti incontra imprevedibilmente il suo nuovo capo, Ellis McKenna, un affascinante miliardario rimasto vedovo. I due sono terribilmente attratti l'uno dall'altro ma una consapevolezza ben più grande si farà strada in lei.
Ellis è disposto a donarle il suo corpo ma non il suo cuore poiché anni addietro ha perso la moglie e le sue due figlie e ancora adesso prova dolore per la loro perdita e ciò gli impedisce di lasciarsi andare con anima e cuore ad altre donne. Nonostante questo, Jess decide di intraprendere una relazione con lui senza coinvolgimento sentimentale ma non sarà cosi semplice e perché non cercare di farlo innamorare di lei?
Vi rivelo che all'inizio questo romanzo non mi ha affatto attratta, me lo aspettavo decisamente diverso ma andando avanti con la lettura mi sono dovuta ricredere.
L'autrice utilizza uno stile tipico british non molto comune, elegante, formale e con un pizzico di sensualità e perversione. Ci trasporterà in una Old Britain trasportata nel tempo ai giorni nostri fatta di pizzi e merletti, del tè delle cinque e di un'atmosfera dolce e rosa con le mille sfumature di erotismo.
La storia non è originale anche perché di storie con una vergine e il miliardario ricco che la seduce ne abbiamo a bizzeffe. La particolarità del romanzo è proprio nello stile di scrittura quasi stravagante dell'autrice e nella personalità della protagonista.
Jess non è la solita vergine che trova il suo dominatore ma anzi è una donna che sa quello che vuole e vuole prenderlo, ha il coraggio di osare. La si può definire una sorta di dominatrice che sceglie il suo sottomesso.
D'altronde Ellis nonostante il suo dolore e la sua confusione interiore, rimane vittima della sensualità di Jess ed è come incantato e schiavo di lei. E quando Ellis rischierà di perderla, capirà i suoi veri sentimenti.
L'autrice ci regalerà momenti di depravazione totale affiancato da momenti di formalità e di eccentricità.
Ne consiglio vivamente la lettura poiché sono sicura che questo romanzo coinvolgerà anche a voi.

A presto,
Raffaella

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari