mercoledì 5 ottobre 2016

RECENSIONE "Il mio angelo" di LINA GIUDETTI

Ciao readers, oggi vi parlo del primo esordio in self publishing di Lina Giudetti con Il mio angelo, un romanzo che affronta il tema della bulimia e del coraggio arricchito da una buona dose di dolcezza e romanticismo.



TITOLO: Il mio angelo
AUTRICE: Lina Giudetti
DATA D'USCITA: 22 Febbraio 2016
EDITORE: self publishing
GENERE: romanzo rosa
NARRAZIONE: pov femminile in prima persona
TARGET: adulti, seconde possibilità
FINALE: si cliffhanger
COPPIA: Aura, giovane ragazza affetta da bulimia; Angelo, odontoiatra.






SINOSSI

Aura è una ragazza molto complicata e segnata dal divorzio dei suoi genitori. A causa dell'abbandono del padre che si trasferì all'estero con la sua nuova compagna quando lei era ancora una ragazzina, ha sviluppato una profonda diffidenza nei confronti degli uomini che considera tutti dei gran bastardi e non ha mai voluto impegnarsi sentimentalmente con nessuno tanto che a ventitré anni è ancora illibata. I suoi unici interessi sembrano essere lo studio e il conseguimento di una laurea finché un giorno il destino non pone sulla sua strada Angelo, un trentacinquenne affascinante ed empatico che svolgendo la stessa professione di suo padre, l'odontoiatra, stravolgerà la sua vita al punto tale da spingerla a rivalutare ogni convinzione e preconcetto. Tra loro nascerà sin da subito una forte attrazione che porterà Aura a scoprire pian piano le gioie dell'amore e del sesso… Angelo le colmerà il vuoto che ha nel cuore donandole la tenerezza e la dolcezza di cui ha bisogno. Tutti i suoi drammi interiori tuttavia e il suo inconscio complesso di Elettra renderanno la sua vita ricca di alti e bassi finché non accadrà l'impensabile…

RECENSIONE


Un romanzo commuovente e toccante che riesce con la sua drammaticità e la sua concretezza a far riflettere il lettore e a farlo emozionare.
Il romanzo racconta la storia di una vita reale, cruda e amara in alcuni punti, ma con protagonisti reali, fragili e imperfetti come ogni essere umano.
Aura, la protagonista della storia è una donna molto fragile e insicura, è cresciuta in fretta con una madre problematica e un padre odontoiatra sempre assente che ha preferito trasferirsi con la sua nuova compagna in un altro Paese. Ha vissuto una vita frammentata dalla quale fugge continuamente e tentando di rifugiarsi nel suo disturbo alimentare: la bulimia. La bulimia l'ha accompagnata per tutto il suo percorso di crescita e col passare del tempo si è talmente abituata che non riesce più a smettere. E' diventata dipendente da questa malattia, non ne può più farne a meno.
Si sente terribilmente sola e ricerca negli altri l'affetto e l'amore che non ha mai ricevuto. Nutre un profondo ostilità nei confronti degli uomini a causa dell'esempio distorto del padre. Si sente inutile e abbandonata da tutti ma il destino la mette sulla strada di Angelo, un odontoiatra trentacinquenne dall'aspetto affascinante e aggraziato che con i suoi modi gentili e il suo linguaggio disciplinato riesce ad attrarla inconsciamente.
Fin da subito Angelo si dimostra protettivo e amorevole nei confronti di Aura, capisce fin da subito il suo disturbo e cerca di aiutarla in ogni modo. Aura rivede in Angelo la figura paterna che non ha mai avuto e ritrova in lui l'amore che ha tanto desiderato da sempre.
Entrambi scoprono di provare un'intensa attrazione verso l'altro e per la prima volta Aura si lascia andare. Angelo le apre le porte di un nuovo mondo fatto di amore, emozioni e tenerezza; Aura si spoglia per la prima volta dei sentimenti che prova verso il primo uomo che lascia avvicinare. Per troppo tempo è riuscita a rimanere lontana dagli uomini ma con Angelo sente che tutto è diverso, tutto con lui ha l'aspetto dell'amore, lui ha le sembianze di un angelo salvatore che la accoglie fra le sue braccia calde e accoglienti e la protegge dal resto del mondo.
Ma quando Aura riesce a riacquistare la tranquillità e l'armonia che le sono mancate per troppo tempo, i demoni del passato di Angelo lo verranno a cercare e metteranno in subbuglio tutto quello che avevano costruito in poco tempo.
Aura scoprirà che Angelo non è quello che sembra e questo pian piano metterà in dubbio e in crisi la loro relazione.

Il romanzo riesce a trasmettere un messaggio di speranza, coraggio e amore. Pagina dopo pagina attraverso il monologo interiore di Aura, il lettore entra nella mente e nell'anima della protagonista, sente e prova tutte le sensazioni, i timori, i dubbi e la frustrazione per l'affetto mai ricevuto della protagonista.
La lettura è molto scorrevole e gradevole nonostante le tematiche trattate. Nonostante ciò che accadrà alla fine del libro, Angelo lo si può definire come l'uomo che funge da catalizzatore per Aura, colui che la esorta a riprendere in mano la sua vita e a risolvere tutti i quesiti e le difficoltà irrisolti.
Tra le righe si legge un messaggio di fondo molto importante: apprezzare la vita, viverla al meglio e non abbattersi nelle difficoltà.
L'unica pecca che ho riscontrato nella lettura sono i periodi troppo lunghi che bisogna assolutamente correggere.

Un bacio, Raffaella.

Nessun commento:

Posta un commento