venerdì 7 aprile 2017

RECENSIONE "703 ragioni per dire sì" - #1 The sinner Series di L.F. KORALINE

Salve readers, oggi Angela vi parla del primo romanzo di L.F. Koraline dal titolo 703 ragioni per dire sì, inizialmente pubblicato come self con il titolo Mr. 703 - Il Patto e successivamente acquisito e pubblicato lo scorso anno con la casa editrice Newton Compton. Nell'affascinante capitale italiana si districa la storia di Eden Gari giovane studentessa di veterinaria, rimasta orfana da pochissimo tempo e Damon Blake un misterioso quanto bellissimo miliardario dal sexy accento americano. Eden e Damon vi travolgeranno con un misto di seduzione, romanticismo, passione e un pizzico di suspense...


TITOLO: 703 ragioni per dire sì
SERIE: #1 The sinner
AUTORE: L.F. Koraline
DATA D’USCITA: 30 Giugno 2016
EDITORE: Newton Compton
GENERE: erotic romance
NARRAZIONE: pov femminile in prima persona
AMBIENTAZIONE: Roma
CATEGORIA: BDSM, suspense
FINALE: si cliffhanger
COPPIA: Eden, studentessa di veterinaria; Damon, miliardario che acquisisce l'azienda del padre di Eden.





SINOSSI

Eden Gari ha venticinque anni e la sua vita da favola si è appena trasformata in un incubo.
Ha sognato a lungo il grande amore, senza mai incontrarlo. Le sue storie si sono sempre concluse male, lasciandole addosso solo tanta amarezza. Stava quasi per smettere di sperare, quando un uomo è apparso nella sua vita, e lei si è trovata ad annegare nei suoi occhi. Eppure proprio quell’uomo diventa la sua passione e insieme la sua condanna. Perché con lui scoprirà il piacere più proibito, con lui il suo corpo fremerà per un’estasi mai provata. Ma per averlo bisogna pagare un prezzo molto alto: accettare il suo ricatto e le sue condizioni. Eden si chiede se ne valga davvero la pena e non è certa della risposta, ma decide di rischiare lo stesso. Che il gioco abbia inizio, Mr. Blake…

RECENSIONE

703 ragioni per dire sì è il primo romanzo di L.F. Koraline, inizialmente pubblicato come self con il titolo “Mr. 703. Il Patto” e successivamente acquisito e pubblicato con la casa editrice Newton Compton. In questo primo libro della trilogia ci troviamo in Italia, nella meravigliosa Roma.
Eden Gari è un’altolocata venticinquenne, studentessa di veterinaria, orfana di madre, che ha come unico supporto suo padre Carlo. Benché provenga da una famiglia benestante, non si è mai reputata diversa dai suoi amici, visto che il padre le ha dato un’educazione normale. È una ragazza gentile, genuina e, qualche volta, agisce d’istinto. Sogna d’incontrare l’amore come succede alle protagoniste dei libri che le piace leggere, anche se a lei non è mai successo di innamorarsi, nonostante abbia avuto diverse relazioni.
Da qualche tempo ha instaurato una relazione epistolare con un ragazzo a distanza, lui l’affascina, anche se non si sono mai incontrati. Lui è molto schivo, non dice molto di sé ma nonostante ciò, Eden se ne sente attratta.
La sua vita procede bene, tra università e uscite con gli amici, finché una tragica sera viene a sapere che suo padre ha perso la vita in un’incidente. Da quel momento si sente perduta: non ha più il suo punto di riferimento, la sua ancora, colui che le è sempre stato accanto.
Dopo un periodo di commiserazione, pianti e solitudine, con l’aiuto dei suoi amici, riesce a riprendere la sua vita ma, come se non fosse già abbastanza, le comunicano che la ECE, ovvero l’azienda di suo padre, è in crisi da tempo. Per questo motivo le tocca abbandonare il luogo dove si sente al sicuro, la sua casa, che verrà messa all’asta e l’azienda venduta al miglior offerente.
Il nuovo titolare dell’azienda e un noto miliardario americano, che da qualche anno ha iniziato ad acquisire società in crisi, per poi rimetterle a nuovo, licenziando tutti i vecchi dipendenti e assumendone di nuovi. Anche con i dipendenti della ECE ha fatto la stessa cosa.
Eden si sente responsabile di ciò, perché tra quei dipendenti ci sono famiglie che hanno urgentemente bisogno di aiuto, tra cui anche la famiglia della sua migliore amica che le ha dato un posto dove vivere.
Il giorno dopo le vengono raccontate alcune tragiche storie di qualche ex dipendente; Eden, presa da una cieca rabbia, decide di affrontare l’uomo che ha agito in maniera tanto crudele; così esce di casa infuriata, senza dire niente a nessuno e camminando sotto la pioggia si dirige verso l'azienda. Si è fatta un’idea precisa di quell’uomo, s’immagina un signore dall’età avanzata, severo e con i capelli bianchi.
Ma Damon Blake è tutt’altro. Sulla poltrona che un tempo era di suo padre, Eden trova un meraviglioso uomo americano, alto, ben piazzato, con i capelli neri e due occhi di un blu che sembra quasi viola.
Rimane molto sorpresa e la sua rabbia sfuma all’istante. Per un momento si sente sbagliata, lui vestito di tutto punto, bellissimo. Lei, invece, bagnata come un pulcino dalla testa ai piedi. Malgrado ciò lei non molla, avendo comunque una causa importante da mandare avanti. Così, cogliendo la sua determinazione, Damon la invita ad una cena per parlare d’affari, o così pensa lei.

"Un giorno mi donerà il suo respiro, Milady"

"Dovrebbe imparare a controllarlo.
Le potrebbe essere molto utile in futuro."

Mr. Blake le propone un patto/gioco composto da due liste con le quali Eden potrà salvare, a seconda del gioco e delle decisioni prese da Damon, una persona o famiglia alla volta. Ed è così che ha inizio uno strano rapporto.
Entrambi sono attratti l’uno dall’altro, e, nonostante ci siano molte cose non dette tra loro, il poco che Eden sa di Damon e ciò che riceve da lui le basta per innamorarsi, tanto che prende la decisione di seguirlo a New York.
Eden vi conquisterà con la sua dolcezza, la sua tenacia e i buffi nomignoli che darà alle persone. È ammirevole il fatto che, comunque, non si farà piegare da Damon, anche se lo ama ed è disposta a dare tutta se stessa per lui.
Il punto forte, forse anche troppo, in questo libro è Damon. Lui è possessivo, arrogante, ed all’inizio sembra anche senza cuore; con Eden, però, è generoso, gentile e a volte addirittura romantico, anche se i suoi cambi d’umore sono così repentini che hanno destabilizzato pure me.

“Credo che se il sorgere e il tramontare del sole
e la comparsa della luna dipendessero
dai suoi stati d'animo e dai suoi repentini cambi d'umore
avremmo un alternarsi di sole e ombra, di giorno e notte, ogni due o tre ore al massimo.
Vivremmo tutti nel caos per colpa sua."

Questa storia, all’apparenza, sembra il solito romanzo erotico. Ciò che attira è quell'alone di mistero che si percepisce già dalla trama. Koraline ha un modo particolare di raccontare; rende la lettura scorrevole inserendo descrizioni dei luoghi, citazioni importanti e particolarità culturali come il latino o gli dei dell’Olimpo, di cui parla con molta precisione, cosa che non molti altri fanno.
Mi complimento con l’autrice anche per questo traguardo. Da qualche giorno è arrivata la conferma che il terzo libro uscirà con la stessa casa editrice e sono felice di ciò perché, nonostante io abbia una certa avversione per le trilogie, questa merita di essere letta, perché Koraline è in grado di stupire, se le si viene data una possibilità.

Angela



2 commenti:

  1. Bellissima sorpresa. Grazie mille per questa recensione. ❤

    RispondiElimina
  2. Bellissima sorpresa. Grazie mille per questa recensione. ❤

    RispondiElimina