sabato 13 maggio 2017

RECENSIONE "Rise of the damned" - #2 Redemption Series di MYA MCKENZIE

Ciao readers, oggi Raffaella vi parla di Rise of the damned, il secondo volume della serie Redemption di Mya McKenzie. Jack Wade ha pagato le conseguenze dei suoi errori, ha espiato le sue colpe ed è pronto per ritornare. Un'indagine alquanto delicata che si porta dietro una scia di vittime e che potrebbe rivelarsi la più pericolosa di sempre, lo porta a ritornare a Tampa e fra tradimenti, ricerca della verità a tutti i costi e giustizia, Jack sarà costretto a compiere delle scelte e a chiedere perdono alla sua amata Gwen.


TITOLO: Rise of the damned
SERIE: #2 Redemption Series
AUTORE: Mya McKenzie
DATA D’USCITA: 26 Aprile 2017
EDITORE: self publishing
GENERE: romantic suspense
NARRAZIONE: pov maschile in prima persona
AMBIENTAZIONE: Texas - Florida (Stati Uniti)
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: si cliffhanger
COPPIA: Jack, agente di polizia; Gwen, l'amata di Jack.





SINOSSI

Per tutta la vita Jack ha cercato risposta all’unica domanda che contasse davvero, senza però rendersi conto di essere impreparato ad affrontarne le conseguenze. La verità che ha scoperto è stata così devastante da spingerlo ad abbandonare la propria casa, l’università e l’unica donna che l’abbia mai amato.
Quando è fuggito da Tampa era un ragazzo stravolto, confuso e ferito.
Ora è un uomo che ha trovato la propria strada, ha intrapreso una nuova carriera e si è prefissato nuovi traguardi.
Eppure in Florida ha lasciato una buona fetta di sé, una parte così importante che gli risulta impossibile ricominciare davvero. Perciò, quando la vita gli offre l’opportunità di chiudere i conti con il passato, Jack non si tira indietro.
Fa ritorno nella sua vecchia città, da coloro che si è lasciato alle spalle.
Con l’obiettivo di ottenere giustizia.
Con l’intenzione di chiedere perdono.
Con la speranza di avere una seconda occasione.

RECENSIONE


Sono trascorsi due anni da quando Jack Wade si è allontanato da Tampa, la città in cui ha sempre vissuto, in cui ha lavorato e commesso errori che gli sono costati la sua reputazione, la città in cui ha conosciuto l'amore incondizionato di Gwen. Dal primo volume abbiamo assistito ad un notevole mutamento del suo comportamento, della sua presa di coscienza e del suo riscatto.
La verità che ha scoperto lo ha portato a trasferirsi in Texas per proseguire la sua carriera nella polizia. E' un agente molto abile ed intelligente, conosce il proprio mestiere ed è dotato di uno spiccato senso di osservazione e di deduzione.
Questa sua caparbietà nel salvare la gente e nel proteggere le persone che ama, lo porta a scoprire verità negate e a mettere in pericolo chi gli è accanto. Ed è proprio per questo che si è allontanato da tutti, dai suoi colleghi di Tampa e dal suo amore Gwen. Non si è legato più a nessuna donna, solo donne da una notte che saziano i suoi appetiti carnali.
Nonostante gli errori passati si sente una persona nuova, una persona rinata che vuole rivelare la verità a tutti i costi.
E' un Jack dedito al lavoro che considera quest'ultimo come una sorta di redenzione dalla forma di vita che conduceva nel passato, un Jack pieno di rimorsi per gli errori commessi e di rimpianti per le occasioni perdute che non ritorneranno mai più. Un Jack diligente che osserva con meticolosità ogni dettaglio che gli si viene presentato sotto gli occhi, ogni pista seppur incerta che lo guidi verso la risoluzione dell'indagine, componendo man mano tutti i tasselli del puzzle intricato di ogni caso che gli viene assegnato.
Ma un'indagine alquanto delicata che si porta dietro una scia di vittime e che potrebbe rivelarsi la più pericolosa di sempre, lo porta a ritornare alla sua città d'origine. Ritornare nella sua città è alquanto doloroso poiché gli riportano alla mente tutti i ricordi positivi che non ha mai dimenticato e quelli negativi che vorrebbe cancellare per sempre. La missione si rivela più infida e rischiosa del previsto tanto che un incidente infausto gli porta via altre persone care. La vita con lui è sempre stata ingiusta, gli ha portato via tutte le persone che amava ma ora deve combattere, deve lottare per Gwen, per proteggerla e tenerla al sicuro da questi criminali senza scrupoli invischiati in traffici illegali e disposti a tutto pur di cancellare chi ostacola i loro progetti. Non cerca vendetta ma giustizia. Deve ottenere la giustizia che gli spetta per le persone che ha amato e che gli sono state portate via.
Si troverà a infiltrarsi e a guardarsi le spalle da solo contro tutti. Non tutti quelli che crede amici lo sono davvero, tutti hanno una parte oscura della loro anima che tentano di celare agli altri ma il tempo rivela sempre il volto dei traditori.
Non deve fidarsi di nessuno, neanche di chi crede alleato, deve essere solerte e scrupoloso per ogni minimo particolare.
Jack possiede una forza della natura che lo esalta e che riporta in rilievo il suo carattere.
E' disposto a tutto pur di scoprire la verità e di incriminare chi gli ha fatto del male. Non si ferma, non riesce a fermarsi di fronte a tutto ciò che vede e che sente. Non è un uomo che resta inerme dinanzi a tanta crudeltà, non è disposto a farla passare liscia a quei criminali.
In questo romanzo Jack viene rappresentato come un paladino della giustizia che vuole arrestare a tutti i costi i colpevoli pur rischiando la sua di vita. Gwen però rimane la priorità da salvare e tenere al sicuro. Il ritorno a Tampa ha riacceso in lui sentimenti assopiti per Gwen che lo hanno sempre accompagnato in questi due anni di lontananza. Rivedere Gwen, sentire il profumo, tenerla a debita distanza è molto difficile. Cerca in tutti i modi di riallacciare i rapporti con lei, di scusarsi per tutto il male che le ha fatto e per averla abbandonata, le rivela di essere cambiato e di essere una persona diversa. Per Gwen ritornare a fidarsi dell'uomo che amava e che l'ha delusa è complicato: è confusa, incredula ed ha paura di soffrire ancora. A volte è più semplice far finta che non ci interessi per non rischiare, per non tormentarsi, per non dare una seconda possibilità all'altra persona.
E' difficile in questo mondo amare e donarsi, sentirsi amati ed essere felici, tutti sono disposti a rischiare ma chi a rimanere per sempre? Scappare non serve a niente, i ricordi, i dolori ci rincoreranno e ci ritroveranno sempre, non si può fuggire da ciò che si prova. L'amore è un sentimento così puro e delicato che trovarlo e viverlo è come cercare un ago in un pagliaio. Quasi impossibile da trovare. Ma la volontà e il coraggio sono sempre alla nostra portata, basta coglierli e combattere per ciò che si desidera.
Anche questa volta l'autrice è riuscita ad intrigarmi e a tenermi incollata alle pagine. La fluidità e il ritmo incalzante della storia unito al mistero ci regalano un secondo romantic suspense davvero piacevole da leggere. I colpi di scena inaspettati e la suspense fanno trattenere il fiato in attesa della mossa successiva. Non ci si aspetta mai cosa può rivelare la scena successiva. I dialoghi e le scene sono attendibili e mai banali. Apprezzo molto l'impegno e la diligenza nel descrivere le scene poliziesche, l'azione e le dinamiche scientifiche del caso. Amore e azione si intrecciano creando una storia coinvolgente e appassionante.
Se da un lato questo secondo volume risolve alcuni dubbi, dall'altro ne insinua altri per lasciarci in attesa del capitolo finale In the line of duty in uscita il 6 Giugno.
A presto,

Raffaella

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari