mercoledì 14 giugno 2017

RECENSIONE "Due fratelli per Giulia" di CRISTINA ORIGONE

Salve reader, oggi Raffaella vi parla di Due fratelli per Giulia, il romanzo erotico appartenente alla collana Youfeel Rizzoli dalla penna di Cristina Origone, pubblicato nel Gennaio scorso. Giulia è un'arredatrice di interni  e da mesi ha una relazione clandestina con Saverio, architetto e insegnante di storia dell'arte. Saverio però è sposato da anni con Marina con la quale da tempo manca l'amore, l'attrazione e quell'appagamento sessuale di coppia che invece prova con Giulia. Quando un giorno Giulia si scontra con Filippo, fratello di Saverio e pilota di motori da corsa non può che cedere all'attrazione fisica dolce e intensa che sente per lui. Cosa succederà?

TITOLO: Due fratelli per Giulia
SERIE: autoconclusivo
AUTORE: Cristina Origone
DATA D’USCITA: 27 Gennaio 2017
EDITORE: Rizzoli
COLLANA: Youfeel
GENERE: erotico
NARRAZIONEpov femminile e 2 pov maschili in terza persona
AMBIENTAZIONE: Liguria
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Giulia, arredatrice di interni; Saverio, insegnante di storia dell'arte e architetto e amante di Giulia; Filippo, pilota di motori da corsa e fratello di Saverio.




SINOSSI

Giulia e Saverio. La loro relazione clandestina appaga entrambi, il loro rapporto è carnale, frenetico, pieno di voglia di soddisfare le proprie fantasie erotiche. Ma quando il matrimonio di Saverio finisce Giulia esita, non se la sente di impegnarsi in una relazione più stabile con un uomo che, pur esercitando su di lei una forte attrazione, ha un carattere iroso e aggressivo.
Così quando tra loro si intromette Filippo, il fratello di Saverio, le cose si complicano. Filippo è l’esatto opposto di Saverio: sorridente, affascinante, premuroso, perennemente in viaggio per il suo lavoro di pilota del campionato mondiale Supersport. Facile innamorarsene. Ma Saverio non ha intenzione di farsi da parte e tra i due nasce una vera e propria guerra.
Si può perdonare un fratello che tradisce la tua fiducia? È giusto soffocare un sentimento in nome di un legame di sangue?

RECENSIONE


L'erotismo è una parte fondamentale della nostra vita, del nostro essere, è qualcosa che ci appaga fisicamente e psicologicamente. E' qualcosa a cui è difficile rinunciare specialmente se la persona oggetto dei tuoi desideri sessuali prova la medesima cosa. Il modo con cui una persona esprime e gestisce la sua sfera sessuale determina in ogni istante la qualità della vita, dei rapporti con i sessi e quelli insiti in una relazione di coppia.
Ognuno lo vive e lo affronta in modo differente.
Saverio, architetto e insegnante di storia dell'arte vive da mesi una relazione clandestina con Giulia, un'arredatrice di interni. Saverio però è sposato da anni con Marina con la quale manca l'amore, l'attrazione e quell'appagamento sessuale di coppia che invece prova con Giulia.
Giulia è una donna in carriera, bella, attraente, con le sue movenze seduce Saverio e lo rende prigioniero del suo corpo. I loro sono degli amplessi affrettati, ricchi di passione e irruenza, impulso e desiderio fisico, vissuti tra due amanti che desiderano appagare i propri corpi.
Quando però il matrimonio di Saverio termina, lui vuole portare la relazione con Giulia ad un punto più stabile, impegnandosi a vivere come una coppia di fatto.
Ma Giulia non è pronta, non è sicura che questa relazione possa evolversi in amore. Forse si è legata a lui proprio per la sua condizione matrimoniale, per svago o per piacere, nulla di più.
Quando però un giorno incontra Filippo, fratello di Saverio ne rimane completamente attratta. E' una sensazione diversa, un'emozione differente che la tormenta e a cui è difficile rinunciare. Giulia cosi si accorge delle differenze fra i due fratelli: Saverio è furioso, possessivo e a volte anche prepotente, Filippo invece è più pacato, sensuale e dolce nei suoi gesti e azioni, la venera e riesce ad appagarla come nessuno mai.
Filippo è un pilota di motori da corsa, compete per gareggiare nel campionato mondiale Supersport, viaggia ed è uno spirito libero.  Ed è proprio la comparsa di Filippo che renderà difficile la storia fra Saverio e Giulia e comprometterà il loro rapporto. L'attrazione che Saverio prova per Giulia è quasi morbosa, insana, è qualcosa di malato che in qualche modo spaventa Giulia. Filippo è l'arcobaleno in un giorno di pioggia, è emotivo, ardente, a volte romantico.
Saverio però non ha intenzione di mettersi da parte, vuole possederla a tutti i costi e vuole che Giulia sia esclusivamente sua. Non contempla il fatto che Giulia diventi la donna di suo fratello. Conosceremo i loro precedenti attriti, le ragioni e l'odio infondati di Saverio nei confronti del fratello.
Chi sceglierà Giulia? Saverio perdonerà Filippo per il suo tradimento con Giulia?
Il legame fra Giulia e Saverio nasce come un evento fortuito in bilico fra il desiderio di possedersi completamente e la felicità di consumare brevi attimi di passione. Pagina dopo pagina scopriamo il vero volto di Saverio, il suo temperamento e la sua condotta non sempre morale.
Saverio a volte non esita a calpestare la dignità di Giulia per pervenire ai suoi obiettivi con abilità seppur in modo scorretto. E poiché esercita una forte attrazione su di lei, Giulia non esita ad assecondare questo rapporto morboso.
Due fratelli per Giulia è un romanzo erotico e sensuale che si tinge di sesso e amore, di timori e indecisioni.
L'autrice si mostra volgare e poco edulcorata nella narrazione degli amplessi degli amanti ai quali Saverio e Giulia si concedono per rabbia e frustrazione alternati agli amplessi pieni di amore, piacere e felicità fra Filippo e Giulia.
Lo stile è semplice e ben costruito, vengono esaltate le emozioni e i sentimenti in un alternarsi fra trasgressione e passionalità. Ammetto che mi entusiasma leggere di tradimenti poiché è un atto che non accetto e che non vorrei augurare mai a nessuno. Ed è proprio per questo che sin dall'inizio non ho approvato il tradimento di Saverio, seppur il suo matrimonio fosse finito già da tempo. Ho tifato quindi per Filippo, per il suo essere passionale e delicato, per le sue premure e il suo essere istintivo nelle giuste situazioni.
In sostanza Cristina Origone dà ancora una volta prova della sua grinta, della sua efficacia espressiva e dell'intensità delle emozioni scaturite dalla storia. Al termine della storia sembra che l'autrice voglia lasciare in sospeso il lettore, chissà magari con sequel che avrà una svolta del tutto inaspettata!

Raffaella


Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari