venerdì 30 giugno 2017

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "American History 1" - #3 Dark Necessities di JD HURT

Buongiorno readers, oggi Maddalena vi parla dell'ultima creatura di JD Hurt: American history 1, terzo volume della Dark necessities series. Faremo la conoscenza di un amore bianco, puro ed ingenuo: quello di Marcia e Ryan. Ma conosceremo anche un amore oscuro, crudele e sbagliato: quello di Marcia e Stephan, fratello di Ryan. Cosa riserverà il destino alla nostra protagonista? Scopriamolo insieme.

TITOLO: American History 1
SERIE: #3 Dark Necessities
AUTORE: JD Hurt
DATA D’USCITA: 30 Giugno 2017
EDITORE: self publishing
GENERE: dark romance
NARRAZIONEpov maschile e femminile alternati in prima persona
AMBIENTAZIONE: New York
CATEGORIA: suspense
FINALE: si cliffhanger
COPPIA: Ryan Carroll, neonazista appassionato di sport; Marcia Horowitz, ragazza amante della musica; Stephan Carroll, fratello di Ryan ed assassino.



SINOSSI


Sono stato un violento, un picchiatore, un adolescente perso. Poi lei è entrata nella mia vita come un bel sogno, come un incanto e mi ha cambiato. Marcia per me è stato questo: rinascita in un'esistenza sbagliata.
Io sono Ryan Carroll e questa è la mia storia americana.

Sono un violento, un delinquente, un uomo perduto. Lei è entrata nella mia vita come un incubo, pronta a riportare a galla demoni antichi seppelliti sotto strati di fango. Marcia è questo per me: morte, distruzione, qualcosa che devo estirpare se voglio stare al sicuro.
Io sono Stephan Carroll e questa è la mia storia americana.

Sono una bugiarda, una vigliacca; un passato che non ho mai accettato mi ha cambiata per sempre. I fratelli Carroll mi hanno cambiata per sempre. Seppure uno di loro è affetto, tenerezza, l'altro è solo morte, disperazione, buio.
Io sono Marcia Horowitz e questa è la mia storia americana.

Ryan, Stephan, Marcia: quando l'amore diventa oscurità.

Nota dell'autrice: American History 1 è il primo capitolo di una duologia dark dedicata alla storia di Marcia. L' American History fa parte della Dark Necessities Series (per una maggiore comprensione del testo è necessario aver letto almeno Stolen 1).

RECENSIONE


Protagonisti di questo romanzo sono: Ryan Carroll, neonazista quindicenne appassionato di sport che segue le orme del padre, Marcia Horowitz, ragazza ebrea amante della musica ,in fuga insieme al padre dal vizio del gioco di quest'ultimo e dalla morte della madre e Stephan Carroll, fratello di Ryan in carcere da tre anni per l'assassinio di un ebreo. L'incontro fra Ryan e Marcia non è dei migliori: l'odio e il ribrezzo di lui nei confronti delle origini della nostra protagonista sono palesi già nelle prime presentazioni. Odio e disprezzo per una razza non ariana che è considerata imperfetta e sbagliata dai seguaci nazisti. Non bastano le parole spezzanti di Ryan o la sua maglia con la svastica per spaventare Marcia, la quale comprende subito che queste parole gli sono state inculcate da qualche altra mente o altra propaganda sbagliata. Il tagliente botta e risposta fra i due protagonisti lascia Ryan colpito dalla grinta, prontezza e dal coraggio di Marcia. All'inizio può sembrare che Ryan sia la copia esatta del padre: nazista, crudele o una persona senza umanità, ma siamo in errore. L'anima di Ryan è distrutta, annientata dal "credo" del padre e del fratello Stephan, ma altro non è che un ragazzo spaventato dalle aspettative e dal futuro. Si sente intrappolato in un ruolo che non gli piace interpretare, fuggendo spesso dalla realtà per rifugiarsi nello sport o in qualche luogo dove può finalmente nascondersi da se stesso e dagli altri. Marcia vive per la musica. La chitarra è stata la sua ancora di salvezza dalla solitudine e dalla disperazione di un padre poco presente e colpito , dopo la morte della madre, dal vizio del gioco. Considera il mondo come un immenso palcoscenico e lei non è altro che una cittadina del mondo, disposta ad andare dovunque qualcuno la possa ascoltare.
È bastato uno sguardo per far capire a Ryan che tutto si sarebbe evoluto, partendo dai suoi ideali politici per concludere con i suoi sentimenti. Una bambina di quindici anni può radicalmente cambiarti? Dopo tre anni Stephan, fratello maggiore di Ryan, esce dal carcere senza anima e senza colori. Il grigio ed il nero fanno da cornice alla sua persona . Un'anima corrotta e indifferente, una bomba pronta ad esplodere, un odio accumulato in questa prigionia e un dolore trasformato in angoscia. E quando Step vede per la prima volta Marcia, i colori ritornano ad essere vivaci e splendenti, il sangue riscorre nelle sue vene e il cuore ribatte forte in petto. Un motivo per vivere, ma quel motivo abbraccia e bacia Ryan. Un motivo che può portare scompiglio ai suoi piani di vendetta. Un motivo che cambia tutto. Un motivo che può essere risolto.
Se con Ryan il rapporto è fatto di dolcezza, voglia di scoprirsi e di sentimenti da testare, quello con Stephan è ciò che di più oscuro e violento esista. Lui è l'inferno, quell'inferno che la distruggerà o la trasformerà. Anima e corpo di Marcia appartengono a Stephan e lui può farne ciò che vuole, forse anche amarla. Mondi opposti che collidono fra loro. Peccato e redenzione. Bianco e nero. Può un tulipano giallo far vedere di nuovo i colori ad un'anima dannata? È davvero tutto come ci si vuole far credere? Esiste davvero il buono o il cattivo? E se il cattivo fosse un altro? Ho adorato questo romanzo, non solo per la tematica trattata, ma per lo stile dinamico e scorrevole e per sensazioni che provato andando avanti con la lettura: ansia, rabbia, odio, compassione e amore. Un libro che si ama o si odia. Io l'ho amato e non posso fare altro che consigliarvene la lettura. Non ve ne pentirete.

Maddalena

1 commento:

Post più popolari