giovedì 8 giugno 2017

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Butterfly Tattoo" di DEIDRE KNIGHT

Ciao readers, oggi Angela vi parla in anteprima dell'uscita rosa di oggi della Triskell Edizioni: Butterfly Tattoo di Deidre Knight.
A volte la vita ci porta davanti a un bivio: tu puoi scegliere se morire o continuare a vivere la tua vita. Rebecca O’Neill è una giovane produttrice esecutiva in uno studio hollywoodiano, ma prima di questo lavoro aveva davanti una grande carriera d’attrice se non fosse che un fan impazzito l’ha aggredita sfregiandole il volto e di conseguenza nell’animo. Michael e Andrea invece sono padre e figlia: Michael è l’elettricista dello stesso studio di Rebecca e una sera per via di un guasto s’incontreranno e da lì sarà difficile dividersi. Rebecca riuscirà insieme alle sue cicatrici a conquistare un po’ di fiducia della piccola Andrea che è sopravvissuta ad un incidente stradale, nel quale però ha perso la vita l’altro suo papà. Rebecca, Michael e Andrea sono tre persone di età diversa che hanno un proprio modo di reagire al dolore e di combatterlo, ma grazie all’amore e all’unione della famiglia e agli amici riusciranno a tornare a vivere….

TITOLO: Butterfly Tattoo
TITOLO ORIGINALE: Butterfly Tattoo
SERIE: autoconclusivo
AUTORI: Deidre Knight
DATA D’USCITA: 9 Giugno 2017
EDITORE: Triskell Edizioni
GENERE: rosa contemporaneo
NARRAZIONEpov femminile e maschile in prima persona
AMBIENTAZIONE: Los Angeles
CATEGORIA: seconde possibilità, drammatico
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Rebecca O'Neill, ex attrice e ora produttrice esecutiva; Michael Warner, elettricista.

SCHEDA LIBRO QUI


SINOSSI

Proprio quando l’oscurità sembra ormai perenne, il destino riporta la luce.Michael Warner è scivolato in una sorta di intorpidimento mentale da quando il suo compagno è stato ucciso da un autista ubriaco. Con l’avvicinarsi dell’anniversario dell’incidente, la sua sofferenza diventa sempre più soffocante. Eppure deve riuscire a trovare una via d’uscita dal labirinto di dolore e di segreti così da riprendere a vivere per la loro giovane figlia, che lotta contro il senso di colpa per essere sopravvissuta allo schianto.
Dall’oscurità giunge una voce, un’ancora di salvezza che non si sarebbe mai aspettato di trovare: Rebecca O’Neill, produttrice esecutiva dello studio cinematografico nel quale Michael lavora come elettricista.
Rebecca, un’ex celebrità rimasta ferita in seguito all’attacco di un fan pazzo, si è ritirata dalle scene, certa che nessuno potrà mai guardare oltre il suo aspetto sfigurato. La scintilla tra lei e Michael giunge inattesa, così come il legame quasi mistico con la figlia.
Per la prima volta, tutti e tre si trovano costretti a esaminare le loro cicatrici alla luce dell’amore. Ma fidarsi è difficile, soprattutto quando non sei sicuro a cosa credere quando ti guardi allo specchio. Alle cicatrici? O alla verità?

RECENSIONE

Si dice che il nostro destino sia già scritto, magari abbiamo anche un libro che parla della nostra vita in una biblioteca enorme oltre il limite dell'immaginario, dove le nostre storie vengono archiviate. Forse alcuni di questi libri sono piccoli opuscoli perché abbiamo avuto una vita breve oppure altri sono grandi perché siamo riusciti a vivere per un tempo molto lungo, magari una vita intera e durante questa vita ci sono stati degli alti e bassi.
Alcune volte per esempio si rimane feriti in modo grave e profondo. Ci portiamo dietro dei bagagli pieni di dolore, ma grazie a degli incontri fortuiti la vita poi riesce ad ottiene un senso.

“Solo che non avevo ancora imparato che il tempo è elastico: si allunga e dà, molto più generosamente di quanto probabilmente dovrebbe, e poi un giorno, quando meno te lo aspetti, semplicemente qualcosa si rompe, e la tua vita protetta è finita..”

Rebecca Ann O’Neill è una giovane donna di trentatré anni, lavora preso dei studi Hollywoodiani come produttrice esecutiva, ma questo non è sempre stato il suo lavoro: qualche anno prima è una star con una futura carriera d’attrice molto promettente, purtroppo però un fan impazzito l’ha aggredita a coltellate una sera sfregiandola sul volto e sul corpo. Becca è viva per miracolo o forse perché qualcuno dall’alto ha voluto darle un’altra occasione di vivere, ma comunque sia quel brutto momento le ha provocato dei danni gravissimi nel profondo dell’anima con i quali la ragazza sopravvive ogni giorno.
Poi ci sono Michael Warner e Andrea Richardson, rispettivamente padre e figlia. Mike è l’elettricista che lavora nello stesso studio di Rebecca. Una sera va in soccorso della donna riparando un guasto elettrico nel suo ufficio.
Da quella sera sia Mike che Becca rimangono colpiti l’uno dall’altra, la loro è quasi una strana attrazione perché prima di Rebecca nel cuore di Michael c’era e c’è ancora il marito Alex ormai deceduto un anno prima a causa di un uomo che ha travolto la sua macchina; insieme da Alex c’era anche la figlia piccola, Andrea, che fortunatamente è rimasta illesa dall’incidente a parte una cicatrice su una gamba e un dolore nell’animo.
Anche Michael si porta dentro un grande peso, soprattutto perché il marito lo ha lasciato da un giorno all’altro con mille altre cose da dirsi, tante cose da fare e Mike si sente come se si trovasse in un labirinto senza via d’uscita, anche perché da quel brutto incidente con la piccola Andrea non riesce più a comunicare, nemmeno andando da un terapista.
Ma l’arrivo di Rebecca nelle loro vite farà vedere un po’ di luce a tutti e tre, lei compresa, dopo il buio quasi totale.
La piccola Andrea troverà una grande amica in lei e si sentirà capita al contrario del padre.

“Quello che sto cercando di dirle, facendo un lavoro miserabile, è che l’amore è ciò che conta. Qualunque sia la forma, anche se si avvicina di soppiatto in una strana notte inaspettata, l’amore è tutto ciò che conta in questo nostro mondo. Anche se poi perdi quell’amore, quando meno te lo aspetti. “

Michael e Rebecca inizialmente avranno delle difficolta nel lasciarsi andare all’amore, ma poi le cose evolveranno e tutti i dubbi verranno spazzati via o almeno verranno accolti e poi vissuti, proprio com’è la vita!
Appena ho letto la trama di questo libro sapevo a cosa andavo incontro: Michael, Rebecca e Andrea sono tre persone di età differenti con dolori profondi e dei grandi pesi che portano sul cuore. Questi dolori hanno tre modi diversi di reagire e di combatterlo, ma hanno capito che il sostegno della famiglia e degli amici è tutto per poter riuscire ad avere almeno una vita tranquilla.
Nella presentazione dell’autrice ho letto: Deidre è stata descritta come “eccezionale” e “emotivamente evocativa”. Beh posso assicurarvi che è tutto vero, Deidre ha saputo descrivere le cicatrici non solo esteriori ma anche quelle interiori di questi tre personaggi, facendomeli vivere completamente. Ho apprezzato il discorso sulla fede in Dio, perché quando nella vita ci troviamo al limite lui è il solo che in un modo o nell’altro riesce a salvarci, non tutti ci credono, ma non bisogna mai perdere la fede senza averci provato.
La storia è raccontata dal punto di vista di Rebecca e Michael, ma mi sento di dar spazio anche alla piccola Andrea perché è riuscita a capire le scelte di suo padre, a perdonare se stessa e a mettere insieme il suo papà con la donna che ama anche se non direttamente. Nonostante i cuori di Andrea e Michael per metà appartengono ad Alex.
Butterfly Tattoo è una storia genuina e meravigliosa senza troppi misteri, ma con molti segreti da scoprire.
È raccontata in un modo talmente bello e descritta molto bene; la lettura è scorrevole tanto che mi è sembrato di essere là con loro.
Consiglio la lettura alle persone che vogliono vivere la storia emozionante di un amore diverso che riesce ad andare oltre le cicatrici e a curarle.
Che aspettate? Correte a leggerlo, perché Michael, Rebecca e Andrea hanno molto altro da dire!

Angela

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari