mercoledì 28 giugno 2017

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Ed ero contentissimo" di BIANCA MARCONERO

Ciao readers, oggi Raffaella vi parla in anteprima della novella Ed ero contentissimo, prequel del romanzo L'ultima notte al mondo dell'autrice Bianca Marconero in uscita domani in digitale con Newton Compton. Chi di noi non ha mai provato la prima cotta da adolescente? Chi non ha mai provato i primi battiti accelerati del cuore, i primi respiri persi, le farfalle nello stomaco e la paura di perdere la persona oggetto dei tuoi desideri più intimi? Il protagonista Marco ci narra sotto forma di una confessione rivolta al padre, il suo periodo adolescenziale, il suo carattere introverso, umile e a volte troppo benevolo, il suo primo innamoramento per Marianna, la nuova arrivata nella sua scuola che sconvolgerà la sua vita come un fulmine a cielo sereno e che lo spingerà a compiere, per amor suo, diversi errori...


TITOLO: Ed ero contentissimo
SERIE: prequel "L'ultima notte al mondo"
AUTORE: Bianca Marconero
DATA D’USCITA: 29 Giugno 2017
EDITORE: Newton Compton
GENERE: New Adult
NARRAZIONEpov maschile in prima persona
AMBIENTAZIONE: vari
CATEGORIA: adolescenza
FINALE: si cliffhanger
COPPIA: Marco, giovane ragazzo innamorato di Marianna; Marianna, giovane ragazza che arriva nella scuola di Marco.

SCHEDA SERIE QUI



SINOSSI


Il prequel di L'ultima notte al mondo

“Mi chiedevi sempre se c’era una speciale, una che mi tenesse sveglio, qualcuna a cui pensassi e io rispondevo che non c’era.
Era una bugia, papà.
Io una ragazza speciale ce l’ho da cinque dei miei diciotto anni.
Lei, papà, è il motivo per cui crederò sempre ai colpi di fulmine, mi fiderò sempre delle canzoni, saprò che si può tutto per amore. E non dico per conquistare la persona che ami, ma per permetterle di star bene. Si può tutto senza avere nulla in cambio, insomma, senza una possibilità al mondo di essere felici.
Ah, perché la mia ragazza mica lo sa che sono innamorato di lei”.
Cinque anni prima de
L’ultima notte al mondo, tra i banchi di scuola, Marco si innamora di Marianna. Negli anni del liceo, Marco affronta Negazione, Rabbia, Patteggiamento, Accettazione e Depressione: le Cinque Fasi dell’Elaborazione dell’Amore.

RECENSIONE

Abbiamo conosciuto Bianca con la saga fantasy "Albion" di cui personalmente mi sono innamorata, successivamente si è cimentata nel rosa contemporaneo "La prima cosa bella"  che ho divorato e apprezzato ed infine arriviamo a "Ed ero contentissimo". Quest'ultimo è stato un'ennesima scoperta, scritto col cuore e con i sentimenti, narra sotto forma di una confessione rivolta al padre, il periodo adolescenziale di Marco, un ragazzo introverso, umile e a volte troppo benevolo, il suo primo innamoramento per Marianna, la nuova arrivata nella sua scuola che sconvolgerà la sua vita come un fulmine a cielo sereno e che lo spingerà a compiere, per amor suo, diversi errori. Ma in verità lo farà vivere e sperimentare nuove emozioni e sensazioni mai provate prima che lo confondono e che lo frenano dal compiere ciò che desidera il suo cuore.
Marianna entra nella vita di Marco silenziosamente, porta l'arcobaleno e con esso i colori, cambia con il suo sorriso il tempo e lo spazio di Marco. Chi di noi non ha mai provato la prima cotta da adolescente? Chi non ha mai provato i primi battiti accelerati del cuore, i primi respiri persi, le farfalle nello stomaco e la paura di perdere la persona oggetto dei tuoi desideri più intimi? L'adolescenza è quella fase della vita in cui si vive con maggiore coinvolgimento, tutto ciò che accade intorno a noi diventa difficile da gestire: amici, drammi, prime cotte e prime emozioni che scaturiscono gesti inaspettati. E' l'età dei sogni, delle prime aspettative dal futuro, delle esperienze, delle scelte sbagliate e di quelle che possono cambiarti la vita. E' l'età della scoperta dell'amore che si vive con una maggiore intensità, piena di speranze e di idealizzazioni ma anche con sofferenza per gli amori non ricambiati. Per chi ha meno coraggio si tende a rimanere in disparte, ad osservare per compiere la propria mossa la quale aimè non arriverà mai, si tende a desiderare il meglio per la persona amata e molte volte a rinunciare a lei.
Vi sono inoltre dei profondi mutamenti a livello fisico e psicologico: si tende ad essere indipendenti, a non confidarsi più con i genitori per un semplice consiglio, a seguire la massa, ad inseguire modelli sbagliati di perfezione che in realtà non esistono e che i media continuano a propinarci.
L'adolescenza è l'età delle "prime volte", ovvero delle iniziazioni, delle azioni spericolate, dei tentativi ed errori, l'età dell'affermazione delle certezze, nel tentativo di non lasciar trapelare i tanti dubbi che ci assalgono.
"Ed ero contentissimo" riporta il lettore in uno dei periodi più belli dell'adolescenza, il periodo in cui hanno inizio le nostre scelte, scelte che ci condurranno nel futuro, che ci cambieranno e che ci spingeranno a guardare il mondo con occhi diversi. L'adolescenza è il periodo culmine della nostra vita, che nel bene o nel male ci indica la via futura e condiziona il nostro essere, è il periodo di drammi e gioie, di rimpianti e rimorsi ma anche di prime volte e di ultime volte.
Nel romanzo vediamo anche i pregiudizi della gente, la verità che seppur davanti agli occhi, ci viene negata.
Bianca esalta l'amicizia, quella vera e quella sbagliata, quella che silenziosa ti rimane accanto e quella di cui solo il tempo può rivelare la sua essenza.
Innamorandosi di Marianna, Marco affronta le cinque fasi dell'Elaborazione dell'amore: Negazione, Rabbia, Patteggiamento, Accettazione e Depressione. Sono delle fasi che in qualche modo riguardano un po' tutti noi: l'iniziale Negazione del sentimento, la Rabbia per la mancanza di coraggio di farsi avanti, il Patteggiamento che ci tiene in bilico fra il desiderio di rivelarci e la paura di ciò che potrebbe accadere, l'Accettazione del sentimento provato verso quella persona ed infine la Depressione per il non sentirci adeguati e per il corso degli eventi che distrugge tutto ciò che si è costruito con fatica.
Non esiste il giusto o il sbagliato, gli errori o i dubbi, esistono le scelte, scelte quotidiane e scelte di un attimo, scelte che potrebbero comprometterci e altre che potrebbero migliorarci. La nostra vita è un susseguirsi di scelte in ogni istante e solo osando, è possibile riconoscere il giusto dal sbagliato. Consiglio la lettura di questa novella non solo per conoscere il passato di Marco, il suo innamoramento per Marianna e le sue scelte ma anche per avere un quadro completo della situazione che vedremo in "L'ultima notte al mondo" quando i due si rincontreranno.

Raffaella


Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari