lunedì 5 giugno 2017

RECENSIONE "Jonas e Viridiana. Il cuore d'inverno" di FRANCESCA CANI

Ciao readers, oggi Raffaella vi parla di un romanzo storico in cui azione e amore si intrecciano per dar vita ad una storia potente e intensa, ricca di emozioni contrastanti. Parliamo del romanzo Jonas e Viridiana. Il cuore d'inverno di Francesca Cani edito Leggereditore che narra la storia di due animi indomiti e ribelli, Viridiana, figlia di un mercante di rame e Jonas, re dei Naconidi.
Viridiana e Jonas si salvano a vicenda, due indomiti che si scontrano, si sfidano e si incastrano perfettamente.
Ma il pericolo si trova sempre dietro le spalle: intrighi, amici che diventano nemici, conquista del potere e verità celate fanno da sfondo a questo romanzo storico davvero coinvolgente.
Dal Limex Saxonae a Costantinopoli, dalla Germania a Gerusalemme i due protagonisti parteciperanno a guerre e distruzione, alla lotta che i loro nemici intraprenderanno per spazzare via il loro amore e distruggerli per sempre, alla liberazione del piccolo Andreas e della sorella di Viridiana e alla vendetta per sopprimere i nemici.

TITOLO: Jonas e Viridiana. Il cuore d'inverno
SERIE: autoconclusivo
AUTORE: Francesca Cani
DATA D’USCITA: 12 Gennaio 2017
EDITORE: Leggereditore
GENERE: storico
NARRAZIONE: narratore esterno in terza persona
AMBIENTAZIONE: Sacro Romano Impero, Oriente
CATEGORIA: amore/odio
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Viridiana, guaritrice slava; Jonas, re dei Naconidi che reclama Viridiana come ostaggio.



SINOSSI

Anno Domini 1095.
Cresciuta all’estremo nord del Sacro Romano Impero, Viridiana è abituata a viaggiare ed esercitare l’arte della guarigione. Fino a quando re Jonas dei Naconidi irrompe nel suo villaggio e la reclama come ostaggio in cambio della pace, ammaliato dalla chioma di fuoco e dallo spirito fiero che la contraddistinguono. Perché proprio a lei è toccato in sorte un simile sacrificio? Jonas è un sovrano arrogante e un guerriero spietato. Non c’è limite alla sua forza, né al suo desiderio di proteggere il figlio Andreas, unico vincolo con il suo perduto amore. Il suo cuore è in silenzio, non sa più amare né provare tenerezza. Eppure, vicino a Viridiana, si sente più vivo che mai. Ma non c’è pace nelle terre di confine, e quando il piccolo Andreas viene rapito dai predoni turchi insieme alla sorella di Viridiana, i due seguiranno la via percorsa da Goffredo di Buglione e dai crociati verso l’Oriente. Il mondo sta cambiando, l’esercito di Dio è partito alla conquista di Gerusalemme e due nemici scopriranno che l’amore più grande divampa dal fuoco di un odio cocente.

RECENSIONE


Quando due anime ribelli e indomabili si scontrano, creano un'esplosione di scintille, una fusione di fiamme lambenti di un'intensità unica. Quando odio e amore si intrecciano e si avvinghiano tra loro, quando la loro contrapposizione dipende dal sentimento che predomina sull'altro e quando il confine tra i due diventa sempre più sottile sciogliere la matassa diventa articolato e probabilmente alla fine non esiste una sola risposta giusta.
Siamo nell'anno 1095 d.C., tempi di battaglie e conquiste, di carneficine e di sangue versato per l'invasione e la conquista di nuovi territori, la lotta fra ebrei, arabi, cattolici, bizantini e sassoni, fra armate di popoli diversi che si scontrano per affermare il potere e la loro supremazia sul popolo nemico.
Viridiana è una giovane guaritrice del popolo slavo, bella da far impazzire qualunque uomo, dai capelli della tonalità del tramonto, segno del suo temperamento indomabile e testardo ma al contempo altruista. E' la figlia di un mercante di rame con il quale nei suoi lunghi viaggi ha intrapreso l'arte del cerusico, un'arte che attraverso l'utilizzo di erbe mediche e la loro relativa combinazione riesce a curare gli ammalati e i feriti. La vita di Viridiana è stabile e sicura ma il suo equilibrio viene interrotto dall'arrivo di Jonas.
Jonas è il re dei Naconidi, secondogenito del duca di Sassonia Claus di Holstein e fratello di Tristan, il protagonista che abbiamo incontrato nel primo libro. Jonas è un combattente nell'animo e nel corpo, che non si ferma di fronte a nulla e pretende ciò che gli spetta di diritto.
Il loro primo sguardo è qualcosa di irrefrenabile, di potente e di inaspettato: gli occhi di fuoco e di possesso di Jonas la marchiano, la incendiano e le fanno provare per la prima volta una sensazione nuova mai conosciuta. Dal canto suo Jonas è folgorato dalla bellezza di Viridiana, dalla sua chioma fiammeggiante che spicca su tutte le altre, dalla sua insolenza e dalla sua parola sempre pronta a sgraffiarlo.
Quando Jonas irrompe nel suo villaggio per reclamarla come ostaggio in cambio della pace, la serenità vissuta da Viridiana comincia a vacillare. Inizia così una sfida all'ultimo sangue: Jonas è un sovrano arrogante e spudorato che vuole soddisfare il suo temperamento animalesco e proibito.
Dapprima Viridiana comincia ad odiarlo con tutto il cuore, con tutta se stessa per averla portata via dalla sua famiglia ma lentamente il confine fra odio e amore comincia ad assottigliarsi, a diventare sempre più vano fino a farsi sopraffare dal desiderio e dall'amore.
Viridiana è pura, innocente e invulnerabile, è delicata e soffice come la neve e viva come la fiamma di un fuoco.
Viridiana diventa oggetto di desiderio di Jonas, comincia ad acquistare su di lui un potere enorme, potere che lo rende vivo, diverso e pronto a combattere per la prima volta dopo tanti anni di rabbia repressa.
Ogni uomo rimarrebbe catturato dalla bellezza di Viridiana e nessuno le resisterebbe; è cocciuta, testarda ed è proprio questo carattere così ribelle, impavido e cosi simile al suo che cattura Jonas.
Col tempo Viridiana scoprirà che Jonas cela un cuore ferito, spezzato dalla morte della suo più grande amore Liese. Con la morte di lei è morta anche una parte di lui, la parte più umana, più sentimentale, più profonda.
E' andato avanti sopravvivendo per il figlio Andreas, frutto del loro amore che ha bisogno nella sua vita del suo affetto e di una figura stabile maschile che gli insegni l'arte del combattimento. Ma le battaglie lo hanno portato molto spesso lontano da lui, dalla sua casa e a volte si sente in colpa della sua assenza.
Anche Viridiana cela un segreto che solo lei e il padre conoscono, un segreto che potrebbe sovvertire le sorti della guerra e del dominio.
Viridiana e Jonas si salvano a vicenda, due indomiti che si scontrano, si sfidano e si incastrano perfettamente.
C'è fuoco nell'animo di Jonas, un fuoco che illumina, brucia e scalda, un fuoco pieno di mistero.
Le battaglie e il pericolo di perdersi per sempre portano pian piano i due protagonisti a fidarsi l'uno dell'altro, a contare solo su sull'altro e a travolgerli in una passione irrefrenabile e persistente che alimenterà i loro cuori e capovolgerà le loro aspettative. Più tentano di spegnere il fuoco che li incatena e più esso divampa.
Ma il pericolo si trova sempre dietro le spalle: intrighi, amici che diventano nemici, conquista del potere e verità celate fanno da sfondo a questo romanzo storico davvero coinvolgente.
Dal Limex Saxonae a Costantinopoli, dalla Germania a Gerusalemme i due protagonisti parteciperanno a guerre e distruzione, alla lotta che i loro nemici intraprenderanno per spazzare via il loro amore e distruggerli per sempre, alla liberazione del piccolo Andreas e della sorella di Viridiana e alla vendetta per sopprimere i nemici.
Perché l'amore è più forte del tempo e della distanza, dell'inverno e dell'estate, l'amore è potenza e vita, è un'energia che seppur ci fa paura e ci rende deboli è l'unico sentimento a renderci immortali e a darci una ragione per cui combattere. L'amore più forte è quello capace di mostrarci le fragilità, di amarle una ad una e di farle nostre.
Solo quando si ama, infatti si odia veramente perché l'odio è la risposta a quella minaccia che è l'amore. Ma quando l'amore è incontrollato può distruggere sia l'oggetto dell'amore e sia se stessi. Ed è per questo che Viridiana e Jonas aprono il loro cuore, accolgono i loro sentimenti e li alimentano.
Jonas e Viridiana. Il cuore d'inverno è un romanzo storico meraviglioso in cui azione e amore si intrecciano per dar vita ad una storia potente e intensa, ricca di emozioni contrastanti. Il lettore si ritrova a rifare per il bene e per la salvezza dell'amore dei protagonisti e a combattere il male.
La magia dell'autrice è stata proprio quella di riuscire a travolgere il lettore con questa storia perfetta, creando un mondo passionale, impetuoso e ricco di tante sfaccettature. L'autrice ricalca non solo la libertà e la forza d'animo di una donna che per amore è disposta a tutto pur di salvarlo ma anche la fragilità di un uomo che nonostante il suo fisico prestante e il suo animo impetuoso cela un dolore immenso per la morte del suo primo amore. Ma Viridiana lo cambia, lo rende più forte e combattente, gli dona un motivo per combattere e per vivere. Lo stile è elegante e raffinato accompagnato da un linguaggio volgare nella descrizione degli amplessi dei due amanti, ora in modo brutale, per collera e avvilimento, alternato a momenti di pieno accoglimento dei propri sentimenti in cui si esaltano i gesti di dolcezza, di profondo rispetto e di delicatezza di un uomo innamorato.
La scrittura di Francesca incanta ed esalta elogiando la bellezza dei sentimenti e delle emozioni e  mescolando odio e amore in una contrapposizione che via via diventa sempre più vana fondendosi in un tutt'uno.
Leggetelo, lo amerete!!

Raffaella

Nessun commento:

Posta un commento