giovedì 10 agosto 2017

RECENSIONE "Dimmi che resterai" di DEBORAH FEDELE

Ciao readers, oggi Angela vi parla di Dimmi che resterai, il romanzo rosa emozionante ed intenso incentrato sul mondo del Muay Thai di Deborah Fedele, pubblicato qualche settimana fa con Butterfly Edizioni. Ester Reeds è una giovane donna che cerca di sfondare nel mondo del giornalismo ed è proprio grazie ad Andrew Winston, un lottatore di Muay Thai  che riuscirà nel suo intento, ma non prima di mettere in discussione se stessa e il significato dell'amore vero. Ester ed Andrew saranno capaci di sorprendervi e farvi innamorare della loro storia!

TITOLO: Dimmi che resterai
SERIE: no serie, autoconclusivo
AUTORE: Deborah Fedele
DATA D’USCITA: 22 Luglio 2017
EDITOREButterfly Edizioni
GENERE: rosa contemporaneo
NARRAZIONEpov femminile in prima persona
AMBIENTAZIONE: Londra
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: no cliffhanger
PROTAGONISTI: Ester Reeds, giornalista; Andrew Winston, lottatore di Muay Thai.




SINOSSI


Andrew Winston ha vissuto per anni di stenti, senza una famiglia, senza un soldo, non ha più nulla da perdere. È l’animo tormentato di un dannato alla ricerca di riscatto, un guerriero letale che brama fortuna nel ring come lottatore di Muay Thai. Con un passato difficile che l’ha segnato per sempre e un presente in cui non si può fidare di nessuno. Diffidente, silenzioso, schivo e abituato a lottare per tutto, è solito cacciarsi nei guai perché cerca giustizia a modo suo. L’incontro fortuito con Ester Reeds, che lo mette in salvo da un’aggressione, sarà fatale per entrambi. Lei arriva come un uragano e stravolge ogni sua certezza. Dietro ai suoi occhi dolci e innocenti, però, si nasconde una ragazza determinata a scrivere un articolo su di lui, una giornalista che fiuta il successo di una storia e che è pronta a vendere la sua vita. Ma restare insensibili di fronte al tenebroso Andrew, che è anche bellissimo e premuroso, diventa ogni giorno più difficile… e i due dovranno combattere il loro match più importante, sperando che non sia il cuore a uscirne sconfitto.

RECENSIONE

Nella grande e bellissima città di Londra si districa la storia di Ester Reeds una giovane giornalista di ventitré anni, dai capelli biondi e occhi nocciola, a volte impulsiva e un po' egoista. Ester ha imparato a stare sulle proprie gambe per dimostrare alla famiglia che il suo lavoro vale tanto quanto aver studiato per diventare un medico o un avvocato; infatti la giovane sta cercando di sfondare nel mondo del giornalismo, scrivendo articoli per giornali quasi sconosciuti e per pochi spiccioli, facendo anche altri lavoretti in giro e aspettando il momento giusto per spiccare il volo. Una sera proprio per un lavoro trovato grazie alla sua amica Jule, ad Ester tocca indossare abiti succinti e mostrare cartelloni durante combattimenti di Muay Thai al Teatro Finningstone di Londra. È proprio durante questo episodio che incontra Andrew Winston, un ragazzo di 25 anni, dai capelli corti e castani e dagli occhi scuri e profondi che nascondono una vita difficile, dal fisico asciutto e dai muscoli in evidenza proprio come si addice ad un lottatore di Muay Thai.
Andrew alla fine del combattimento sarà il vincitore della serata, grazie anche agli incitamenti della ragazza. Ester ha fiutato una notizia succulenta per via di Andrew e proprio quando cerca di fargli qualche domanda, assisterà all'aggressione del vincitore da parte di un gruppo di persone contrarie alla sua vincita. Ester non ci pensa su un attimo e quando il gruppo se ne va, lei prende un'importante decisione di petto, raccogliendo il corpo malconcio del ragazzo e portandoselo a casa.  Da lì la vita di entrambi verrà sconvolta: pian piano entrambi si racconteranno all'altro, anche se Ester terrà per se un segreto importante, innamorandosi a cuore aperto. Purtroppo verso la fine il segreto di Ester starà lì per dividerli, ma fortunatamente l'amore nato con il passare delle giornate e delle situazioni vissute insieme, sarà molto forte tanto da non rompere mai più quel legame fortissimo. Ester è un personaggio femminile molto forte e allo stesso tempo dolce: penso sia proprio questa caratteristica che la rende quasi reale, è riuscita a trasmettermi le sue sensazioni, sbagliare è umano e accettare i propri sbagli lo è ancora di più. Andrew è magnifico, mi sono innamorata di lui sin da subito, ho adorato ogni sua sfaccettatura e ho compreso i suoi sentimenti verso la vita, dura e difficile, ma allo stesso tempo felice e bellissima grazie all'amore.
Questo libro mi ha incuriosita praticamente da subito dopo aver letto la trama e alcuni estratti postati dall'editrice Argeta Brozi. Il mio sesto senso mi diceva che questa storia sarebbe stata meravigliosa ed è stato proprio così, raccontata in un modo fluido e sorprendente, mi ha sorpresa. Mentre ero immersa nella lettura mi sembrava quasi di essere sul divano e che Ester mi stesse parlando come se fossimo amiche di vecchia data, talmente ero presa dalla storia. Non manca nulla in questo libro, emozioni forti, nate con calma e rafforzate col tempo, ansia per alcune situazioni, tristezza e lacrime per la storia di Andrew, un amore profondo e genuino come i protagonisti. Alla fine quando l'ho finito ho provato una gioia immensa e stima per questi due personaggi che sono riusciti a crescere e migliorare grazie al sostegno dell'altro. Grazie a Deborah Fedele per avermi fatto vivere la storia di Andrew ed Ester.

Angela

Nessun commento:

Posta un commento