domenica 29 ottobre 2017

RECENSIONE "Il viandante" - #1 The Traveling series di JANE HARVEY-BERRICK

Buon inizio settimana a tutti. Oggi Raffaella vi parla de Il Viandante, primo volume della serie The Traveling dalla penna emozionante e magica di Jane Harvey-Berrick, pubblicato la scorsa settimana con la Delrai Edizioni. Aimee Andersen è una bambina dolce e curiosa e non è mai uscita dai confini della sua casa. Quando un giorno nella sua cittadina arriva il circo, la sua curiosità di conoscere quel mondo antipode al suo diventa un vero e proprio desiderio da realizzare. In quel mondo magico e pieno di luci e colori conosce Kes Donohue, un bambino circense che fa magie con le mani e con la bocca e che la prende per mano e le fa conoscere quel suo mondo incantato. Sin dal primo giorno che conosce Aimee, la porta al di fuori della sua casa in cui vive e le mostra che il mondo al di fuori della sua casa potrebbe essere magnifico, che la vita è un brivido fra la vita e il pericolo e va vissuto nella piena libertà di scelta. Gli eventi della vita li separa e solo otto anni dopo si rincontrano inaspettatamente. La vita li ha separati ma i loro cuori sono sempre rimasti uniti, uniti contro il mondo. Riuscirà il loro amore a sopravvivere?

the traveling man of jane harvey berrick
TITOLO: Il viandante
TITOLO ORIGINALE: The Traveling Man
SERIE: #1 The Traveling series
AUTORE: Jane Harvey-Berrick
DATA DI PUBBLICAZIONE: 25 Ottobre 2017

EDITORE: Delrai Edizioni
GENERE: rosa contemporaneo
NARRAZIONE: pov femminile in prima persona
AMBIENTAZIONE: vari
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: si cliffhanger
COPPIA: Aimee Andersen, giovane ragazza attratta dal mondo circense; Kes Donohue, circense libero e senza paura. 

SERIE COMPLETA QUI



TRAMA


Aimee ha dieci anni quando la sua strada incrocia quella di Kes, abile ragazzino circense, e scopre così la magia del circo. Lui è tutto ciò che lei non sarà mai: libero, felice e senza paura. Sono sufficienti due settimane all’anno per unire i due giovani, e la loro amicizia si trasforma pian piano in qualcosa di più profondo, intrinseco, ma anche molto pericoloso. Aimee infatti sa che Kes non potrà mai fermarsi in un solo luogo e che il suo cuore è destinato a seguirlo in capo al mondo pur di stare con lui. Il sentimento dei ragazzi spaventa entrambe le famiglie, perché motore di comportamenti impulsivi e illogici. Ma Aimee non vuole rinunciare all’amore per Kes, e lui sa che nessuna lo conosce quanto lei. Lottare, però, non è facile quando a volersi unire sono due mondi tanto distanti tra loro e per Aimee e Kes la vita sembra diventare impossibile nell’attesa dell’altro.



RECENSIONE



Non immaginerete mai che dietro una trama così semplice ci sia una storia meravigliosa ambientata in un mondo pieno di magia e di sentimenti struggenti, di pericoli e di affetto. Aimee Andersen è una bambina dolce e curiosa e non è mai uscita dai confini della sua casa. Quando un giorno nella sua cittadina arriva il circo, la sua curiosità di conoscere quel mondo antipode al suo diventa un vero e proprio desiderio da realizzare. In quel mondo magico e pieno di luci e colori conosce Kes Donohue, un bambino circense che fa magie con le mani e con la bocca e che la prende per mano e le fa conoscere quel suo mondo incantato. Kestrel Donohue, detto Kes è nato nel mondo circense e non ha mai voluto far parte di un altro mondo al di fuori del circo. Ha vissuto la miseria nella sua infanzia e questo lo ha reso forte ma anche debole da un certo punto di vista. La sua personalità selvaggia e sfrenata ha trovato in quel mondo circense e in quei spettacoli da brivido e pericolo, il suo perfetto stile di vita da cui gli è impossibile separarsi. Kes è bello, ordinario, brillante ma ha un carattere difficile da gestire. E' premuroso, protettivo, sensuale, uno di quei ragazzi sbagliati, oscuri e pericolosi dal quale non si può stare lontani. Tutta la sua vita cambia quando una giovane ragazza dagli occhi scintillanti e pieni di curiosità hanno incontrato i suoi. Da allora il suo mondo ha ruotato intorno a Aimee, lei è la ladra del suo cuore, la donna che ama le sue imperfezioni. La ragazza, la donna che ha reso migliore la sua esistenza. Non è perfetto, ma è perfetto per Aimee. Sin dal primo giorno che conosce Aimee, la porta al di fuori della sua casa in cui vive e le mostra che il mondo al di fuori della sua casa potrebbe essere magnifico, che la vita è un brivido fra la vita e il pericolo e va vissuto nella piena libertà di scelta.
Per due settimane ogni anno vivono l'incanto e l'emozione dell'amicizia che anno dopo anno si trasformano nel sentimento puro e dolce dell'amore. 
Ma Aimee e Kes sono cosi diversi, hanno vite e famiglie cosi opposte e tanti motivi per rimanere separati. Lui è in continuo viaggio con il circo, non si ferma mai, è un'anima ribelle: lei invece è segregata nella sua cittadina, non conosce il mondo se non dalla finestra della sua camera. Gli eventi della vita li separa e solo otto anni dopo si rincontrano inaspettatamente. Lui è diventato una stella del circo, tutti lo ammirano e lo vogliono, è un motociclista stuntman che ama il brivido del pericolo; lei invece è una maestra apprensiva che adora i suoi alunni. Kes è lo stesso ragazzo che Aimee ha conosciuto tanti anni prima, ma è anche diverso. Ora ha un temperamento più cupo e nasconde molti segreti. Tuttavia tutto ciò non impedisce loro di amarsi. La vita li ha separati ma i loro cuori sono sempre rimasti uniti, uniti contro il mondo. I loro sentimenti riaffiorano nuovamente, più travolgenti e struggenti di otto anni prima. Ma la loro relazione è sempre condannata anche se si amano incondizionatamente. Anche il più forte degli amori non può essere sufficiente. Kes non può rinunciare a tutto ciò che ha costruito, alla famiglia e alla sua vita circense che ormai è parte di lui. Aimee non può rinunciare al suo insegnamento e ai suoi alunni. Riuscirà il loro amore a sopravvivere?
Ho aspettato con ansia l'uscita di questo romanzo e la storia ha superato tutte le mie aspettative. La storia mi ha toccato nel profondo più di qualsiasi altro libro che io abbia mai letto. Non so se il motivo dipenda dalla loro storia intensa e tormentata, dalla magia del loro amore o dalla passione, dai sogni o dal viaggio che hanno compiuto insieme. So solo che ho amato la storia dall'inizio fino alla fine, ho amato Kes e Aimee nei loro sbagli e nelle loro azioni corrette, ho amato le loro imperfezioni e mi sono emozionata tanto. L'atmosfera magica del circo, le feste, lo zucchero filato e la ruota panoramica hanno reso la storia un sogno ad occhi aperti.
Un sogno che ho vissuto con loro passo dopo passo, ho sperimentato il dolore, il male, la gelosia, l'amore e la perdita e il vero significato di una famiglia non consanguinea. Il Viandante è una fetta di paradiso, una storia perfetta, brillante e originale. Ogni emozione che questo romanzo trasmette è come le montagne russe: salgono e scendono, poi risalgono e ridiscendono ancora in un turbinio di amore e dolore, gioia e conflitto con la propria anima. L'autrice ci offre una visione diversa del mondo del circo: siamo sempre circondati da pregiudizi, da solite convinzioni che cercano di fuorviarci dal nostro reale pensiero, non vediamo il mondo dai loro occhi ma ci limitiamo a giudicare e deridere. Il circo non è solo la facciata esterna che vediamo da visitatori ma è molto di più: è sacrificio, fatica, sudore, è non dormire la notte per allenarsi, per portare a termine i propri compiti, è anche famiglia, affetto e l'aiutarsi a vicenda. La scrittura di Jane incanta e ci trasporta in un mondo reale dove i protagonisti amano e soffrono come noi.
Spero che nel libro successivo Kes e Aimee lottino per il loro amore e per non rinunciare ai propri sogni e farli coincidere in qualunque modo possibile. Benvenuti nel mondo circense! Siete pronti ad entrare nel mondo del circo tra sogno e realtà e a lasciarvi travolgere dalla magia e dall'amore?

Raffaella




1 commento:

Post più popolari