venerdì 29 dicembre 2017

RECENSIONE "Insegnami ad amare" di STEFANIA FABRIZI

Buongiorno lettori, oggi Giulia ci parla di Insegnami ad amare, romanzo rosa dalla penna di Stefania Fabrizi, pubblicato con la collana Odissea Romantica della casa editrice Delos Digital. Annita, amante della letteratura, dei mandala e di David Bowie, passa le sue giornate ad aiutare suo fratello e sua cognata nella cascina di famiglia. Nel nuovo gruppo di w.w.o.o.f., un progetto al quale la sua famiglia partecipa da molti anni, c’è David, un medico inglese che da subito incuriosisce Annita. Costretti a lavorare in coppia, i due iniziano pian piano a conoscersi e scoprono di avere moltissime cose in comune, tra cui l’amore per la letteratura. Con venti anni di differenza, come si evolverà il loro rapporto?

recensione insegnami ad amare di stefania fabrizi
TITOLO: Insegnami ad amare
SERIE: #1 Insegnami ad amare

AUTORE: Stefania Fabrizi
DATA DI PUBBLICAZIONE: 17 Gennaio 2017
EDITORE: Delos Digital

COLLANA: Odissea Romantica
GENERE: rosa contemporaneo
NARRAZIONE: pov femminile in prima persona
AMBIENTAZIONE: Langhe (Piemonte)
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: si cliffhanger
COPPIA: Annita, giovane ragazza di Bossolasco; David, quarantenne inglese.






TRAMA


Langhe, fine agosto 2010. La vita scorre fin troppo tranquilla nella cascina di Bossolasco dove la giovane Annita trascorre le sue giornate ad aiutare la famiglia nei campi e a rimuginare sul suo futuro, faticando a liberarsi da un’infanzia segnata dal dolore per la perdita di sua nonna, unica persona che le ha dato il suo affetto. L’impasse esistenziale di Annita viene sconvolta dall’arrivo inaspettato di David, giunto dall’Inghilterra come volontario del w.w.o.o.f. nelle attività agricole della cascina e appassionato lettore di poesie con cui lei, a poco a poco, scopre di avere una profonda sintonia. Qualcosa cambia per sempre, Annita scopre l’amore e si trasforma in donna insieme a David che, giunto al termine della sua permanenza in Italia, dovrà separarsi da lei. Restare o raggiungerlo? Cambiare vita per sempre o rinunciare alla felicità? Solo il cuore potrà deciderlo e darle il coraggio di compiere la svolta definitiva.

RECENSIONE

recensione insegnami ad amare di stefania fabrizi
Annita, amante della letteratura, dei mandala e di David Bowie, passa le sue giornate ad aiutare suo fratello e sua cognata nella cascina di famiglia. Perennemente in lotta con se stessa e con la cognata, Annita e la sua famiglia sono pronti per accogliere i partecipanti del w.w.o.o.f., un progetto che consiste nell’ospitare un gruppo di persone per un periodo di tempo e affiancarli nelle attività quotidiane della cascina (raccolta dell’uva, semina, raccolta delle nocciole). Le prime del nuovo gruppo ad arrivare a Bossolasco sono Rita e sua figlia Nausica, provenienti da Roma. Inaspettatamente si unisce anche una terza persona che non era prevista.
recensione insegnami ad amare di stefania fabrizi
Si tratta di David, un quarantenne inglese, biondo e con due occhi celesti che Annita non può far a meno di notare. Intimorita, ma allo stesso tempo incuriosita da quell’uomo, la ragazza inizialmente lo scruta da lontano, osservandolo di soppiatto per capire chi si nasconde dietro quegli occhi celesti. Giorno dopo giorno, scoprono di avere sempre più cose in comune, tra cui la lettura di romanzi storici, e appena possono, si ritagliano del tempo per leggere insieme. Il loro affiatamento cresce sempre di più, non passando inosservato agli occhi di Nausica, che da subito vuole spingere la ragazza nelle braccia del bell’inglese, e di Gabriella, cognata di Annita, che la riprende più volte ricordandole di Simone, il suo presunto fidanzato. Rita e Nausica sono costrette a ripartire prima del previsto e alla cascina resta solo David, con il quale Annita ha sempre più piacere a passare il suo tempo, tra poesie e lunghe passeggiate nelle campagne. Il loro rapporto arriverà al culmine durante un temporale che spaventa a morte Annita e che precede la partenza di David. Riusciranno a stare finalmente insieme? E riuscirà Annita a “scappare” dalla cognata che non fa altro che giudicarla?
recensione insegnami ad amare di stefania fabrizi
Insegnami ad amare è un romanzo rosa contemporaneo, parla dell’amore tra due persone con vent’anni di differenza che fa fatica a prendere forma a causa delle insicurezze di Annita, dovute alle sue poche esperienze al di fuori della cascina e della cognata fin troppo bigotta che cerca in tutti i modi di portarla su quella che lei crede la giusta via. Lento nella partenza e anche durante il racconto, l’ho letto a più riprese. La storia di fondo è avvincente ed interessante, forse nemmeno troppo diffusa, ma la lentezza con cui le cose si svolgono mi ha delle volte annoiata. Evidentemente la particolarità della storia richiedeva questo tipo di ritmo, in quanto il rapporto tra i personaggi è più psicologico che fisico, ma avrei preferito un ritmo più concitato. Mi è piaciuta molto l’ambientazione e la descrizione di lavori che molti al giorno d’oggi non hanno né fatto e né mai visto fare e che, mentre prima erano alla base dell’economia e della manodopera italiana, ora stanno man mano svanendo.

Giulia


Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari