mercoledì 7 febbraio 2018

RECENSIONE "Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito)" di CHIARA PARENTI

Ciao readers, oggi Giulia ci parla di Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito) dell'autrice Chiara Parenti, uscito qualche anno fa e ripubblicato lo scorso anno in una versione ampliata. Maia ha tutto nella vita: un ricco e bel fidanzato, un lavoro molto ambito e delle amiche meravigliose. Diana, la sua migliore amica, decide di festeggiare il suo addio al nubilato nella prestigiosa villa di famiglia in Versilia, cittadina in cui Maia ha trascorso l’estate più bella della sua vita. Che effetto le farà tornare su quelle spiagge?

recensione tutta colpa del mare e anche un po di un mojito di chiara parenti
TITOLO: Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito)
SERIE: autoconclusivo
AUTORE: Chiara Parenti
DATA D’USCITA: 27 Aprile 2017
EDITORE: Rizzoli
GENERE: commedia romantica
NARRAZIONE: pov femminile in prima persona
AMBIENTAZIONE: Viareggio - Milano
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: no cliffhanger
PROTAGONISTA: Maia, stacanovista delle telecomunicazioni; Marco, figlio del mare e cantante di una boy band.





TRAMA

La vita di Maia Marini procede a vele spiegate verso la felicità: un fidanzato appartenente a una prestigiosa famiglia, un lavoro presso una delle più rinomate agenzie di comunicazione di Milano, tre amiche splendide con cui trascorrere il weekend per festeggiare l'addio al nubilato di Diana, la futura cognata! Peccato che la meta prescelta sia la Versilia, dove Maia ha passato le vacanze fino all'estate dei 16 anni. Ritornare nei luoghi in cui ha lasciato il cuore e rivedere Marco, il primo amore, la manda in tilt. Così decide che qualche mojito non potrà farle male… e anzi l'aiuterà. Il mattino dopo, però, Maia non ricorda niente. Non ha idea di cosa abbia combinato durante quel folle venerdì notte. In compenso, però, lo sanno i suoi 768 amici di Facebook. Cercando di ricucire una situazione compromettente e compromessa in ogni settore della sua vita, Maia si troverà a porsi una domanda fondamentale: e se invece che la fine di tutto, fosse solo un nuovo inizio? Perché se è vero che l'alcol fa fare pazzie, è altrettanto vero che a volte aiuta a fare la cosa giusta!

RECENSIONE


recensione tutta colpa del mare e anche un po di un mojito di chiara parenti
Maia ha tutto nella vita: un ricco e bel fidanzato, un lavoro molto ambito e delle amiche meravigliose. Diana, la sua migliore amica nonché sorella del fidanzato, sta per sposarsi e decide di festeggiare il suo addio al nubilato, insieme alle sue quattro amiche, nella prestigiosa villa di famiglia in Versilia. Maia, all’età di sedici anni, su quelle spiagge ha trascorso l’estate più bella della sua vita. Tornare in quei posti la spaventa, soprattutto perché ha paura d’incontrare Marco, un ragazzo nato e cresciuto al mare che le ha rubato il cuore. Arrivate alla villa, le ragazze si preparano per festeggiare Diana in una discoteca in centro. Maia cerca di godersi la serata, ma è troppo attaccata al suo lavoro ed è costretta a rifugiarsi in bagno per non farsi scoprire al telefono con il suo datore di lavoro. Una volta tornata in pista, la ragazza urta accidentalmente un ragazzo e nel momento in cui i loro occhi si incrociano, Maia si sente di nuovo una sedicenne.
recensione tutta colpa del mare e anche un po di un mojito di chiara parenti
Quello sguardo lo conosce fin troppo bene ed il suo peggiore incubo diventa realtà. Marco non riesce a credere di aver incontrato la sua “Apetta” che non vedeva da circa quindici anni. I due iniziano a parlare e Marco, insieme ad i suoi amici, si unisce all’addio al nubilato. Il giorno dopo Maia, appena sveglia, non riesce a credere ai suoi occhi: nel letto insieme a lei c’è Marco, tutt’intorno e nei piani sottostanti della villa c’è un grandissimo caos. Le pregiate statuette in giardino sono scomparse e in piscina ci sono tutti i cd del suo fidanzato! Come ciliegina sulla torta, il suo mastodontico anello di fidanzamento è scomparso! Appena vede Diana le chiede se lei ricorda qualcosa, ma entrambe, dopo un paio di mojito, non ricordano niente della notte precedente. Così le quattro amiche decidono di posticipare la partenza per rimediare al caos presente in casa e Maia si ritrova a rivivere, nella piccola Versilia, i ricordi di quella famosa estate. Ma cosa è successo in quella famosa estate di tanti anni fa? “Tutta colpa del mare” è un romanzo divertente e spassoso. Lo stile dell’autrice è veramente particolare e molto fluido. La storia viene raccontata dal punto di vista della protagonista, ma con ambientazioni temporali differenti.
recensione tutta colpa del mare e anche un po di un mojito di chiara parenti
Infatti in alcuni capitoli troviamo il racconto da parte di Maia adulta. In altri, a raccontarci la storia, c’è una Maia adolescente. E per comprendere a pieno la storia, questo gioco di ambientazioni è perfetto. Maia è una ragazza che ha tutto nella vita, ma solo tornando nei luoghi della sua adolescenza e parlando con il suo primo e grande amore, riesce a capire cosa non va nella sua vita apparentemente perfetta. Marco invece è un eterno ragazzone. Nel corso degli anni è rimasto sempre lo stesso. Lavora sempre per lo stesso lido balneare, suona e scrive canzoni per il suo gruppo, ma della sua vita non rimpiange nulla. O forse solo una scelta che ha dovuto fare molti anni prima. Chiara Parenti mi ha fatto innamorare di questa coppia e di questi luoghi. Descrive il mare con un tale coinvolgimento che se chiudi gli occhi per un attimo, ti ritrovi a passeggiare sulle spiagge della Versilia accarezzata dal vento del mare.

Giulia


Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari