sabato 7 luglio 2018

RECENSIONE "Small Town Boys" di Runny Magma

Buongiorno lettori, oggi Angela ci parla di Small Town boys, romanzi di narrativa dalla penna di Runny Magma, uscito lo scorso anno in self. Niccolò è un neo-maturando che non sa che strada intraprendere per il futuro e che tipo di università frequentare. Un giorno però la scoperta di una tragedia avvenuta anni prima, lo incuriosisce tanto che inizia a fare domande in merito all'accaduto. Quando tutti i pezzi del puzzle sulla tragedia prenderanno il proprio posto, Niccolò capirà cosa farne della propria vita. Ma in che modo accadrà tutto ciò?


TITOLO: Small town boys
SERIE: no serie, autoconclusivo
AUTORE: Runny Magma
DATA D’USCITA: 10 Novembre 2017
EDITORE: self publishing
GENERE: narrativa contemporanea
NARRAZIONE: pov maschile in prima persona
AMBIENTAZIONE: Italia
CATEGORIA: seconde possibilità
FINALE: no cliffhanger
PROTAGONISTA: Niccolò, ragazzo che cerca di capire la strada universitaria da intraprendere. 





TRAMA

Un vecchio diario. Un ragazzo cocciuto. E un mistero da risolvere...

Niccolò sta vivendo l’estate fra la maturità e l’università. Ha una cotta per l’ex Professore di Filosofia, una zia single un po’ sfigata e le idee poco chiare sul suo futuro. Questa monotonia viene interrotta dalla scoperta di una tragedia avvenuta trent’anni addietro a un coetaneo dell’epoca, gettatosi sotto un treno per sfuggire al bullismo e all’omofobia. Niccolò si convince che non si sia trattato di suicidio ed è intenzionato a fare giustizia. Correrà il rischio di mettersi nei guai o quello di trovare la sua strada?


RECENSIONE

Niccolò è un giovane ragazzo che ha terminato la maturità e non ha ancora deciso che tipo di strada universitaria intraprendere. Così trascorre le giornate a gironzolare per le strade del suo paese, a fantasticare sul suo ex professore di Filosofia per cui ha una cotta e a far compagnia ad una zia dalla vita sfortunata. La sua estate cambia quando per caso scopre una tragedia avvenuta trent’anni prima, a un ragazzo che aveva la sua stessa età e che per sfuggire al bullismo e all'omofobia, ha preso la decisione drastica di gettarsi sotto un treno.
small town boys runny magma
Il modo in cui si è suicidato quel ragazzo, fa insospettire Niccolò: per lui non è un suicidio, deve esserci altro sotto. Così Niccolò decide di dare giustizia a quel ragazzo e comincia ad indagare e a fare domande. Alcuni però non hanno voglia di parlare, altri lo fanno cercando anche di dar sfogo ai loro sentimenti. Cosa sarà successo veramente in quell'attimo di trent’anni prima? Niccolò finirà nei guai o capirà semplicemente che strada intraprendere? La storia è tutta raccontata dal punto di vista di Niccolò, a cui non manca la curiosità e la voglia di sapere, grazie anche ad un'età piuttosto giovane. Probabilmente l'autore ha scritto questo tipo di storia perché ha voluto anche dare un incoraggiamento al suo protagonista, facendogli trovare la strada da seguire in un modo diverso e molto d'impatto. Leggendo la trama però, mi aspettavo una storia diversa, magari anche con un po' più di scintille tra questo professore e Niccolò, invece c'è stato a malapena un fuocherello piccolissimo. La lettura è scorrevole e lo stile dello scrittore è normale, adatto alla storia e al linguaggio di un ragazzo che sta crescendo e diventando adulto pian piano; a volte sono anche presenti dei dialoghi in dialetto.
small town boys runny magma
La storia è incentrata soprattutto sulle curiosità che si insinuano in Niccolò riguardo questa tragedia misteriosa e su questa sorta d'indagine che intraprende per conto suo, facendo domande alle persone che al tempo erano vicine al ragazzo che si è suicidato. Penso che la storia poteva essere sviluppata meglio e ampliata in certi punti. Ogni capitolo ha come sottotitolo il titolo di una canzone, in pratica è come se fosse una playlist sviluppata con il contorno di questa vicenda che vede protagonista Niccolò. Le canzoni infatti, vengono nominate anche nel capitolo stesso, per dargli un significato maggiore e questa cosa mi è piaciuta molto. Sono presenti molti personaggi secondari, ma fanno tutti da sfondo alla vicenda narrata. Questa è una storia insolita, diversa, non mi ha toccata particolarmente, ma sicuramente leggerò altro di questo autore.

Angela



Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari