venerdì 27 luglio 2018

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Vespertine" di Leta Blake, Indra Vaughn

Buongiorno lettori, oggi Lara ci parla di Vespertine, il romanzo contemporaneo lgbt di Leta Blake & Indra Vaughn in uscita oggi con Triskell Edizioni. Nicky e Jazz, diciassette anni di separazione, una vita all'inferno ed una in paradiso. Un legame mai spezzato che darà conforto ed un amore grande che cambierà le loro vite.


TITOLO: Vespertine
TITOLO ORIGINALE: Vespertine
SERIE: no serie, autoconclusivo
AUTORI: Leta Blake, Indra Vaughn
DATA D’USCITA: 27 Luglio 2018
EDITORE: Triskell Edizioni
GENERE: contemporaneo lgbt
NARRAZIONE: pov maschili alternati in prima persona
AMBIENTAZIONE: Little Heights, Maine
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Nicholas Blumfeld, rockstar; Jasper Hendricks, prete cattolico.




TRAMA

Possono un prete e una rockstar rispondere alla chiamata dell'amore?
Diciassette anni fa, l’amicizia tra Jasper Hendricks e Nicholas Blumfeld si è trasformata in una relazione d'amore segreta. Hanno trascorso mesi idilliaci finché la chiamata di Jasper al sacerdozio è diventata impossibile da ignorare. Sconvolto, Nicky ha seguito la sua strada verso la celebrità nel mondo del rock, ma non ha mai smesso di guardarsi indietro. Oggi Jasper è un prete dichiaratamente gay e lavora duramente per aiutare i giovani vulnerabili della comunità LGBTQ. È determinato a portare cambiamenti nella Chiesa e nel mondo. Rispettato, ammirato e a proprio agio con la sua identità, Jasper ha a lungo ignorato la solitudine. Nicky, noto come Nico Blue, chitarrista e cantautore della band Vespertine, ha conquistato i cuori di milioni di ammiratori. Lui e la band hanno girato il mondo, incendiando i fan con la loro musica. Stordito dalle droghe e alimentato dalla rabbia, Nicky si sente completamente solo. Quando i componenti della band sono costretti a disintossicarsi, torna a casa, dove tutto è iniziato. Le carriere di Jasper e Nicky hanno dominato le loro vite sin da quando si sono separati da adolescenti. Quando si rivedono, devono scegliere tra i fantasmi persistenti del passato o la promessa di un nuovo futuro.

RECENSIONE

"Sanguino per te
In ginocchio per te
Ti ho dato la mia anima
Tutto il mio rock and roll
E tu mi hai dato… E tu mi hai dato i vespri"


Vespertine, la rock band di Nico Blue cavalca le ali del successo: concerti e tour infiniti, fama, sesso e droga. Nico Blue è un Dio del rock arrabbiato, spezzato, in caduta libera verso un inferno peggiore di quello che lo ha circondato fino ad ora.
Se vuole salvarsi deve tornare a casa e ritrovare Nicholas, il ragazzino che era a diciassette anni prima che si perdesse nella depressione e nella solitudine. Questo romanzo non è stato facile da leggere per me, con un'introspezione così profonda della sofferenza di Nicky nel suo percorso di rinascita, i ricordi di un passato che riaffiorano prepotentemente: l'amore totalitario verso Jazz lo fa uscire dalla sua gabbia di solitudine per poi richiuderla con un colpo secco. Jazz con la sua devozione verso Dio e la sua confusione di adolescente. A diciassette anni Nicky e Jazz sono tutto l'uno per l'altro, cresciuti insieme, migliori amici e poi amanti. Ma anche se l'amore è forte, la chiamata di Dio porta Jazz a fare delle scelte che saranno l'inizio dell'autodistruzione per Nicky. Nel suo percorso di guarigione Nicky viene a patto con i suoi demoni e la rabbia che lo divora, trova nell'amore incondizionato dei suoi genitori e nell'amicizia di Jazz quel calore e quella forza per fare pace con se stesso ed i suoi demoni. Il lavoro fatto dalle autrici nel riportare su carta i demoni di Nicky e la "santità" di padre Jasper è egregio, con ritmo alternato e fluido scavano nell'oscurità di Nicky e mostrano la beatitudine di un uomo di Chiesa che ama il suo Dio e la missione che porta avanti. Vi devo confessare che non amo molto i romanzi dove uno dei protagonisti è legato alla chiesa cattolica perché ho sempre paura che si possa cadere nell'esasperazione dei dogmi da essa imposta oppure nel cattivo gusto, nella spettacolarizzazione del peccato o nella banalità.
In Vespertine tutto questo non accade e padre Jasper, uomo di Dio, gay dichiarato che porta avanti il suo progetto per dare una casa ed un futuro ai ragazzi LGBTQ, è un uomo che ama profondamente: ama Dio da cui trae energia e forza, ama i suoi ragazzi meravigliosi che accompagna verso un futuro più luminoso ed ama totalmente Nicky. Ho apprezzato tantissimo il rapporto "in punta di piedi" che si instaura tra i protagonisti dopo diciassette anni di lontananza, tutto è al tempo giusto, senza correre: è riscoperta e consapevolezza ma soprattutto è amore mai dimenticato. Vespertine è una storia di dolori e perdite, di perdono e amore. È una storia di amore verso chi più ha bisogno, ma soprattutto amore verso se stessi perché solo amandosi e lasciandosi amare la gabbia dove ci si rinchiude può crollare ed essere finalmente liberi. Complimenti alle autrici per aver creato una storia cruda, vera e di una delicatezza e dolcezza commovente.

Lara



Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari