giovedì 13 settembre 2018

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Sette baci prima di dormire" di Sara Gazzini

Buon pomeriggio lettori, Raffaella ci parla in anteprima di Sette baci prima di dormire, il nuovo romanzo di Sara Gazzini uscito oggi con la HarperCollins. Il romanzo è un inno alla forza delle donne, un viaggio interiore e psicologico alla ricerca della felicità e del coraggio di ricominciare. Perché tutte abbiamo il diritto di essere felici e di mettere la nostra felicità prima di quella degli altri.


TITOLO: Sette baci prima di dormire
SERIE: autoconclusivo
AUTORE: Sara Gazzini
DATA D’USCITA: 13 Settembre 2018
EDITORE: HarperCollins
GENERE: narrativa contemporanea
NARRAZIONE: pov femminile in prima persona
AMBIENTAZIONE: Firenze
FINALE: no cliffhanger
PROTAGONISTA: Florinda Bianchi, donna divorziato che deve cercare di ricominciare.




TRAMA


È martedì sera e il tramonto sta illuminando di rosso l’acciottolato del Lungarno fiorentino. Florinda, detta Flò, cammina lungo le spallette, ma tutta la bellezza della città e le scintillanti luci del fiume non riescono a rischiarare i suoi occhi tristi. Flò ha divorziato ormai da un anno e mezzo, ma sembra che non sia passato nemmeno un giorno. È sempre disperata e non riesce a uscirne. A niente servono gli aperitivi con le sue amiche del cuore tutti i martedì al bar Spritztime in Oltrarno, a niente servono gli sguardi di Giovanni, l’affascinante barista che le prepara molti, troppi Negroni e nemmeno l’affetto del suo meticcio Osso che cerca di spingerla a fare lunghe passeggiate sulla battigia di Forte dei Marmi. Flò è distrutta e tale vuole restare. Un giorno nella raffinata boutique del centro di Firenze dove lavora, entra una donna: negli occhi ha la stessa disperazione di Flò, ma nei suoi gesti la determinazione di chi vuole uscirne. Tra le sue mani un bigliettino con un numero. È quello della love coach che ha istituito il gruppo di terapia delle Innamorate anonime, per salvarle dalle loro dipendenze amorose. Adesso c’è una nuova sfida per la dottoressa: aiutare Flò a capire che l’amore nel nostro cuore può sempre ritornare, basta sapere dove cercarlo.


RECENSIONE

Sara Gazzini torna con un nuovo romanzo intenso che scava nella debolezza delle donne, nella forza e nel coraggio che ognuna di noi possiede per affrontare il dolore. La felicità… la felicità è un tema che per quanto possa sembrare banale, in realtà non lo è affatto. Ogni giorno, in ogni momento della nostra vita abbiamo a che fare con la felicità, ma non ce ne accorgiamo perché siamo troppo presi dai problemi quotidiani tanto da dimenticarcene completamente. Vi siete mai chiesti cos'è la felicità? E come facciamo a raggiungerla? Florinda Bianchi perde tutto nel momento esatto in cui mette fine al suo matrimonio durato sette anni. Sette anni di amore, sette anni di insicurezza in cui lei pensava più a cosa fare per non perdere il marito che ad amarlo, sette anni in cui ha amato lui più di se stessa, mettendo da parte quelli che erano i suoi sogni e i suoi reali desideri.
È passato un anno da quel giorno e il tempo sembra essersi fermato. Flò non riesce più ad andare avanti, non riesce più a fidarsi di nessuno, ha chiuso il cuore e non riesce più ad aprirlo. È rimasta ferita dal marito, non riesce a uscire da questo senso di tristezza e di rabbia, non riesce più ad andare avanti e a lasciarsi tutto alle spalle. Si aggrappa ai ricordi, a quei sette baci che il marito le dava prima di andare a dormire, a quel qualcosa che non può più ritornare, rovinando la sua vita presente. Le sue migliori amiche Penelope e Lucilla la sostengono sempre, la aiutano e la consigliano, ma niente può colmare quel vuoto che Flò sente dentro. Deve ritrovare la sua forza interiore, deve trovare quel coraggio che nasce da dentro e si espande in tutto il corpo. Deve sfidare se stessa, le sue paure e i limiti che si pone, deve essere più forte della tristezza. Sette baci prima di dormire è uno di quei libri che fa riflettere e che ti dà tanti insegnamenti, attraverso un linguaggio semplice e diretto, toccando nel profondo il cuore di chi lo legge. Romanzi come questo ti stupiscono perché dietro la loro semplicità si nasconde un mondo ben più grande, un profilo perfetto dell'universo femminile. Sara Gazzini eleva la figura femminile in ogni pregio e difetto, evidenzia i difetti e li rende speciali ai nostri occhi. Le protagoniste della Gazzini sono donne che nelle loro debolezze e fragilità trovano il coraggio di rialzarsi dal dolore, di combattere, di inseguire la felicità che meritano e come le fenici di riemergere dalle ceneri più forti di prima. Tutte meritiamo la felicità e mai nessuno può toglierci il sorriso dal viso e la luce negli occhi.
Il romanzo si ricollega al precedente romanzo che narrava la storia delle "Innamorate anonime", incontriamo nuovamente la love coach e i suoi insegnamenti per salvare le donne dai cuori infranti. Anche questo libro si rivela essere un concentrato emotivo potente che colpisce nel segno, raccontando i lati deboli dell'amore e la forza che solo le donne possono avere per raggiungere la strada della felicità. E ad accompagnare la nostra protagonista nel viaggio interiore alla ricerca della felicità ci sono le due divertenti amiche Lucilla e Penelope, con le quali ha un legame quasi fraterno e anch'esse hanno i loro problemi e i loro drammi. L'amore è qualcosa che ci sfugge alla nostra razionalità, è qualcosa di incontrollabile che può finire da un momento all'altro. Ed è proprio da lì che parte questa storia: da un nuovo inizio. Perché tutte abbiamo il diritto di essere felici e di mettere la nostra felicità prima di quella degli altri. La felicità costa coraggio, bisogna combattere le proprie paure e capire chi e cosa ci rende felici. E la Gazzini lo insegna con una tale potenza non solo alle protagoniste ma anche a tutte noi donne che lottiamo ogni giorno per essere felici, per tutte le delusioni che abbiamo e per la forza e il coraggio che ritroviamo dentro noi stesse.

Raffaella


Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari