sabato 7 maggio 2016

RECENSIONE 'Elite Ops#1 Il doppio volto dell'amore' di Lora Leigh

1
TRAMA:
Catturato dai narcotrafficanti, drogato e torturato per diciotto mesi, il Navy Seal Nathan Malone viene finalmente ritrovato e salvato. Ma le sue condizioni psichiche e fisiche sono tali che si rifiuta di far sapere alla moglie Sabella di essere vivo. Dopo cure, riabilitazioni e interventi chirurgici, Nathan assume una nuova identità: Noah Blake, membro di un team di combattenti letali. Qualche anno dopo, Sabella, che ancora piange la sua morte, si ritrova nel mirino di una banda di fanatici razzisti e Noah interviene per proteggerla. Riuscirà a tenere nascosto il proprio segreto quando il desiderio e la passione, risvegliati dal legame profondo che li univa, minacciano di consumarli?
RECENSIONE:
Nathan Malone…che uomo ragazze! Il sogno di ogni donna, un forte e affascinante Seal conquistato dalla stupenda Sabella. I due, nonostante la giovane età di lei, si sposano e vivono felici i primi due anni di matrimonio…fino alla partenza di Nathan per una missione con i Seal, dalla quale non farà più ritorno.
Nathan viene imprigionato da Fuentes (un narcotrafficante) e sottoposto a torture fisiche e psicologiche per mesi: viene drogato con il GHB (la droga dello stupro) e spinto a stuprare povere malcapitate…ma lui non ha mai ceduto e non ha mai toccato una donna durante la sua prigionia perché è rimasto fedele nel corpo e nell’anima alla sua bellissima moglie Sabella.
Nathan viene poi salvato dai Seals del team Durango, ma, distrutto nel corpo e nell’animo, decide di sparire e fingersi morto. Pensa che è meglio che la moglie lo pianga come morto, piuttosto che tornare da lei come un relitto umano. Nathan decide di cambiare identità e, grazie alla chirurgia plastica, rinasce come Noah Blake.
Noah entra a far parte della Elite Operations (Elite Ops). Un team di sei uomini che lavora in modo indipendente dalla supervisione o dai protocolli governativi, creata per fare quello che gli altri non possono fare. Hanno solo un obiettivo: il successo della missione…a qualsiasi costo.
Qualche anno dopo, Sabella, che ancora piange la morte del marito, si ritrova nel mirino di una banda di fanatici razzisti e il team di cui fa parte Noah interviene per proteggerla ed consegnare alla giustizia queste persone.
I due protagonisti si amano di un amore che valica i confini del tempo: Nathan tornando a casa nei panni di Noah scopre una Sabella adulta, volitiva e indipendente; l’esatto contrario della tenera bellezza del sud che aveva lasciato anni prima. Una Sabella che, anche se inconsciamente, riconosce la sua dolce metà e si abbandona alla passione con Noah. Le scene d’amore sono la parte preponderante del romanzo: forti, appassionate e coinvolgenti. Ogni scena però ha il suo perché: rappresentano tutti i passi che Noah compie per riconquistare la sua donna.
Ho apprezzato molto il fatto che l’autrice abbia messo in evidenza le imperfezioni del matrimonio di Sabella e Nathan e che il rincontrarsi, nonostante il dolore di 6 anni di lontananza, rappresenti per loro l’opportunità per ricostruire un rapporto più maturo, consapevole dei propri limiti e dei propri desideri proprio come accade nella vita reale.
Ho amato tutto: la spontaneità dei dialoghi, l’erotismo accecante e l’amore, quello con la A maiuscola che rende ogni scena erotica l’inevitabile conseguenza di un amore travolgente.
Fortunatamente Lora Leigh ha scritto una serie intera dedicata ai membri dell’Elite Ops…e onestamente non vedo l’ora di leggere i 5 capitoli successivi!
VOTO: 4/5
XOXO
Alessia

Nessun commento:

Posta un commento