sabato 7 maggio 2016

RECENSIONE 'In sella col diavolo' di K. A. Merikan

51FpcTl6SwL._SX331_BO1,204,203,200_
TRAMA:

— QUALE IDIOTA METTEREBBE LE MANI ADDOSSO AL FIGLIO DEL PRESIDENTE? —

Denti. Vice presidente del Coffin Nails Motorcycle Club. Votato alla vendetta. L’ultima cosa che gli occorre è una marchetta a cui fare da babysitter.
Lucifer. Caduto. Smarrito. Solo.

Dopo un’infanzia desolata e all’insegna degli abusi, seguita dal suicidio della madre, Lucifer si è ritrovato solo al mondo, costretto ad arrabattarsi per andare avanti giorno dopo giorno. Suo padre, presidente del Coffin Nails Motorcycle Club, non gli ha mai prestato né attenzioni né affetto. Per questo, quando i Nails si presentano al locale dove lavora come spogliarellista e tuttofare, l’ultima cosa che Lucifer si aspetta è di finire sotto la custodia di Denti, il vice presidente del club, famoso per i suoi spietati interrogatori. L’uomo è la bestia più sexy che il ragazzo abbia mai visto, ma è anche più vecchio ed eterosessuale – insomma, un prurito che Lucifer non ha speranze di grattare.
La vita di Denti è finita dodici anni fa, col brutale omicidio del suo ragazzo. La polizia non ha mai trovato i colpevoli, e tutte le piste si sono rivelate vicoli ciechi; ostinato nel perseguire la propria giustizia, e intenzionato a ritrovare la pace, l’uomo si è unito ai Coffin Nails. Peccato che ad anni di distanza, il caso rimanga aperto, e il fuoco della vendetta continui a consumarlo.
Finché di punto in bianco, Denti non si ritrova a fare da babysitter a un adolescente che nasconde ferite profonde e ha un talento per la fuga. Si è ripromesso di non affezionarsi mai più a nessuno, ma il ragazzino, così sfacciatamente gay, ha bisogno della sua protezione per sopravvivere nel club dei Nails. E ogni giorno che passa, Denti si sente più attratto da quegli occhioni blu… Ma è fuori questione andare a letto col figlio del presidente, anche quando diventa evidente che quella fra loro non è una semplice attrazione fisica.
Quello che Denti non sa è che Lucifer potrebbe anche essere la chiave per trovare la pace mentale che tanto disperatamente insegue.
RECENSIONE:
13184748_238155826574650_1476866153_o
SCONSIGLIO LA LETTURA A CHI E’ INFASTIDITO DALL’OMOSESSUALITA’ O DA SCENE DI SESSO TRA MASCHIO/MASCHIO.
Aaaaaaallora Ragazze! Consiglio questo libro a chiunque ami gli M/M (Cioè coppia Maschio/Maschio), è un libro che mi ha coinvolto già dalla trama. Non avevo mai incontrato un libro di questo genere che mi abbia colpito così.
Denti è il braccio destro del Papà di Lucifer, nato da una relazione extraconiugale, e fanno parte di una banda che fa traffici illegali, il  Coffin Nails Motorcycle Club.
Diciannovenne con una vita disastrata, Lucifer lavora al Vanilla, un locale dove fa spogliarelli e proprio lì si imbatte nel suo caro papà che non vede da anni (e quindi in Denti) grazie a dei traffici che si scopriranno più avanti nel libro.
Luci osservò l’alto cancello che si chiudeva alle loro spalle. Ne sarebbe uscito vivo? «Cos’è che volete da Suzy?» Scese e si mise le mani nelle tasche del giubbotto. «Non vogliamo farle del male» rispose Denti dopo un attimo di esitazione, «ma ha smesso di rispondere alle chiamate, e ci deve dei soldi. Credimi, prima la troviamo, meglio è per lei».
Il Padre vuole provare a riallacciare i rapporti con il figlio, a farlo studiare e a dargli quell’amore che gli è mancato e così lo mette sotto l’ala protettiva di Denti? Sarà davvero protettiva quest’ala o distruttiva?
«Metti le mani dietro la testa». Luci si morse le labbra e obbedì cercando di non apparire troppo volenteroso. Perché lo costringeva a mettersi in mostra in quel modo? Voleva vedere se aveva ancora i lividi? Gli piaceva la vista, anche se era un maschio? Seguì un momento di silenzio, prima che Denti tornasse a parlare. «Resterai in questa posizione finché non sarai pronto ad accettare i cinque colpi di righello». 
Denti ha sofferto molto, forse troppo ed ora si ritrova a dover badare ad un moccioso. Un moccioso sexy, un po’ troppo arrogante e con una voglia irrefrenabile di scappare.
Luci e Denti sono più simili di quello che si mostra all’inizio, Luci si mostra ironico sulla sua sessualità e molto provocatorio, Denti , al contrario, è burbero, mai un sorriso e perennemente silenzioso.
Staranno insieme o si scontreranno inevitabilmente?
 Era più che impaziente di ricambiare il tocco, e gli sfregò l’erezione contro lo stomaco. Giusto in caso l’uomo non se ne fosse accorto. Piantargli le mani nei capelli era diverso rispetto a quando glieli lavava. Poteva crogiolarsi nella sensazione delle ciocche avvolte intorno alle dita. E allargare le cosce per fargli spazio era solo naturale. Denti strusciò i fianchi contro il suo culo arrossato mentre girava il volto di lato e gli infilava la lingua nell’orecchio, succhiandogli il collo, grattandogli la pelle con la barba in un’infinita orgia di carezze. Il sollievo di essere desiderato era grande quanto la sua brama per l’uomo. «Coraggio, stringimi, toccami» gracchiò Luci, afferrandogli la mano e portandosela sul culo. Non si era mai sentito tanto al sicuro e al tempo stesso tanto arrapato. Il dolore divenne piacere non appena le dita vigorose gli affondarono nella carne, massaggiando i glutei contusi. 
Il libro intreccia il passato di Denti, che tornerà prepotentemente a fargli visita con Lucifer, così simile a ciò che ha perso.
La particolarità di questo libro, per me, oltre ad essere il genere è anche la scrittura. Immergersi nella testa di due ragazzi, è più difficile che immergersi in quella di una ragazza (come nella maggior parte dei libri che leggo). E’ stato un tuffo nel vuoto e sono caduta in piedi. Lo consiglio a chiunque volesse cambiare un po’ genere o a chi piace l’erotic-romance M/M.
Il libro è il primo della serie Sex & Mayhem, formata da libri autoconclusivi. Non tutti i libri sono M/M, quindi per chi non fosse interessato a questo genere, ci saranno anche coppie M/F.
VOTO: 5/5.
Sabrina

Nessun commento:

Posta un commento