sabato 7 maggio 2016

RECENSIONE 'Troppo bello per dire di no' di Jessica Clare

troppo-bello-per-dire-di-no_7263_x600

TRAMA:
Il magnate delle agenzie immobiliari Hunter Buchanan ha un passato oscuro che l’ha lasciato ferito e a vivere come un recluso dentro la sua lussuosa tenuta famigliare. Hunter è pronto a lasciar perdere l’amore – finché scorge un’enigmatica bellezza dai capelli rossi e mette su un elaborato schema per incontrarla.
Gretchen Petty ha bisogno di uno stipendio – e di un cambiamento. Così quando salta fuori un’opportunità di lavoro in una magione a nord dello stato di New York lei accetta. E anche se può soprassedere sulle stranezze del proprio lavoro, non può proprio ignorare il corpo attraente del suo nuovo capo – o il suo temperamento a mala pena tenuto al guinzaglio.
Hunter ha paura che il suo piano possa svelarsi prima che sia cominciato, ma Gretchen sta per mostrargli che la vita può essere piena di sorprese.

RECENSIONE:

Buonasera fanciulle,
Eccomi di nuovo qui per recensirvi un libro che spero apprezzerete almeno la metà di quanto lo abbia apprezzato io. Si tratta del secondo volume della serie THE BILLIONAIRE BOYS CLUB che ha come protagonisti Gretchen, una scrittrice squattrinata e di Hunter, milionario sfigurato.
Mentre nel primo libro della saga (Scommessa indecente) incontriamo una revisione della famosa fiaba di Cenerentola, qui avremo una versione davvero carina de la Bella e la Bestia. Ma partiamo per gradi e analizziamo insieme i protagonisti.
Gretchen Petty è una Ghostwriter, un’autrice professionista pagata per scrivere romanzi a nome di un altro scrittore, che riscontra vari problemi nel finire il suo libro a causa di un blocco d’autore. Ciò le procurerà vari problemi economici dal momento che ha difficoltà nel pagare i conti. Fin quando le giungerà una proposta insolita: quella di scrivere un romanzo epistolare da varie lettere d’epoca. Non sembra una proposta insolita, vero? Ma se ci aggiungiamo l’obbligo di risiedere nella dimora fino alla fine del manoscritto le cose iniziano a cambiare. Nonostante la clausola insolita la nostra protagonista non può far a meno di accettare. E così ci ritroveremo tutti catapultati a Buchanan Manor. Qui faremo la conoscenza del nostro misterioso miliardario Hunter Buchanan e scopriremo che dietro a tutta questa storia c’è il suo zampino. Avete capito bene infatti Hunter dopo averla vista per caso in una delle sue proprietà, ne rimane affascinato a tal punto da volerla conoscere creando una casa editrice e comprando le lettere per poter ricavarne il romanzo. A causa del suo volto sfigurato, dovuto ad un grave incidente avvenuto in circostanze molto tristi, vive recluso nella sua villa lontano dalla civiltà e ritiene che a causa del suo volto tumefatto lui non meriti essere amato. Nonostante l’aspetto fisico Gretchen resta da subito affascinata dal solitario milionario a tal punto che cerca in tutti i modi di avvicinarsi a lui.  E tra battute, risate, rose di ogni colore vedremo come la nostra eroina riesca a fare breccia nel cuore di Hunter.
Beh, che dire… Hunter è un personaggio che mi è piaciuto parecchio, diverso dai soliti protagonisti che siamo abituate. Il suo bisogno d’amore può sembrare una debolezza ma forse è proprio questo bisogno che lo rende uno dei personaggi più vicini alla nostra realtà.
VOTO: 4/5
.                                                                                                            Maddalena

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari