sabato 7 maggio 2016

RECENSIONE 'Un lungo fatale ultimo addio' di Velonero

1
TRAMA:
Londra 1819.
Valéry Campbell sa di mettere a rischio la propria reputazione, quando si reca nella bisca di Lady Venom, ma deve impedire al padre di giocarsi tutto in una mano di carte. Sir Arthur Campbell però ha già barattato la tenuta di famiglia e, con l’acqua alla gola, tenta di vendere anche la figlia a un losco e ricchissimo libertino, Lord Baxton. Questi non è altri che lo zio di Charles, il figlio del duca di Ragland, anche lui ospite della bisca: è proprio in quest’occasione che Valéry lo rincontra, dopo anni, e scopre di provare qualcosa per lui. Naufragato l’estremo tentativo di ripagare i suoi debiti, Sir Arthur, in un accesso di disperazione, si suicida al tavolo da gioco. Da questo momento in poi la vita di Valéry si complica terribilmente. I trascorsi della sua famiglia non le permettono di sposare Charles e al tempo stesso si trova a lottare con tutte le forze per resistere ai tentativi di seduzione di Lord Baxton, al quale non vuole cedere. Lo scontro tra i due è aperto e dichiarato: ma chi è davvero David Baxton? Quel che Valéry pensa di lui corrisponde a verità?
RECENSIONE:
Buonasera ragazze,
stasera ho deciso di recensirvi un altro historic romance (quando inizio non la smetto più). Questo è un chiaro esempio di quanto i pregiudizi possano offuscare la mente umana. Ci troviamo catapultati nella Londra del 1819, un periodo oltremodo delicato dettato da rigidi costumi e da etichette comportamentali che vanno assolutamente seguite. Il romanzo inizia con la nostra protagonista, Valéry Campbell, che si reca nella dimora di Lady Venom per impedire al padre di sperperare tutte le loro ricchezze nel gioco d’azzardo come in precedenza era già accaduto. Purtroppo però Sir Arthur Campbell ha già venduto la tenuta di famiglia e a causa di tutti i suoi debiti, in un momento di disperazione, si suicida. Da quel momento la vita di Valéry cambia drasticamente dettato soprattutto dalla presenza di David Baxton: uomo con una cattiva reputazione nonostante discenda da una famiglia prestigiosa. Gli vengono attribuiti i peggiori intrighi e misteri che rendono la sua figura minacciosa agli occhi della nostra protagonista che esclude ogni suo tentativo di conoscenza. Intralcerà il suo passato come un burattino con la propria marionetta.David è veramente un uomo malvagio? O vorrà dare di sé una falsa immagine per paura di smascherare la sua umanità e le sue debolezze?
Che dire ragazze…
Un libro appassionante che ti lascia col fiato sospeso fino all’ultima parola. Un romanzo ricco d’amore, passione, dolcezza e sensualità adatto a tutte le lettrici che amano o no il genere.
VOTO 3/5
Maddalena

Nessun commento:

Posta un commento