lunedì 29 agosto 2016

Intervista 'Sonya Hanson' di Claudio Shepard




  • Buonasera Lettori!

    Vi lascio con l'intervista del nostro amico Claudio Shepard che, attraverso delle puntate, ci emoziona con le proprie fantasie miste ad erotismo e a tanta dominazione.

    Potete leggere tranquillamente il suo racconto gratis, sul suo profilo facebook e buttarvi anche voi come me nel vivo di questa storia. (IL LINK QUI)

    Per iniziare… raccontaci qualcosa di te, qualcosa che vorresti che i lettori sapessero prima di entrare in contatto con l'opera che stai scrivendo.

  • In due parole: sono un manager dato in pasto alla letteratura erotica. È il mio viatico per sognare. Ho iniziato con i giochi di ruolo on line, e chi giocava con me ha "rilevato" questa mia sensibiltà per l'eros.
    Così eccomi qui.


    • Spiegaci com'è nata l'idea per questo racconto
    • Non ho mai nascosto che i miei racconti hanno un carattere fortemente maschilista. Mi piace l'idea di un maschio ancora in grado di domare la tigre che è in ogni donna. Così ho deciso di creare una lei coriacea, ma anche un lui con catene abbastanza forti da metterla in seria difficoltà, tenerla salda e... perfino far vacillare le sue convinzioni col piacere!

    • Spiegaci come hai creato il carattere di Alì Hassad e Sonya Hanson e perché.
    • Sonya è una donna abituata a vincere, odia gli uomini e adora in qualche modo "punirli". Ha forza e carattere da vendere, tale da mettere in difficoltà un maschio su qualsiasi piano. Alì è il muro contro i suoi sogni, tutto ciò contro cui ha combattuto che è pronto a metterla in difficoltà con ciò che menso si aspettava: il fascino. Lui è uno straordinario domatore di femmine sia a letto che fuori.

    • Per ora qual è stata la parte del romanzo più difficile da scrivere e perché? 
    • Sento di dire anzitutto che è solo un racconto, romanzo è un parolone! Sicuramente le parti avventurose. Sono quelle che richiedono più meticolosità e immaginazione. Mentre paradossalmente le parti più semplici sono quelle introspettive, di amore e di sesso.

    • Cosa vorresti che il lettore riuscisse a comprendere leggendo il tuo racconto? Quale significato non del tutto esplicito vorresti potesse cogliere?
    • io credo che un'opera non debba mai essere spiegata. Tutto ciò che non è esplicito richiede evidentemente uno sforzo al lettore. Quello che posso dire è che voglio sfidare le lettrici: condurle in un luogo in cui non vogliono andare... e far scoprire loro che potrebbero amarlo! Un po' quello che accade a Sonya, no?

    • Dove è possibile leggere la tua storia? Dopo quanto tempo pubblichi un nuovo episodio?
    • Sul mio profilo Facebook, una scelta che ho fatto sempre per sfida e per diminuire la distanza tra me e il lettore. Devo dire che funziona! Purtroppo non posso prendere impegni fissi con case editrici a causa del mio lavoro. Ma forse è meglio così, la mia scrittura è più pura... anche se non posso paragonarla a quella di altri autori!

    • Qual è il tuo genere preferito?
    • Leggo generalmente letteratura più alta di quella che scrivo. Ma amo rifarmi molto al romance, all'erotico e al fantasy. Sono un grande fan dei B-Movies anni '80. Cosa c'è in fondo di meglio di atletiche e seminude guerriere da sfidare? *ride*

    • Da quando hai cominciato a scrivere?
    • Ho iniziato coi giochi di ruolo a 17 anni, poi come dicevo all'inizio mi hanno convinto a scrivere. L'ho sempre fatto da autodidatta!

    • Le storie che scrivi parlano di persone reali o sono frutto della tua immaginazione?
    • Rigorosamente immaginare, figurati!
    • Come ti senti quando scrivi?
    • In una parola? Vivo.

    • Ti è mai venuto il blocco dello scrittore?
    • Ho scritto davvero troppo poco per averne uno, ma non è un'eventualità che mi faccia paura.
    • Ti piace il tuo lavoro?
    • A quale ti riferisci?
    • Alla scrittura
    • Quella per me non è un lavoro! Ovvio che la ami!

    • Scrivi a mano o a computer?
    • Computer.

    • Qualcuno ti ha mai dato ispirazione?
    • Sì, molte donne incontrate.

    • Quali sono gli ingredienti che servono in una storia?
    • Io credo che quello primcipale sia la sincerità. Non bisogna assecondare il lettore, o cullarlo. Se le mie lettrici si arrabbiano con me ben venga, sempre meglio di annoiarle!

    • La tua famiglia è a conoscenza dei tuoi racconti erotici? Cosa ne pensano?
    • Non ho una famiglia. E no, nessuno ne è a conoscenza. Non è ben visto un manager che scrive racconti del mio genere.

    • C’è qualcosa di te stesso che hai voluto inserire nei racconti?
    • Beh, direi di sì. La mia visione del sesso: per me è sempre da vivere come un momento di dolcezza e piacere, ma è anche una battaglia. Uomini e donne sono in guerra da sempre, è questo ad attrarli gli uni alle altre!

    • Che tipo di scrittore sei?
    • Dovresti dirmelo tu! *ride*

    • Ci sono scrittori disciplinati, metodici, che stilano scalette e rileggono mille volte i loro scritti; e autori che istintivamente buttano giù frasi su frasi fino a comporre un romanzo. Tu che tipo di scrittore sei?
    • metà e metà. Un buono scritto ha sempre bisogno di essere pianificato, per contro non mi metto troppi vincoli.

    • Hai qualche rimpianto?
    • Come scrittore no. Forse solo aver scoperto troppo tardi che mi piace!

    • Libro e autore preferito? Ti ha ispirato in qualche modo?
    • I miei autori preferiti sono i veri Grandi: Dostoevskij, Garcia Marquez, Roberto Bolano, Michele Mari, Durrenmatt, Borges... potrei continuare fino a domani! Chi mi ha ispirato sono autori decisamente inferiori, ma con un appeal verso l'eros irresistibile: il grande maschilista John Norman con la sua serie "Gor" e R. E. Howard con la saga di Conan.

    • Quali sono le tue passioni?
    • La musica jazz e classica, la letteratura e... le femmine ribelli!

    • Come hai incuriosito i tuoi potenziali lettori?
    • Credo provocandoli.

    • Chi sono i tuoi più grandi sostenitori?
    • le mie amiche su facebook.

    • Scriverai altri racconti? Tratterai un genere diverso o ti focalizzerai ancora su questo?
    • Sì probabilmente fantasy.

    • Per chi volesse pubblicare come te, cosa consiglieresti?
    • Di farlo, semplicemente di farlo!


MADDALENA

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari