lunedì 6 febbraio 2017

RECENSIONE 'Perchè sono qui?' di Sandra Rotondo

Ciao readers, oggi Sabrina ci parla del thriller erotico di Sandra Rotondo dal titolo Perché sono qui? pubblicato nel Settembre scorso. Un libro avvincente, bellissimo e straordinario che vede protagonisti una ragazza di fede e un uomo coperto da una maschera che la rapirà e la porterà in Russia.


TITOLO: Perché sono qui?
AUTRICE: Sandra Rotondo
DATA D’USCITA: 4 settembre 2016
EDITORE: self publishing
GENERE: thriller erotico
NARRAZIONE: pov femminile
TARGET: adulti
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Miriam, ragazza rapita; Mostro, il rapitore di Miriam.








SINOSSI

Mi chiamo Miriam Sandlers, 
e il mio ultimo ricordo risale a...
Ero seduta a un tavolo, nel ristorante "Amour de ma vie" sulle rive del fiume Hudson, nel New Jersey, festeggiavo il compleanno del mio amico Ernest, ma quando mi sono risvegliata, al suo posto c'era "LUI", un uomo il cui viso era coperto da una maschera. 
Mi ha obbligata a spogliarmi, lasciandomi tenere solo un paio di scarpe. 
Sono stata rapita e questa è la mia storia nell'antro del Mostro.

RECENSIONE



Di Sandra Rotondo ho letto, in passato, 'Il colore dell'uva matura' (RECENSIONE QUI) e non solo ne sono rimasta affascinata, ma addirittura innamorata. Sandra ha creato dei personaggi dalla personalità inaspettatamente complicata e forte e questo mi ha fatto innamorare anche del suo stile di scrittura.
'Perché sono qui' è stato il primo libro che, finalmente, mi ha strappato da una lunga pausa di lettura.
Bellissimo, avvincente, straordinario.

Miriam vive la sua vita circondata dalla fede. Dio è il centro dove gira tutta la sua esistenza: serve i pasti alla mensa, aiuta la comunità, segue i più giovani. E qual' è la ciliegina sulla torta? Un ragazzo degno uomo di Chiesa. La vita di Miriam verrà stravolta quando sarà rapita e portata in Russia. Segregata in una prigione d'oro, con un uomo di cui non conosce nè nome, nè volto, tutto quello che vuole è scappare dalla Bestia. Un mostro che la tenta con la sua rude gentilezza, con i suoi ordini seducenti e con il suo tocco troppo intimo per la castità di Miriam.
Lui l'ha seguita per mesi, prima di volerla. E l'ha voluta per uno scopo, perché i mostri possono essere molto vicini a noi, travestiti da angeli. Miriam imparerà a sue spese di chi si deve fidare, ma soprattutto, imparerà che una Bestia può avere il tocco più delicato di una piuma.
La bellezza del libro l'ho trovata nella morale che l'autrice ha voluto esprimere attraverso la sua trama. La bellezza di
questo libro è dettata da molti dettagli: i personaggi, così diversi e così simili, facce della stessa medaglia; da un alone di suspance ed esoticismo, attesa, vendetta. Non posso che consigliare questo libro a tutti gli amanti del genere e sperare che Sandra Rotondo torni presto con un nuovo libro.


E' un odore che non ho mai sentito prima. 

E' un odore che ti rimane impresso nel cervello. 
E' un odore che può farti impazzire. 
E' un odore che brucia. 
E' un odore che risana le ferite. 
E' un odore che... 
E' l'odore della bestia. 


Sabrina


Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari