venerdì 5 gennaio 2018

RECENSIONE "Amistad. La figlia della Luna" di FRANCESCA REDEGHIERI

Ciao readers, oggi Raffaella ci parla di Amistad. La figlia della Luna, primo volume historical romance della serie Amazzoni dell'esordiente Francesca Redeghieri, pubblicato nell'Ottobre scorso con Emma Books. Durante la seconda guerra punica si svolge la storia di Amistad e Briseide, sorelle gemelle e amazzoni, da sempre unite da un legame indistruttibile e da un segreto riguardante la loro nascita. Al fianco di Annibale nella guerra contro l'impero romano, le due sorelle dovranno non solo fronteggiare battaglie e perdite, compiere scelte difficili e sopravvivere, ma dovranno affrontare anche ai loro sentimenti per amori impossibili, il loro destino e la maledizione divina che grava su di loro fin dalla nascita...

TITOLO: Amistad. La figlia della luna
SERIE: #1 Amazzoni series
AUTORE: Francesca Redeghieri
DATA D’USCITA: 11 Ottobre 2017

EDITORE: Emma Books
GENERE: historical romance

NARRAZIONE: pov vari in terza persona
AMBIENTAZIONE: Europa, Cartagine del 219 a.C.
CATEGORIA: guerra
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Amistad, amazzone che entra in guerra al fianco dei cartaginesi contro i romani; Quinto Cassio Longino, comandante romano.




TRAMA


Anno 219 a. C. L’esercito romano sta espandendo la sua brama di potere e solo un uomo sembra poterne arrestare l’avanzata: Annibale. Per questo i popoli che vogliono liberarsi dall’oppressione di Roma si uniscono al grande comandante cartaginese, tra di essi le leggendarie Amazzoni. Nei ranghi di questa stirpe di donne guerriere, le cui epiche gesta le hanno rese temibili in ogni angolo del mondo conosciuto, ci sono due sorelle, non solo di spada ma anche di sangue. I loro nomi sono Amistad e Briseide. La guerra cambierà bruscamente il corso della loro vita, sconvolgendo tutto ciò in cui hanno sempre creduto, ma insegnerà loro il potere dell’amore. Il prezzo da pagare però sarà alto: l’uomo che condurrà Amistad alla scoperta di una passione dolce e inaspettata è infatti un romano, il nemico. I due si troveranno così su schieramenti opposti, in una sfida contro il fato che si prenderà gioco di loro. Sullo sfondo, l’eco di una lontana maledizione divina. Le scelte di Amistad saranno difficili da affrontare, a volte persino inammissibili. Ma quando c’è di mezzo l’amore, nulla sembra essere impossibile…

RECENSIONE

Quello di Francesca Redeghieri con Amistad. La figlia della luna è un esordio vincente e inaspettato che entra nel mondo storico delle mitologie greche, delle battaglie e soprattutto delle protagoniste di questa storia: le amazzoni. Come ben sapete, le amazzoni sono delle figure mitologiche di sole donne che personificavano forza, virilità, spirito guerriero, rappresentate da sempre con uno scudo, un abito da cavallerizza e un cavallo che cavalcavano durante le battaglie. La storia è ambientata nel periodo delle guerre puniche, precisamente nella seconda guerra punica, con l'ascesa al trono del condottiero cartaginese Annibale, famoso per le sue eccezionali imprese militari e vittorie contro l'impero romano. Amistad e Briseide sono sorelle gemelle e amazzoni, da sempre unite da un legame indistruttibile e da un segreto - che scopriremo alla fine - riguardante la loro nascita. Entrambe, per volere della loro regina Pentesilea, dovranno unirsi in battaglia al fianco del generale Annibale per affrontare l'esercito romanzo e conquistare le loro terre e città. Lungo il percorso le due sorelle non dovranno affrontare solo battaglie e perdite, compiere scelte difficili e cercare di sopravvivere, ma dovranno affrontare anche i loro sentimenti per amori impossibili, il loro destino e la maledizione divina che grava su di loro fin dalla nascita.
recensione amistad la figlia della luna di francesca redeghieri
Amistad dovrà combattere contro i sentimenti che prova per Quinto Cassio Longino, comandante romano e suo nemico. Longino è un comandante valoroso, di sani principi, i cui valori però gli vietano di combattere contro una donna. Ma Amistad è diversa, è un'amazzone fiera, una valorosa guerriera che di natura non si arrende mai, combatte strenuamente e nulla e nessuno la intimidisce. Se da una parte la patria di Longino gli impone di battersi, dall'altra è combattuto per i sentimenti incondizionati che prova per Amistad. Ogni volta che incrocia il suo sguardo, lui rimane completamente folgorato e il suo cuore comincia a battere forsennatamente. Amore o patria?
Sono sempre stata appassionata di romanzi storici avvincenti, pieni di azione e battaglie. E ancor di più quando le battaglie si intrecciano con la mitologia, la sensualità e le storie d'amore difficili e impossibili.
recensione amistad la figlia della luna di francesca redeghieri
Le vicende sono avvincenti e ricche di colpi di scena, di sentimenti contrastanti e difficoltà, di sangue e perdite. L'ambientazione passa dalle sconfinate distese di foreste alle dune del deserto, per finire agli ambienti ristretti della città romane. Amistad è un personaggio molto forte che mi è piaciuto fin dall'inizio. Lei lotta per se stessa, per il suo amore per Longino, per il suo amore per la sorella Briseide e per proteggerla dal male. Non sa che il suo destino è molto più grande di ciò che si aspetta. Longino è un combattente come Amistad, fiero, affascinante, non gli sono mai mancate le donne ma Amistad è diversa, non ha la leggerezza delle matrone romane. Un aspetto importante che emerge dalla storia sono i valori di rispetto, fiducia e stima tra Amistad e Annibale. Annibale l'ho sempre visto come un generale crudele, una figura che non mi piaceva, ma l'autrice riesce a renderlo più vicino a noi, lo caratterizza con sentimenti umani come l'amore impossibile per una amazzone, la fragilità di perderla e la fiducia che pone in Amistad. Altro aspetto che ho apprezzato è il riuscire a porre in primo piano anche i personaggi secondari: Briseide per l'amore sconfinato per la sorella e per l'amore impossibile per il mercenario Random, l'amore e il senso di protezione di Annibale verso l'amazzone Castalia. La narrazione seppur molto dettagliata per la complessità della storia e la narrazione corale da un personaggio all'altro, l'ho trovata molto coinvolgente e scorrevole. Mito, leggendo, storia, avventura, intrighi e amore sono gli elementi salienti di questa appassionante storia, che consiglio di leggere agli appassionati di historical romance. Francesca Redeghieri è riuscita con la sua semplicità a creare un romanzo storico degno di nota. 

Raffaella



Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari